Home / Salute / Come recuperare il sonno perso nel modo giusto

Come recuperare il sonno perso nel modo giusto

recuperare il sonno perso

Hai perso delle ore di sonno e vuoi sapere se è possibile recuperare il sonno perso? Sei nel post-o giusto! E la risposta è sì: è possibile recuperare il sonno perduto, anche se non sempre è semplice come potrebbe sembrare. In questo approfondimento ti riporteremo i consigli degli esperti di Healthline per recuperare le ore di sonno perse ed evitare di sviluppare i sintomi della sindrome da deprivazione dal sonno.

Come recuperare una notte di sonno persa

Iniziamo dicendo che recuperare il sonno perso è facile se solitamente dormi almeno 7 ore a notte e segui abitudini di sonno regolari e hai dormito poco in via eccezionale. Ad esempio se il venerdì mattina ti sei svegliato all’alba per un impegno e hai dormito poco o nulla e il sabato mattina dormi di più, riuscirai a recuperare il sonno perso senza problemi.

Attenzione però perché se hai dormito due ore in meno non ti basterà dormire due ore in più il giorno seguente. Per recuperare il sonno perduto dovrai dormire più ore di quelle effettivamente perse. Secondo uno studio del 2016 occorrono 4 giorni di ritmo del sonno regolare per riprendersi completamente da una singola ora di sonno perso.

Ecco perché è importante non far diventare un’abitudine la perdita di ore di sonno. Perdere ore di sonno spesso può infatti portare a un deficit, che diventerà sempre più difficile da colmare.

Come recuperare il sonno perso in settimana nel fine settimana

Se durante la settimana perdi ore di sonno, dormendo meno di 7 ore a notte, o comunque meno delle ore che ti servono solitamente per sentirti riposato, non ti basterà dormire di più nel fine settimana per recuperarle. Se durante il weekend dormi oltre due ore in più rispetto all’ora solita del tuo risveglio corri infatti il rischio di andare a letto tardi domenica sera, accumulando altre ore di sonno perso durante la notte.

Per fortuna questo circolo vizioso è facile da rompere e in qualsiasi momento della nostra vita possiamo adottare abitudini più sane per dormire meglio e a sufficienza.

Consigli per recuperare le ore di sonno perse

Se ti capita di perdere delle ore di sonno di tanto in tanto, puoi recuperarle seguendo questi consigli:

  • fai un pisolino di non più di 20 minuti nel primo pomeriggio;
  • dormi di più nel fine settimana ma non più di due ore rispetto all’ora in cui ti svegli di solito;
  • dormi di più per una o due notti;
  • vai a letto un po’ prima la sera seguente.

Cosa fare in caso di molte ore di sonno perse

Se invece il tuo debito di sonno è cronico, dovrai cambiare abitudini e adottare una strategia a lungo termine per cercare di colmare il divario:

  • ogni sera vai a dormire 15 minuti prima fino a quando non raggiungerai il livello di riposo desiderato;
  • non dormire mai oltre le due ore in più rispetto all’ora in cui ti svegli di solito, senza fare eccezioni nei weekend;
  • lascia fuori dalla stanza da letto telefonini, tablet, tv, console, computer portatili e altri dispositivi elettronici;
  • rivedi la tua routine serale ed elimina le cattive abitudini che ti stanno tenendo sveglio fino a tardi;
  • non usare dispositivi elettronici nelle due ore che precedono l’ora di andare a letto;
  • assicurati che la tua camera da letto sia buia e fresca;
  • non consumare caffeina nelle ore serali;
  • allenati non oltre le tre ore prima di andare a letto;
  • non fare sonnellini di più di 20 minuti.

I benefici di un buon sonno ristoratore

Per rispettare queste buone abitudini, recuperare il sonno perso ed evitare di perdere altre ore di sonno o di soffrire di insonnia, motivati ricordando che dormire a sufficienza:

  • migliora la memoria e le abilità cognitive, rendendoti più efficiente al lavoro;
  • riduce il rischio di ansia, diabete, aumento di peso, depressione, disturbo bipolare, pensieri suicidi, problemi cardiaci e disturbi di memoria;
  • potenzia il sistema immunitario, aiutando a combattere le infezioni;
  • aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue;
  • ripara i tessuti, potenziando la massa muscolare;
  • tiene sotto controllo l’appetito;
  • previene le distrazioni alla guida, riducendo il rischio di incidenti d’auto;
  • riduce i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress;
  • previene gli attacchi di rabbia;
  • diminuisce il rischio di pressione alta.

Il sonno è un’attività ristoratrice. Mentre dormi, il cervello ripara i vasi sanguigni e il cuore. Inoltre cataloga le informazioni elaborate durante la giornata, decidendo cosa conservare e cosa eliminare. Il sonno serve al cervello anche per creare nuovi percorsi che ti aiutano ad affrontare la giornata successiva.

Ora che sai come recuperare il sonno perso ed evitare di perdere ore di sonno preziose per la salute, ti auguriamo un buon riposo, sperando di esserti stati utili. Alla prossima dalla redazione di M’informo Salute!

Scopri anche cosa fare se ti svegli la notte e non riesci più a dormire.

Fonte: Healthline

Potrebbe interessarti anche:

metodi per concepire un maschio o una femmina

I metodi per concepire un maschio o una femmina funzionano davvero?

Ecco cosa c'è di vero e provato dalla scienza sui metodi per concepire un maschio o una femmina che circolano in rete: dalla dieta alla posizione giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.