Home / Animali / Gatti / Cacca del gatto: cosa è normale e cosa deve preoccupare in base all’età del micio

Cacca del gatto: cosa è normale e cosa deve preoccupare in base all’età del micio

cacca del gatto cosa è normaleAnche la cacca del gatto attraversa le sue fasi in base all’età del micio, alla sua dieta, alle sue abitudini e allo stato di salute. Ma non sempre è facile riconoscere cosa è normale nelle feci di un gattino, di un gatto adulto e di un gatto anziano. In questa guida, grazie ai consigli dei veterinari di Catster, impareremo a riconoscere le anomalie nella cacca del gatto che possono segnalare un problema di salute che merita l’attenzione del veterinario. Capiremo quando è il caso di preoccuparsi in caso di stitichezza o diarrea e quando invece è tutto nella norma.

La cacca dei gattini

Partiamo dalla cacca dei gattini. Il dottor Arnold Plotnick spiega che i gattini sono come delle piccole macchine che non fanno altro mangiare e fare la cacca di continuo. I gattini solitamente fanno cacca più volte in un giorno. A causa della loro taglia piccola, è importante monitorare i movimenti intestinali per prevenire problemi.

Non bisogna preoccuparsi se il gattino non fa la cacca per un solo giorno, perché può capitare di saltare un appuntamento con la lettiera.

Bisogna invece preoccuparsi se la costipazione dura più di un giorno. In questo caso è importante chiedere consiglio al veterinario, perché potrebbero esserci delle conseguenze gravi senza un intervento.

Bisogna portare il gattino dal veterinario se non fa la cacca da due giorni o se si sforza quando fa la cacca per capire da cosa dipende e curare la stitichezza.

È importante intervenire subito anche in caso di diarrea, perché i gattini, essendo piccoli, tendono a disidratarsi in fretta. I gattini non mostrano segnali evidenti di disidratazione. Per questo è fondamentale monitorare attentamente un micino con la diarrea. Quando il gatto cresce i rischi di disidratazione causati da una lieve diarrea occasionale e dalla costipazione diminuiscono.

Come spiega il dottor Plotcnick:

Tutti i gatti di tanto in tanto possono soffrire di diarrea o stitichezza. In molti casi, questi disturbi si risolvono spontaneamente senza intervento o con un intervento minimo, ad esempio cambiamenti nella dieta o l’assunzione di farmaci per un breve periodo.

La cacca del gatto adulto

Una volta adulti i gatti possono avere attacchi di diarrea per diverse ragioni. Una delle più comuni è un’allergia al cibo. Ai gatti che ad esempio assumono proteine principalmente dal pollo e hanno la diarrea, il veterinario può prescrivere un cambiamento di dieta, che preveda come fonti di proteine principali il manzo e il salmone.

Questa misura spesso basta a curare la diarrea e a migliorare la salute del pelo e della pelle. La diarrea nei gatti adulti può essere causata anche da una malattia infiammatoria intestinale o dalla colite e dall’infiammazione del colon.

La stitichezza invece nei gatti adulti di solito è causata dalle palle di pelo che non riescono a transitare nell’intestino oppure dal megacolon.

Se il veterinario ha escluso malattie gravi, la stitichezza può essere curata a casa, somministrando al gatto ogni giorno una pasta che elimina i boli di pelo, funzionando come un emolliente delle feci e facilitandone l’espulsione.

Il veterinario consiglia di somministrare ai gatti che soffrono di stitichezza principalmente cibo umido piuttosto che cibo secco, perché i croccantini peggiorano la costipazione.

Un singolo attacco di colite non è preoccupante, e può essere comune quando si verificano cambiamenti nelle abitudini alimentari o nell’ambiente del gatto, ad esempio un trasloco o l’ingresso di un nuovo membro in famiglia.

Le cause della diarrea ricorrente nei gatti adulti

Bisogna invece preoccuparsi quando la diarrea diventa ricorrente. Potrebbe trattarsi di:

  • stress cronico (ad esempio un cane che lo infastidisce di continuo);
  • allergie alimentari;
  • infezioni batteriche;
  • parassiti;
  • Giardia;
  • eccesso di cibo;
  • un improvviso cambiamento nella dieta;
  • l’ingestione di un alimento insolito.

Cacca nei gatti anziani

Con l’avanzare dell’età i gatti diventano più fragili, perciò è importante non trascurare gli episodi di stipsi o diarrea, soprattutto se ricorrenti. La diarrea nel gatto anziano può essere anche uno dei sintomi di malattie come l’ipertiroidismo, insieme a un appetito vorace, alla perdita di peso, alla sete eccessiva, alla minzione eccessiva e al vomito.

Non preoccuparti se la diarrea o la stitichezza durano un giorno o due. Ma se vanno avanti da oltre 1-2 giorni porta il gatto dal veterinario. Questo perché, se non vengono trattate in fretta, nei gatti anziani stitichezza e diarrea possono peggiorare rapidamente le loro condizioni di salute.

Leggi anche: Perché il gatto non usa la lettiera

Fonte: Catster

 

Potrebbe interessarti anche:

gatto si struscia sulle gambe del padrone

Perché il gatto si struscia sulle gambe e addosso al padrone

In questo post soddisferemo una curiosità su un comportamento dei nostri gatti: l'abitudine di strusciarsi sulle nostre gambe, mani o sul viso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.