Home / Salute / I migliori oli essenziali per meditare: dall’incenso olibano alla lavanda vera

I migliori oli essenziali per meditare: dall’incenso olibano alla lavanda vera

oli essenziali per meditare camomilla romana

Cari amici di M’informo Salute, oggi ci occupiamo di oli essenziali per la meditazione. Vedremo quali sono alcuni dei migliori oli essenziali per meditare: dall’incenso olebano alla lavanda.

Perché meditare fa bene

Iniziamo col dire che la meditazione non è esclusiva di una cultura o di una religione in particolare. Meditare sul respiro o sul corpo per 15-25 minuti al giorno, tutti i giorni, può aiutare tutti noi a rimanere nel momento presente. Una pratica quotidiana che abbassa i livelli di ansia e riduce lo stress provocato dal rimuginare sul futuro o dal tormentarsi con il passato.

La meditazione non ha come obiettivo principale il rilassamento, ma serve ad accogliere e ad accettare il momento presente, anche se non è dei migliori e se il nostro stato d’animo non è quello ideale.

Tramite la meditazione però si giunge proprio a uno stato di maggiore calma, equilibrio e rilassatezza. Chi medita fa pace con le emozioni e le sensazioni del momento in continuo cambiamento.

Cosa serve per meditare

Per meditare non occorrono particolari doti o preparazioni. Basta trovare un luogo tranquillo, sedere in posizione eretta ma non rigida o sdraiarsi se si medita sul corpo, e concentrare la propria attenzione sulle sensazioni che prova il corpo.

Ci si può concentrare sulle sensazioni di freddo/caldo dei piedi. Oppure sul contatto delle mani poggiate sulle ginocchia. O portare l’attenzione sul nostro respiro, seguendo i movimenti naturali che compiono l’addome o il petto inspirando ed espirando.

O ancora focalizzare la nostra attenzione sul flusso dell’aria che entra ed esce dal naso e attraversa la gola.

Quando i pensieri sulle cose da fare si affacciano alla nostra mente, distraendoci dal corpo e dal respiro, non bisogna respingerli, né irritarsi. È infatti normale che la nostra mente si perda in ricordi, anticipazioni del futuro, pensieri belli e brutti.

Tutto quello che dobbiamo fare quando ci accorgiamo di non essere più concentrati sul corpo, è riportare la nostra attenzione sulle sensazioni fisiche delle varie parti del corpo su cui stavamo meditando o sul respiro.

Per meditare bene ogni giorno, facendola diventare una sana abitudine per il nostro equilibrio psicofisico, è utile crearci una routine.

Scegliamo un ambiente tranquillo, in cui nessuno ci disturbi, con una temperatura confortevole, meglio se in penombra e lontano da rumori e interruzioni.

Spegniamo il cellulare o disattiviamo le notifiche. Possiamo usare un diffusore di oli essenziali per creare un’atmosfera conciliante per la meditazione.

Come scegliere gli oli essenziali per meditare

Gli oli essenziali migliori per meditare sono quelli che favoriscono uno stato di accoglienza delle emozioni e relax e quelli che aiutano a rimanere concentrati nel momento presente.

Grazie al nostro olfatto, un senso molto sviluppato nell’uomo, possiamo associare odori e aromi a ricordi positivi, inviando giorno dopo giorno segnali di pace e tranquillità al cervello al solo avvertire il profumo associato a un momento di quiete come la meditazione.

Di seguito alcuni degli oli essenziali migliori per meditare.

Olio essenziale di bergamotto

L’olio essenziale di bergamotto calabrese (Citrus bergamia) è adatto a meditare perché funziona come una ricarica energetica per il sistema nervoso centrale. Aiuta a sprigionare l’energia necessaria a rimanere concentrati su se stessi.

Gli oli essenziali per la meditazione vanno diluiti con un po’ d’acqua in un diffusore o su un piattino posizionato sopra o vicino a una fonte di calore, come un termosifone o una candela.

In tutti i casi per profumare l’ambiente basteranno 4 o 5 gocce di olio essenziale, a patto di aver acquistato oli essenziali puri, non diluiti e di alta qualità.

Olio essenziale di mandarino

L’olio essenziale di mandarino è altrettanto indicato per la meditazione. Ha infatti un’azione calmante sul sistema nervoso simpatico ed è uno dei migliori oli essenziali antistress, consigliato per l’ansia, i postumi dello stress e i disturbi digestivi di origine nervosa.

Oli essenziali di arancio

Anche gli oli essenziali di arancio hanno proprietà calmanti: agiscono da regolatori cardiaci contro le palpitazioni e hanno un’azione tranquillizzante.

Olio essenziale di camomilla romana

La camomilla romana (Chamaemelun nobile L.), conosciuta, anche come camomilla nobile e camomilla vera, ha proprietà antispastiche naturali, che aiutano ad alleviare gli stati d’ansia.

L’olio essenziale di camomilla romana, diffuso da solo o in miscele con altri oli, aiuta a meditare allontanando l’angoscia, grazie alla sua azione di sedativo naturale.

Olio essenziale di incenso olibano

L’incenso olibano (Boswellia carteri Birdw.) è originario delle regioni intorno al Mar Rosso (Somalia e Arabia).

L‘olio essenziale di incenso olibano è un altro dei migliori oli essenziali per meditare bene, perché crea un’atmosfera di spiritualità e profonda connessione con se stessi. Non a caso sin dall’antichità veniva utilizzato nelle cerimonie religiose per il suo profumo avvolgente e mistico.

Olio essenziale di lavanda vera

La lavanda vera provenzale (L. augustifolia Mill.) è una pianta dalle mille virtù tra le più usate in aromaterapia.

L’olio essenziale di lavanda vera è tra i migliori oli essenziali per meditare perché è un sedativo naturale. Calma il sistema simpatico e parasimpatico, regolarizza il cuore e svolge un’azione ipotensiva.

Potrebbe interessarti anche:

miele per il mal di gola dosi

Miele per il mal di gola: quanto è efficace e come usarlo

Usare il miele per il mal di gola non è affidarsi soltanto alla saggezza popolare, ma anche alla scienza, come confermano questi studi sulle proprietà del miele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.