Home / Salute / Medicina / Eritema da sudore: come curare la pelle arrossata e il prurito

Eritema da sudore: come curare la pelle arrossata e il prurito

eritema da sudore dermatiteL’eritema da sudore è causato da una forma di dermatite comune soprattutto in estate. I sintomi principali sono puntini rossi e macchie rosse, spesso associate a prurito, che compaiono nelle zone in cui si suda di più.

L’infiammazione della pelle causata dal sudore si manifesta soprattutto sotto le ascelle, nella zona dell’inguine, sulla schiena, sul torace e sull’addome. Le macchie rosse possono comparire anche dietro il collo, all’attaccatura dei capelli, quando si suda molto durante una corsa. O nell’incavo dei gomiti.

Nella forma più grave si formano anche piccole vesciche. Le vescicole non devono mai essere bucate per evitare di peggiorare l’infiammazione.

Chi è a rischio

L’eritema da sudore colpisce sia gli adulti che i bambini. Le persone più a rischio sono quelle con la pelle delicata e che lavorano in ambienti umidi.

Anche chi fa esercizio fisico regolarmente in estate, e quindi suda molto, è più esposto al rischio di sviluppare una dermatite da sudore.

Rischi per la salute

Non si tratta di un disturbo grave. Il prurito però può causare molto disagio nella vita quotidiana, impedendo di lavorare serenamente e rendendo irritabili. Di notte inoltre può provocare insonnia.

La sensazione pruriginosa scatenata dal sudore porta a grattarsi di continuo e a peggiorare i sintomi dell’eritema.

In alcuni casi se ci si gratta con le unghie lunghe e in modo troppo violento, si aprono delle vere e proprie ferite. Le parti del corpo che vengono graffiate di continuo possono infettarsi a contatto con la polvere e i batteri.

Come curare l’eritema da sudore

Per tutti questi motivi è importante non trascurare l’eritema da sudore. Per risolvere il problema si può ricorrere a metodi di prevenzione, a rimedi naturali e, in caso il medico lo ritenga necessario, all’applicazione di farmaci a base di cortisone per alleviare la reazione allergica.

Farmaci cortisonici

Il medico di famiglia o il dermatologo, dopo la visita, prescriverà una pomata cortisonica. Solitamente l’indicazione del medico è di non abusarne. Bisogna applicare una piccola quantità solo sulle aree che prudono.

La crema va applicata alla sera se il prurito è più forte di notte.

Inoltre bisogna fare attenzione a non esporsi al sole subito dopo l’applicazione per evitare effetti collaterali. Il cortisone infatti rientra nei farmaci fotosensibilizzanti. Questi medicinali reagiscono ai raggi ultravioletti provocando scottature, eritemi, orticaria e vescicole sulla pelle.

Nei casi gravi di dermatite da sudore, il medico potrebbe decidere di prescrivere cortisonici più potenti, da assumere per via orale.

Rimedi naturali

Oltre ai farmaci esistono dei rimedi naturali per alleviare il prurito da sudore. Secondo il dermatologo Antonino Di Pietro dell’Istituto Dermoclinico Vita-Cutis, i metodi casalinghi più efficaci per calmare i sintomi dell’eritema da sudore, nei casi non gravi, sono:

  • applicare degli impacchi di camomilla;
  • farsi dei bagni a base di amido di riso.

Prevenzione dell’eritema da sudore

Anche la prevenzione è importante. Per ridurre gli arrossamenti della pelle causati dal sudore bisogna:

  • NON usare il talco, perché ottura i pori e aggrava i sintomi.
  • Indossare abiti in cotone, lino, seta e altri tessuti naturali che permettono la traspirazione. No invece alle fibre sintetiche, perché fanno sudare di più. Da evitare anche i vestiti troppo stretti che sfregando sulla pelle peggiorano l’irritazione.
  • Bere almeno due litri di acqua al giorno. Evitare alcolici, cibi grassi, alimenti piccanti, insaccati e fritti che aggravano l’infiammazione e fanno sudare di più.
  • Non usare prodotti per l’igiene del corpo troppo aggressivi.

Dermatite atopica ed eritema da sudore

Chi soffre di dermatite atopica a volte può sviluppare una particolare sensibilità ai liquidi corporei come la saliva e il sudore. Il prurito intenso porta a grattarsi di continuo, causando lesioni sulla pelle.

Le ferite aperte possono andare incontro a infezioni. Un altro rischio è l’ispessimento patologico della pelle, noto come lichenificazione.

Inoltre molte persone che soffrono di dermatite atopica rispondono al sudore eccessivo producendo istamina. Questa sostanza chimica viene rilasciata dal sistema immunitario in risposta agli allergeni.

A differenza di altri allergeni alimentari o ambientali, come le arachidi o il pelo del gatto, il sudore però non è un allergene che può essere evitato. La sudorazione infatti è una funzione indispensabile per mantenere la temperatura corporea costante e difendere l’organismo da batteri, virus e funghi.

Per ridurre il rischio di eritema da sudore, chi soffre di dermatite atopica può:

  • fare subito la doccia o il bagno dopo aver sudato;
  • tamponare la pelle dopo essersi lavato;
  • applicare una buona crema idratante lenitiva per proteggere la pelle e ridurre il rischio di infiammazioni.

Leggi anche:

Fonti: Atopic Dermatitis; Antonino Di Pietro

Potrebbe interessarti anche:

pelle arrossata per il sudore prurito

Pelle arrossata per il sudore e prurito: i rimedi più efficaci

Hai la pelle arrossata per il sudore? Il prurito dopo aver sudato non ti dà pace? Ecco i rimedi naturali più efficaci consigliati dai dermatologi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.