Home / Animali / Cani / I rischi di dare farmaci per umani ai cani e cosa fare in caso di ingestione

I rischi di dare farmaci per umani ai cani e cosa fare in caso di ingestione

rischi farmaci per umani dati ai caniSe hai un cane probabilmente ti sarai chiesto almeno una volta se sia possibile dare farmaci per umani ai cani. In questo approfondimento risponderemo ai principali dubbi sulla somministrazione ai cani dei medicinali destinati a noi umani: dai rischi per la salute alle azioni da compiere in caso di ingestione involontaria dei tuoi farmaci da parte del cane.

Regola numero 1: mai dare farmaci per umani ai cani

La prima importante regola da tenere bene a mente è che non bisogna MAI dare farmaci per umani ai cani, a meno che non sia stato il veterinario a prescriverglieli, indicandoti il dosaggio e la durata della terapia, stabiliti in base al peso, all’età del tuo cane e alle sue condizioni di salute.

Solo il veterinario può valutare il rapporto rischi/benefici di un farmaco e stabilire se sia il caso o meno di somministrare un farmaco per umani ai cani.

Cosa succede se il cane assume analgesici

Anche se pensi che il tuo cane stia soffrendo, non è mai una buona idea dargli analgesici come l’ibuprofene.  L’ibuprofene, infatti, può causare gravi danni al cane anche in piccole dosi. Basta una compressa da 200 mg di ibuprofene per far comparire i sintomi della tossicità.

Ricordati che i cani hanno una soglia del dolore diversa da quella degli umani, quindi non è detto che soffra allo stesso modo per problemi che farebbero star male noi umani. Dargli degli antidolorifici, oltre che rischioso, potrebbe dunque anche essere inutile.

Se hai dato al cane i tuoi analgesici o li ha assunti  per sbaglio trovandoli incustoditi in casa, nel giro di un’ora dall’ingestione potrebbe sviluppare problemi al sistema nervoso centrale e all’apparato digerente con sintomi quali:

  • vomito con sangue;
  • sangue nelle feci;
  • diarrea;
  • nausea;
  • incontinenza urinaria;
  • perdita del controllo della vescica.

Se il cane ha assunto più pillole di ibuprofene o naprossene, potrebbero comparire sintomi ancora più gravi a mano a mano che i principi attivi dei medicinali entrano in circolo nel flusso sanguigno:

  • disorientamento;
  • perdita della coordinazione motoria;
  • danni allo stomaco, con ulcere e perforazioni delle pareti;
  • danni ai reni.

Se il cane ha assunto troppe pillole e non riceve subito assistenza veterinaria, potrebbe andare incontro a insufficienza renale, al coma e persino alla morte.

I rischi di dare il paracetamolo al cane

Se il cane assume acetaminofene, un farmaco analgesico e antipiretico meglio noto come paracetamolo, può sviluppare gli stessi sintomi causati dall’ingestione di ibuprofene, quali diarrea, nausea, vomito e problemi neurologici come la perdita di coordinazione.

In aggiunta possono manifestarsi sintomi quali:

  • cambiamenti evidenti nel colore delle gengive;
  • occhi secchi;
  • difficoltà a respirare;
  • ansimazione eccessiva;
  • gonfiore della faccia.

Cosa succede nell’organismo del cane quando assume farmaci per umani

Il metabolismo del cane, oltre a essere diverso da quello degli umani, è anche più veloce. I FANS sono farmaci antidolorifici ad azione rapida. Inoltre hanno un margine di sicurezza molto più ristretto per i cani rispetto agli umani.

Uno dei motivi per cui l’ibuprofene è pericoloso per i cani è il rivestimento esterno dolcificato. A differenza dei gatti, i cani infatti provano il gusto della dolcezza e sono più portati a ingerirlo.

Una volta nello stomaco del cane, i FANS riducono la produzione di enzimi COX. Questi enzimi sono responsabili del controllo dell’infiammazione naturale. Gli antinfiammatori inibiscono la capacità di autoregolarsi del corpo del cane.

Inoltre gli enzimi COX aiutano a produrre e a mantenere inalterata la mucosa che riveste la parete dello stomaco ed evita che venga danneggiata dai suoi stessi acidi gastrici.

Più pillole il cane ingerisce, più questa barriera si disintegra rapidamente. Questo può portare alla formazione di ulcere, creare buchi nello stomaco e causare la fuoriuscita degli acidi presenti nello stomaco nell’addome.

Gli enzimi COX svolgono anche altre funzioni: aiutare il sangue a coagularsi e regolare l’afflusso del sangue ai reni. Quando un cane assume antidolorifici, può andare incontro a ferite, piaghe e perforazioni che non riescono a guarire.

Quando il flusso di sangue ai reni è compromesso, il cane fa fatica a gestire la vescica.  La funzione antidolorifica dei FANS spiega inoltre perché il cane sviluppi sintomi neurologici.

Mentre la presenza di sangue nelle feci o nel vomito è un segnale d’allarme di ferite aperte nello stomaco o nell’intestino tenue.

Cosa fare se il cane ha assunto farmaci per umani

La prima cosa da fare in questi casi dunque è portare il cane dal veterinario o al pronto soccorso veterinario più vicino, dove potrà ricevere assistenza. Potrebbero essere necessari diversi tipi di interventi per rimediare ai danni dei farmaci: una lavanda gastrica; un’operazione per riparare una perforazione allo stomaco.

Nessun farmaco antinfiammatorio steroideo è sicuro per il cane, a meno che non sia il veterinario a stabilirlo dopo averlo visitato.

Prevenire i rischi

Per evitare che il cane ingerisca i tuoi farmaci, non lasciarli mai alla sua portata. Conservali ben sigillati in un armadietto posizionato in alto e non raggiungibile dal cane o in un cassetto chiuso a chiave. Non lasciarli mai su tavoli, mensole e comodini.

Se il cane li trova incustoditi e riesce ad aprire coi denti la confezione, cosa molto probabile e facile per un cane, difficilmente si limiterà a ingerire solo una o due pillole. Le probabilità di un’intossicazione da farmaci sono molto alte, perché tante pillole, oltre a essere irresistibilmente croccanti per le fauci di un cane, hanno un rivestimento zuccherato che ha un sapore piacevole per il cane.

Il cane potrebbe ingerire farmaci non solo per soddisfare i suoi appetiti, ma anche per curiosità. Pensiamo ai cuccioli, ad esempio, che mettono in bocca qualsiasi cosa per imparare a conoscere il mondo, per gioco o semplicemente per noia.

Speriamo di aver chiarito molti tuoi dubbi! Alla prossima!

Leggi anche: Si possono dare le ossa ai cani?

Fonte: Dogster

Potrebbe interessarti anche:

cane fa pipì nella ciotola del cibo

Perché il cane fa pipì nella ciotola del cibo e come farlo smettere

Se il tuo cane fa pipì nella ciotola del cibo, può dipendere da ansia, eccitazione o marcatura del territorio. Scopri tutte le cause e come farlo smettere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.