Home / Animali / Cani / I cani possono bere il vino, la birra o altre bevande con alcol?

I cani possono bere il vino, la birra o altre bevande con alcol?

cane bere alcolici

Spesso sui social vengono postate foto divertenti che ritraggono cani finto ubriaconi vicino a bicchieri di vino o boccali di birra. Ma un conto è la finzione per scattare una foto, un conto è far davvero scolare un goccetto di alcol al cane. Questo potrebbe essere meno divertente ed esporlo a rischi per la salute.

Prima di essere fermentati e processati per ricavarne vino, birra e liquori, gli ingredienti degli alcolici infatti sono tra le piante più tossiche e velenose per i cani. In questo post vedremo cosa succede se i cani bevono vino, birra, liquori o altri alcolici.

I rischi del vino per i cani

Partiamo dal vino. La risposta alla domanda I cani possono bere vino? è no. Questo perché il vino viene ricavato dall’uva e l’uva, in qualsiasi forma, dall’uva fresca appena raccolta all’uva passa, è tossica per i cani. È il motivo per cui i cani non possono mangiare il panettone, un dolce che contiene uvetta.

Non si sa bene il motivo per cui l’uva sia tossica per i cani e non tutti i cani sviluppano reazioni di tossicità allo stesso modo e con le stesse dosi. Si sa però che è meglio non rischiare, perché per alcuni cani anche pochi acini d’uva possono mettere a rischio la vita.

Perché la birra fa male ai cani

Veniamo ora alla birra. Come per il vino, il motivo per cui non si può dare la birra al cane è che contiene un ingrediente tossico per i cani. La birra è fatta da acqua, cereali e lievito. Il luppolo, un ingrediente usato nella produzione della birra, è tossico per i cani. Come per l’uva non si sa perché il luppolo sia tossico per i cani, ma non ci sono dubbi che possa provocare reazioni avverse anche gravi in molti cani.

Se il cane beve birra può infatti sviluppati sintomi fisici che si manifestano subito, come vomito, sbalzi della temperatura corporea e respiro affannoso, e danni ai reni.

Se producete birra artigianale a casa perciò fate molta attenzione a conservare il luppolo e la birra lontano dal vostro cane, soprattutto se è un cane curioso che di solito assaggia qualsiasi cosa nuova e strana gli capiti a tiro.

Perché è sconsigliato dare vino e birra ai cani

Far bere birra e vino al cane è sconsigliato anche in piccole dosi. Non importa se il cane lo faccia per noia, curiosità o fame: dovete tenerlo lontano dagli alcolici. Molte persone purtroppo si divertono a guardare il cane mangiare o bere alimenti destinati agli umani. Ma nel caso della birra e del vino questo divertimento potrebbe costare caro.

La fisiologia canina è infatti molto diversa da quella di noi umani. L’intolleranza del cane all’alcol dipende in gran parte dalla loro stazza inferiore alla nostra. Ci vuole molto meno alcol per intossicare e avvelenare un cane adulto di un uomo adulto.

Inoltre a differenza di noi umani, che nei secoli abbiamo sviluppato dei metodi per smaltire l’alcol bevendone poche quantità alla volta, i reni di un cane non si sono mai evoluti per filtrare o processare l’alcol contenuto nella birra, nel vino o nei liquori.

Anche mettere un po’ di birra o un goccio di vino nella ciotola può esporre il cane a rischi per la salute. Molti cani manifestano i sintomi dell’avvelenamento da alcol e dell’intossicazione da etanolo anche solo dopo aver mangiato un pezzo di torta al rum o aver assorbito attraverso la pelle del vino caduto su un tappeto o sul divano. Anche mangiare un impasto crudo contenente del lievito può bastare a provocare i sintomi dell’avvelenamento nei cani.

L’intossicazione da etanolo nei cani

A parte le reazioni avverse agli ingredienti degli alcolici, come l’uva e il luppolo, i cani non possono bere birra, vino, alcolici e sciroppi per la tosse anche e soprattutto per un’altra ragione: evitare di sviluppare un’intossicazione da etanolo.

Può capitare anche a noi umani quando esageriamo con l’alcol, ma nei cani questa reazione è più comune perché bastano quantità inferiori di etanolo per fargli sviluppare subito sintomi a carico del sistema nervoso quali confusione, disorientamento, difficoltà con le normali funzioni motorie.

Nel giro di un’ora dal consumo di alcol, il cane può poi sviluppare sintomi più gravi quali vomito, diarrea e problemi urinari. In caso di dosi eccessive, potrebbe andare in coma, sviluppare un’insufficienza renale, avere un infarto e persino morire.

Per tutti questi motivi, quando organizzate una festa o portate il cane a un barbecue o al pub assicuratevi che non beva mai neanche accidentalmente alcolici.

Leggi anche: I cani possono bere l’olio d’oliva?

Fonte: Dogster

Potrebbe interessarti anche:

cane femmina calore estro

Quanto dura il calore di un cane

Il ciclo del cane ha 4 fasi: il proestro, in cui la cagna perde sangue, l'estro in cui va in calore, il diestro in cui si ha la gravidanza, e l'anestro, la fase finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.