Home / Salute / Olio essenziale di bergamotto: benefici e usi dell’oro verde di Calabria

Olio essenziale di bergamotto: benefici e usi dell’oro verde di Calabria

olio essenziale di bergamotto proprietà

L’olio essenziale di bergamotto, estratto dalle scorze dell’agrume Citrus bergamia, ha diversi benefici per la salute. È tra gli oli essenziali più efficaci per ridurre stress, ansia e affaticamento.

Inoltre può svolgere un’azione antibatterica grazie alla presenza di linalolo, un potente terpene terapeutico.

In questo approfondimento scoprirai le proprietà e gli usi dell’olio essenziale di bergamotto.

Origini del bergamotto

Ma prima presentiamo questa pianta. L’albero del bergamotto ha radici nel Sud-Est Asiatico. Oggi il bergamotto cresce in diverse parti del mondo.

Viene coltivato in California, nel Sud della Francia e in Costa d’Avorio per ricavarne olio essenziale.

Piantagioni di bergamotto sono presenti anche nella regione dell’Antalaya, nel Sud della Turchia, dove viene impiegato per produrre marmellate.

Il bergamotto da cui si ricava uno degli oli essenziali più pregiati è quello che cresce in Calabria. L’area della provincia di Reggio Calabria è famosa in tutto il mondo per il suo bergamotto, definito l’oro verde di Calabria.

Il suo profumo rilassante e le note pungenti lo rendono adatto a tanti usi. Viene usato anche per dare un sapore unico alla varietà di tè Earl Grey.

Come usare l’olio essenziale di bergamotto

Il bergamotto ha un profumo agrumato che lo rende adatto ai prodotti per la cura personale sia maschili che femminili. Viene infatti usato per realizzare profumi, acqua di colonia, articoli da toeletta e cosmetici.

L’olio di bergamotto commestibile viene utilizzato per aromatizzare cibi e bevande. Inoltre viene impiegato per le sue proprietà medicinali.

L’olio essenziale di bergamotto non deve essere usato direttamente sulla pelle.

Può essere miscelato con un olio vettore, come l’olio di cocco o un olio minerale, e usato per rendere la pelle morbida e vellutata.

Ricordati inoltre di non ingerire mai gli oli essenziali puri.

L’olio di bergamotto può anche essere miscelato al vapore acqueo e usato per l’aromaterapia.

Modi d’uso dell’olio essenziale di bergamotto in aromaterapia

L’olio essenziale di bergamotto è particolarmente apprezzato in aromaterapia per le sue proprietà lenitive.

Ecco alcuni modi d’uso:

  • Mescolane qualche goccia con un olio vettore, come l’olio di cocco, e usala come lozione per il corpo o per un massaggio distensivo.
  • Aggiungi 2-5 gocce di olio essenziale ai prodotti per l’igiene del corpo, come lo shampoo, o lo scrub per il viso.
  • Profuma le candele fatte in casa o il pot-pourri con poche gocce di olio di bergamotto. Puoi anche aggiungerlo ai deodoranti per ambienti oppure usarlo nei diffusori per profumare una stanza.
  • Applica qualche goccia di olio essenziale di bergamotto su un fazzoletto o su un foulard per avere sempre a portata di mano un profumo rilassante.

Olio essenziale di bergamotto contro l’acne

L’olio essenziale di bergamotto contiene diversi composti dalle proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Per questo può essere usato come trattamento contro l’acne, ma solo se non hai la pelle sensibile.

Le sue proprietà analgesiche lo rendono un rimedio naturale efficace anche contro cisti doloranti e brufoli.

Se vuoi usare il bergamotto sulla pelle:

  • Mischiane poche gocce a un olio vettore, come un olio minerale o un olio di cocco, e applica la miscela direttamente sui brufoli, le cisti o i punti neri.
  • Lascia agire tutta la notte.
  • Non effettuare mai il trattamento di giorno e non esporti al sole dopo l’applicazione.

Puoi anche usare l’olio essenziale diluito per lavarti il viso con acqua o con il tuo detergente per il viso.

Uso dell’olio essenziale di bergamotto sui capelli

L’olio essenziale di bergamotto serve anche a domare i riccioli ribelli, rendendo i capelli morbidi e profumati. Aggiungine qualche goccia allo shampoo.

Alcune persone lo usano anche per lenire il cuoio capelluto irritato, aggiungendone una o due gocce a un cucchiaio di olio vettore e massaggiando sul cuoio capelluto. Questo trattamento va tenuto su tutta la notte.

Le migliori miscele con l’olio essenziale di bergamotto

L’olio essenziale di bergamotto può essere aggiunto a oli essenziali che hanno benefici simili per potenziarne le proprietà.

Tra i migliori oli essenziali da usare nelle miscele con bergamotto troviamo:

  • olio essenziale di lavanda, usato in molti prodotti contro l’acne, nei trattamenti per i capelli e la pelle;
  • tea tree, noto per le sue proprietà antibatteriche, usato contro l’acne e per combattere l’infiammazione della pelle;
  • olio essenziale di camomilla, impiegata nelle tisane o sulla pelle, ha un’azione rilassante e favorisce il buonumore.

Le proprietà salutari dell’olio essenziale di bergamotto

Le ricerche scientifiche condotte sull’olio essenziale di bergamotto hanno scoperto numerosi vantaggi per la salute.

Ecco le principali proprietà salutari dell’olio essenziale di bergamotto.

Riduce lo stress

Uno studio condotto nel 2015 in Giappone ha scoperto che inalare il vapore acqueo mescolato all’olio di essenziale bergamotto riduce i sentimenti di ansia e stanchezza.

La conferma delle proprietà ansiolitiche del bergamotto è arrivata anche da un articolo del 2013 pubblicato sulla rivista Current Drug Targets.

La ricerca ha scoperto che l’aromaterapia con bergamotto può alleviare la depressione, l’ansia e altri disturbi dell’umore. Il bergamotto invia infatti al cervello il segnale di rilasciare dopamina e serotonina, i due neurotrasmettitori della felicità e del benessere.

È un antibatterico naturale

Il linanolo, un composto del bergamotto, può anche svolgere un’azione antibatterica su alcuni tipi di batteri che causano intossicazioni e malattie alimentari.

Uno studio del 2006 ha scoperto l’efficacia del bergamotto nel distruggere diversi ceppi di batteri sulla pelle del pollo e sulle foglie del cavolo. I batteri testati sono stati:

  • Staphylococcus aureus;
  • Listeria monocytogenes;
  • Bacillus cereus;
  • E. coli O157;
  • Campylobacter jejuni.

La conferma delle proprietà antibatteriche del bergamotto è arrivata anche da uno studio del 2016. La ricerca ha testato l’effetto di diversi tipi di olio essenziale di bergamotto contro i ceppi di Listeria monocytogenes, i batteri che causano l’infezione da listeriosi.

I ricercatori hanno utilizzato campioni di listeria provenienti da diverse fonti alimentari, tra cui il pesce e il pollame.

Lo studio ha dimostrato che il bergamotto riusciva a bloccare la crescita dei diversi campioni di batteri.

Abbassa il colesterolo


Una revisione di studi sull’uomo e sugli animali datata 2016 ha concluso che i flavonoidi presenti nel bergamotto possono aiutare a ridurre i livelli di colesterolo.

Uno studio sugli animali effettuato nel 2018 ha confermato questo risultato. Quest’ultima ricerca ha inoltre scoperto che i polifenoli del bergamotto hanno un effetto antinfiammatorio sul fegato. L’esperimento è stato condotto su ratti che si stavano riprendendo dalla malattia del fegato grasso non alcolico.

Allevia il dolore e l’infiammazione

Uno studio del 2017 ha scoperto che il linalolo e il carvacrolo, due composti presenti nell’olio essenziale di bergamotto, hanno proprietà analgesiche, anticonvulsive e antinfiammatorie.

Come prevenire irritazioni e allergie da oli essenziali

Prima di usare l’olio essenziale di bergamotto diluito in un olio vettore sulla pelle, fai una prova su una piccola parte dell’avambraccio larga quanto una monetina. Se non compaiono reazioni allergiche dopo 24 ore, significa che puoi usarlo senza pericolo.

In alcuni casi possono comparire i sintomi di una dermatite allergica quali:

  • rossore;
  • orticaria;
  • sensazione di bruciore;
  • vesciche;
  • dolore.

 

Oltre all’olio essenziale, i prodotti che contengono bergamotto come i profumi possono causare irritazione della pelle, soprattutto se non sono diluiti con un olio vettore. Per non correre il rischio di dermatiti o di reazioni allergiche quando ti esponi al sole acquista oli essenziali di bergamotto senza bergaptene ed essenze defurocumarinizzate.

L’inalazione o l’uso topico dell’olio di bergamotto può interferire con alcuni farmaci. Chiedi sempre consiglio al farmacista o al medico se stai seguendo delle terapie.

Alcuni medicinali, come la ciprofloxacina, un antibiotico, aumentano anche la sensibilità alla luce solare, aumentando la fotosensibilità dell’olio essenziale.

Per precauzione non esporre bambini, donne in gravidanza e animali domestici al vapore dei diffusori.

Non ingerire mai l’olio essenziale puro di bergamotto perché il bergaptene è dannoso se ingerito.

Scopri anche i migliori oli essenziali per meditare.

Fonte: Healthline

Potrebbe interessarti anche:

scottature da sole

Scottature da sole: i rimedi più efficaci, dall’arnica montana ai bagni freddi

Dall'arnica montana ai bagni freddi con farina d'avena, i rimedi naturali più efficaci consigliati dalla dermatologa per curare le scottature da sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.