Home / Salute / Dolore al seno prima del ciclo mestruale: da cosa dipende e come alleviarlo

Dolore al seno prima del ciclo mestruale: da cosa dipende e come alleviarlo

dolore al seno prima del cicloProvi dolore al seno prima del ciclo mestruale? Sei in buona compagnia. Questo sintomo fastidioso, noto come mastalgia ciclica, fa parte della sindrome premestruale e colpisce gran parte delle donne in età fertile.

Prima dell’arrivo delle mestruazioni, uno o entrambi i seni diventano gonfi, pesanti e doloranti.

Inoltre le mammelle sono molto sensibili al tatto e a qualsiasi urto accidentale. Basta anche solo urtare con il petto contro un mobile, o sfiorarle con il braccio, per avvertire dolore.

Oltre a essere dolorante, nei giorni prima del ciclo il seno assume una consistenza molle e pulsa. Al tatto possono avvertirsi noduli e grumi a causa del fluido in eccesso. In questo caso soffri di una condizione benigna nota come mastopatia fibrocistica.

Ma non preoccuparti: secondo il National Cancer Institute questi noduli non sono il sintomo di un cancro. Il seno nodoso e pieno è dovuto all’alta concentrazione di ormoni che si accumulano nel petto durante le mestruazioni.

Questi tessuti fibrosi sono presenti in entrambi i seni e scompariranno subito dopo che il ciclo è passato.

Le cause del dolore al seno prima del ciclo

E sono proprio gli ormoni la causa del dolore al seno sinistro e/o destro prima del ciclo mestruale. A spiegarlo sull’Huffington Post Australia è la dottoressa Judith Reddrop della clinica Women’s Wellbeing, specializzata nella cura dei problemi di salute femminili:

Il dolore al seno è dovuto alle fluttuazioni ormonali del ciclo mestruale. Gli estrogeni raggiungono il picco intorno alla metà del ciclo, mentre il progesterone raggiunge il picco la settimana dopo.

Così durante la seconda metà del ciclo, dal giorno 14 al giorno 28 in un ciclo di 28 giorni, entrambi questi ormoni sono ai loro livelli massimi. Un po’ come se nel tuo seno ci fosse un party di ormoni. E i seni sono molto sensibili agli ormoni, perché hanno dei recettori per gli estrogeni e il progesterone.

Gli estrogeni dilatano i dotti mammari, mentre la produzione di progesterone fa gonfiare le ghiandole mammarie. È colpa di questi due ormoni se ti fa male il seno prima del ciclo. Tanto che puoi provare gli stessi sintomi anche se assumi farmaci che contengono estrogeni.

Ma non preoccuparti. Il dolore al seno prima del ciclo causato dagli ormoni è normale. La dottoressa Reddrop rassicura infatti che un seno dolorante e gonfio nei giorni che precedono le mestruazioni vuol dire che gli ormoni funzionano bene.

Come alleviare il dolore al seno prima del ciclo

Rimedi naturali

Messe da parte le preoccupazioni sulla gravità di questo sintomo, resta però il dolore. Andare in giro con il seno pesante, sensibile e dolorante ti causa sicuramente disagio e fastidio. Niente paura! Ci sono diversi rimedi naturali per il dolore al seno prima del ciclo.

La dottoressa Reddrop consiglia di:

  • fare esercizio fisico la settimana prima dell’arrivo delle mestruazioni;
  • indossare un reggiseno comodo e della giusta misura;
  • se si fa sport indossare un reggiseno sportivo adatto a sostenere il seno durante lo sforzo;
  • indossare un reggiseno anche di notte per sostenere adeguatamente il seno e dormire meglio;
  • evitare la caffeina, gli alcolici e i cibi grassi nelle due settimane prima del ciclo perché aggravano i sintomi;
  • non consumare troppo sale, perché causa ritenzione idrica, peggiorando il gonfiore del seno.

Integratori

Un altro rimedio efficace per alleviare il dolore al seno è assumere integratori di vitamine B1 e B6. La dose giornaliera raccomandata è di 50-100 mg al giorno. Queste due vitamine sono utili perché sono coinvolte nelle reazioni ormonali che portano alla produzione degli ormoni sessuali.

Ottimo anche l’olio di enotera, ma solo se assunto regolarmente. La dose giornaliera consigliata è di 1.000-2.000 mg al giorno.

Lo U.S. Department of Health and Human Services Office on Women’s Health consiglia inoltre di assumere 400 unità internazionali (UI) di vitamina E  e 400 milligrammi di magnesio al giorno per alleviare i dolori della sindrome premestruale.

Farmaci

In caso il dolore sia insopportabile, è possibile assumere degli antidolorifici ad azione antinfiammatoria come il Panadol (paracetamolo), il Nurofen (ibuprofene) o il naprossene sodico.

Gli antinfiammatori non steroidei aiutano anche ad alleviare i crampi, un altro sintomo fastidioso della sindrome premestruale.

Il medico di famiglia potrebbe prescriverti dei diuretici contro la ritenzione idrica per attenuare il gonfiore al seno. Inoltre, in caso di endometriosi o mastopatia fibrocistica, potrebbe prescriverti il danazolo.

Quando andare dal ginecologo

La buona notizia è che il dolore al seno prima del ciclo scompare non appena iniziano le mestruazioni, quando i livelli di ormoni si abbassano. Già il primo giorno delle mestruazioni proverai un sollievo immediato.

Inoltre, con l’avanzare dell’età e l’avvicinarsi della menopausa, questi sintomi si faranno meno intensi di mese in mese.

Se però provi un dolore forte al seno prima di ogni ciclo e tutti i mesi fai fatica a lavorare, studiare o fare la tua solita vita, il consiglio dell’esperta è di andare dal ginecologo.

Potrai così valutare insieme a uno specialista se è il caso di assumere la pillola anticoncezionale che blocca l’ovulazione e stabilizza gli ormoni, riducendo i sintomi della sindrome premestruale.

Sintomi sospetti

Solo a mestruazioni finite, controlla il seno alla ricerca di noduli sospetti, che potrebbero indicare un cancro. In questo periodo infatti nel seno il party di ormoni che causava grumi e gonfiore si è concluso e i risultati dell’autopalpazione saranno più attendibili.

Se noti perdita di pus o di sangue dal capezzolo o altri sintomi sospetti e insoliti, vai dal medico per un controllo.

Dolore al seno e gravidanza

Il dolore al seno può anche indicare una gravidanza in corso. Ma in questo caso il gonfiore e la sensibilità al tatto compaiono da una a due settimane dopo il concepimento e non scompaiono, perché i livelli di progesterone aumentano a causa della gravidanza.

Inoltre possono comparire anche altri sintomi, come nausea, vomito, perdite vaginali di sangue o muco. Se hai avuto rapporti sessuali non protetti e il ciclo è in ritardo, fai un test di gravidanza per toglierti ogni dubbio!

Leggi anche:

Potrebbe interessarti anche:

sgonfiare ginocchia piene di liquido

4 rimedi naturali per sgonfiare le ginocchia piene di liquido

Il ginocchio gonfio pieno di liquido non ti dà tregua? Scopri 4 semplici rimedi naturali consigliati dai medici per sgonfiare le ginocchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.