Home / Attualità / Economia e Risparmio / Pensione sociale 2019: requisiti e come presentare domanda

Pensione sociale 2019: requisiti e come presentare domanda

pensione sociale

Con il lavoro che è sempre di meno, le retribuzioni sempre più basse e i requisiti pensionistici sempre più alti, sono in aumento gli italiani che dovranno accontentarsi della pensione sociale. Questo istituto dà diritto a ricevere un assegno minimo per far fronte alle spese della terza età, garantito a chi non ha versato sufficienti contributi per la pensione “normale”. Come per l’assegno di anzianità o di vecchiaia, anche la pensione sociale deve sottostare alle indicazioni provenienti dall’Europa. Tali indicazioni obbligano l’Italia ad aumentare l’età pensionistica nel 2019. Andiamo a vedere tutti i requisiti per la pensione sociale e come fare per ottenerla. I dati che seguono riguardano l’anno 2019, ma varranno in gran parte anche per il 2020.

I requisiti per la pensione sociale dal 2019

Per poter accedere all’istituto dell’assegno sociale, o pensione sociale come si chiamava fino al 1996, bisogna:

  • essere cittadini italiani, oppure stranieri ma residenti in Italia da almeno 10 anni (per gli extracomunitari bisogna essere in regola con il permesso di soggiorno);
  • non essere titolari di altre pensioni (non rientrano nel novero quelle private);
  • avere almeno 67 anni d’età;
  • avere un reddito annuo massimo di 5889 euro per il singolo cittadino; 11788 per i coniugi (i limiti aumentano a 8370,18 e 14,259,18 sopra i 70 anni).

A comporre il reddito concorrono le seguenti voci:

  • qualsiasi reddito soggetto a IRPEF, esente da imposta, soggetto alla ritenuta alla fonte come le vincite alla lotteria o concorsi a premi;
  • rendite da interessi, terreni e fabbricati;
  • pensioni di guerra, estere e vitalizi;
  • le pensioni di invalidità civili;
  • assegni di mantenimento.

Non vengono compresi nel calcolo del reddito annuo:

  • la prima casa;
  • TFR;
  • altre pensioni fino al valore di 1/3 dell’assegno sociale;
  • indennità di accompagnamento;
  • trattamenti di famiglia;
  • contributi pagati dall’INPS per l’assistenza personale;
  • arretrati di lavoro prestato all’estero.

La verifica dei requisiti viene aggiornata ogni anno dall’INPS. In caso si riscontrasse qualche variazione di reddito che fa superare le soglie indicate, l’erogazione dell’assegno può essere sospesa o modificata. L’assegno viene sospeso anche in caso di soggiorno all’estero superiore ai 30 giorni e viene revocato dopo un anno.

A quanto ammonta l’assegno sociale

Chi rispetta questi requisiti può accedere all’assegno che nel 2019 sarà di 458 euro mensili per 13 mensilità. La cifra può aumentare con cadenza annuale in base al tasso d’inflazione stabilito dall’ISTAT. Se uno o entrambi i coniugi continua ad avere un qualche tipo di reddito che però non supera i limiti sopra indicati, l’assegno diminuisce in modo proporzionale. Dunque se il reddito familiare è pari a zero si percepisce l’assegno come indicato; se vi è reddito, diminuisce in modo da compensare la parte mancante (per esempio se si percepiscono 300 euro al mese, si riceverà un assegno sociale di 158 euro).

Sono possibili ulteriori incrementi dell’assegno. Di fronte a particolari casi reddituali è prevista la possibilità di aumentare l’assegno mensile di 12,92 euro. Dopo i 70 anni l’assegno mensile aumenta, sempre a fronte di particolari necessità, di 190 euro. La cifra erogata è netta, cioè non è soggetta a ritenute IRPEF. L’assegno non è reversibile e non può essere erogato all’estero.

Nel corso dell’anno 2019 verrà discussa la nuova legge sul reddito di cittadinanza che porterà anche alla pensione di cittadinanza. Se dovesse entrare in vigore, l’importo di tale pensione salirebbe a 780 € al mese.

Come presentare domanda

Al compimento del 67esimo anno di età, se si rispettano tutti i parametri precedentemente descritti, è possibile presentare la domanda. La richiesta si può fare direttamente dal sito dell’Inps, tramite patronati e Caf, oppure telefonicamente al 803164 da rete fissa oppure 06164164 da rete mobile. L’assegno sociale decorre dal mese successivo a quello della richiesta.

Foto: Pixabay

Potrebbe interessarti anche:

buste commerciali online

Buste commerciali: perché sono importanti e come sceglierle

I vantaggi di acquistare le buste commerciali online e i consigli per scegliere il modello e il materiale giusto per trasmettere i valori del tuo business.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.