Home / Salute / Denti gialli: come sbiancarli con i prodotti e i rimedi naturali più efficaci

Denti gialli: come sbiancarli con i prodotti e i rimedi naturali più efficaci

denti gialli rimedi naturaliI denti gialli stanno rovinando la bellezza del tuo sorriso? Niente paura! Esistono tanti prodotti e rimedi naturali per sbiancare i denti. In questo approfondimento vedremo quali sono le cause principali dell’ingiallimento dei denti e ti mostreremo i metodi più efficaci per curare e prevenire questo problema estetico.

Perché i denti diventano gialli

I denti diventano gialli perché lo smalto, un tessuto traslucido di rivestimento che li protegge dagli agenti esterni, si consuma. Questo processo di usura ha diverse cause: dall’invecchiamento al consumo di cibi acidi corrosivi, a cattive abitudini di igiene orale, come non lavarsi i denti dopo i pasti.

Anche l’assunzione di antibiotici, infezioni e problemi di metabolismo possono rovinare il colore dei denti. Così come la peridontite, un accumulo di batteri sui denti e sulle gengive che contribuisce allo scolorimento dei denti. La perdita dello smalto rende visibile la dentina, il tessuto sottostante, di colore giallognolo tendente al marroncino.

I denti possono avere diverse tonalità di bianco e colori naturali differenti. Alcune persone hanno i denti che tendono al giallo e più opachi sin dalla nascita, senza che questo rappresenti un problema. Fai perciò attenzione ai cambiamenti nel colore dei tuoi denti. Se li hai sempre avuti non proprio bianchissimi e non noti peggioramenti, non preoccuparti.

Come sbiancare i denti gialli

Sbiancamento professionale dal dentista

Lo sbiancamento dei denti a base di perossido di idrogeno con il laser, noto anche come bleaching, è un trattamento professionale che puoi effettuare periodicamente dal dentista. È indolore e non ha effetti collaterali, se si esclude una maggiore sensibilità dei denti nelle 72 ore successive. Costa circa 500 euro e l’effetto dura un anno.

I migliori prodotti per sbiancare i denti gialli

Dentifrici sbiancanti

Per sbiancare i denti di una o due tonalità, come dimostra uno studio del 2014, puoi anche usare dei dentifrici sbiancanti. Tranquillo/a: non contengono candeggina! Questi prodotti contengono sostanze chimiche sbiancanti come il perossido di carbamide o il perossido di idrogeno, che rimuovono le macchie di cibo resistenti ai dentifrici normali.

Tra i dentifrici consigliati contro l’ingiallimento dentale ci sono anche quelli neri al carbone attivo, che secondo uno studio del 2017 aiutano a rimuovere le macchie sui denti. Le paste sbiancanti al carbone attivo tuttavia vanno usate con cautela perché possono lasciare a loro volta macchie sui denti. Inoltre il carbone attivo è difficile da rimuovere dalle fessure e dalle otturazioni.

Per avere denti più bianchi, secondo uno studio del 2012, puoi provare anche un dentifricio a base di bicarbonato di sodio e perossido di idrogeno. Puoi farlo anche a casa, mescolando 1 cucchiaio da tavola di bicarbonato di sodio con 2 cucchiai di perossido di idrogeno.

Mascherine sbiancanti

In commercio trovi anche delle mascherine sbiancanti per i denti da indossare per 2-4 ore di giorno o di notte. I prodotti più sicuri, secondo l’American Dental Association, sono quelli che contengono il 10% di perossido di carbamide.

Strisce sbiancanti

Un’alternativa alle mascherine sono le strisce sbiancanti a base di gel al perossido di idrogeno. Le strisce aderiscono ai denti. La maggior parte delle strisce in commercio va applicata due volte al giorno per 30 minuti.

Uno studio del 2016 sostiene però che non ci sono prove che le strisce sbiancanti siano più efficaci delle mascherine sbiancanti contenenti il 10% di perossido di carbamide.

Penne sbiancanti

Le penne sbiancanti in commercio contengono diverse sostanze che combattono l’ingiallimento e le macchie dei denti. Tra gli ingredienti più comuni troviamo perossido di carbammide al 35%, perossido di urea al 7%, gel con lichene artico, idrossiapatite e cloruro di potassio, pigmenti opacizzanti e coloranti. Il gel applicato con la penna sui denti dà risultati immediati. Ad esclusione delle penne con pigmenti opacizzanti e coloranti, le altre penne in commercio offrono risultati duraturi.

Collutori sbiancanti

In farmacia trovi anche collutori sbiancanti a base di perossido di idrogeno o di altre sostanze che contengono ossigeno. Usati due volte al giorno per risciacqui di un minuto, questi prodotti sbiancano i denti gialli di una o due tonalità in 3 mesi.

Rimedi naturali contro l’ingiallimento dei denti

Una buona igiene orale

Esistono inoltre diversi rimedi naturali per prevenire l’ingiallimento e recuperare il bianco dei denti.

Lavati i denti due o tre volte al giorno

Una buona igiene orale è il metodo più efficace per evitare che i denti diventino gialli. Lavati i denti due o tre volte al giorno per almeno 2-3 minuti.

Non dimenticare di lavarti i denti soprattutto dopo aver mangiato cibi che scoloriscono i denti, come il vino rosso, il caffè, i mirtilli e le barbabietole.

Spazzola tutti i denti con movimenti circolari dello spazzolino. Raggiungi anche quelli nella parte posteriore della bocca.

Se passi lo spazzolino anche sulle gengive, fallo più delicatamente.

Vitamina C

Assicurati di non avere carenze di vitamina C, perché secondo uno studio del 2007 peggiora la peridontite, un accumulo di batteri che, come abbiamo scritto sopra, causa lo scolorimento dei denti.

Enzimi della frutta

Per denti senza macchie sono efficaci anche gli enzimi della papaia e di bromelina dell’ananas. A sostenere l’efficacia degli enzimi della frutta nello sbiancamento dei denti è uno studio del 2012.

Aceto di sidro di mele

L’aceto di sidro di mele in base a una ricerca del 2014 ha simili proprietà sbiancanti, ma solo se usato con parsimonia. Un uso frequente può infatti danneggiare la superficie dei denti.

Olio di cocco e altri oli vegetali

Anche l’olio di cocco usato per risciacqui di 20 minuti senza ingoiare, pratica nota come oil pulling, è considerato un rimedio naturale efficace contro i denti gialli.

L’olio vegetale, secondo uno studio del 2015, rimuove i microorganismi che causano tartaro e placca. Basta un cucchiaio per ogni risciacquo per prevenire placca, gengivite e alitosi.

Attenzione, però, perché questo metodo non sostituisce la pulizia dei denti con dentifricio e spazzolino.

Prevenzione dei denti gialli

Per prevenire i denti gialli, oltre a lavarti i denti regolarmente,  limita il consumo di cibi zuccherini o ricchi di carboidrati e di bevande che macchiano i denti, come:

  • caffè;
  • tè;
  • vino rosso;
  • bibite gassate;
  • barbabietola;
  • mirtilli;
  • caramelle alla frutta;
  • arance;
  • salsa di pomodoro;
  • aceto balsamico. 

Inoltre, smetti di fumare e non masticare tabacco.

Se devi bere caffè o bevande corrosive, usa una cannuccia per non danneggiare lo smalto dei denti.

Dopo i pasti bevi dell’acqua naturale o del latte per ridurre l’effetto corrosivo dei cibi acidi.

Leggi anche:

Fonte: Medical News Today

Potrebbe interessarti anche:

sgonfiare ginocchia piene di liquido

4 rimedi naturali per sgonfiare le ginocchia piene di liquido

Il ginocchio gonfio pieno di liquido non ti dà tregua? Scopri 4 semplici rimedi naturali consigliati dai medici per sgonfiare le ginocchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.