Home / Salute / Le sigarette elettroniche fanno male? Ecco cosa dicono gli studi sui rischi per la salute

Le sigarette elettroniche fanno male? Ecco cosa dicono gli studi sui rischi per la salute

rischi per la salute sigarette elettronicheLe sigarette elettroniche vengono utilizzate da molti fumatori come alternativa alle sigarette tradizionali. Spesso sono un vizio di transizione, uno dei tanti metodi per smettere di fumare provato dai tabagisti.  Altre volte, lo svapo, come viene chiamato, diventa un’abitudine difficile da sradicare.

Ma sono tanti i dubbi sulla sicurezza della sigaretta elettronica e dei liquidi aromatizzati: quali sono i rischi per la salute? Le sigarette elettroniche creano dipendenza? Contengono sostanze tossiche? Possono provocare il cancro?

In questo approfondimento cercheremo di rispondere a queste domande, consultando gli studi scientifici sui rischi per la salute delle sigarette elettroniche effettuati sinora.

A tirare le somme sui risultati delle ricerche mediche sulle e-cigarette è stata la National Academies of Sciences, Engineering, and Medicine.  In un report del 2018 gli scienziati hanno preso in considerazione oltre 800 studi effettuati sulle sigarette elettroniche da veri enti di ricerca.

L’analisi non è giunta a una conclusione definitiva sui benefici e i pericoli delle sigarette elettroniche. David Eaton, a capo del team di ricerca, ha spiegato che le sigarette elettroniche ad oggi non possono essere classificate come dannose per la salute, né come sicure.

Pro e contro dello svapo dipendono dalle circostanze

I pro e i contro dello svapo dipendono infatti dalle circostanze. Le sigarette elettroniche, ad esempio, rappresentano un rischio per la salute quando vengono usate dagli adolescenti e dai giovani che non avevano il vizio del fumo. In questo caso, infatti, aumentano le probabilità di sviluppare una dipendenza in futuro.

Al contrario, quando vengono impiegate dai fumatori incalliti per smettere di fumare, fanno bene alla salute, perché riducono l’esposizione ai danni del fumo di sigaretta e alle malattie causate dal tabagismo.

Sigarette elettroniche e cancro

Riguardo al rischio di cancro delle sigarette elettroniche, secondo l’analisi, la maggior parte delle e-cigarette in commercio e dei liquidi contiene una serie di sostanze che sono potenzialmente tossiche.

Ciononostante, fumare sigarette elettroniche al posto delle sigarette normali espone i fumatori a una quantità inferiore di sostanze pericolose, note per essere sicuramente tossiche e cancerogene.

Il consumo di nicotina, invece, in base ai dati raccolti da vari studi, resta uguale a quello delle sigarette tradizionali.

Gli autori del report hanno concluso che tra i danni a lungo termine delle sigarette elettroniche potrebbe esserci un aumento del rischio di cancro. Ciononostante non possono affermare con certezza che le sigarette elettroniche fanno venire il cancro.

Si tratta infatti di una relazione ancora tutta da dimostrare. Questo perché non ci sono prove sufficienti che l’esposizione a questi agenti carcinogeni sia così elevata da poter provocare un tumore.

Svapo e malattie respiratorie

Anche dall’analisi degli studi sul rischio di malattie respiratorie legato allo svapo è emerso che non ci sono abbastanza prove.

Ciononostante alcuni studi hanno scoperto che potrebbero aumentare la tosse e causare respiro sibilante negli adolescenti. Inoltre sono associate a un peggioramento dell’asma.

Non ci sono infine prove sufficienti che gli adulti asmatici passati alle sigarette elettroniche ne traggano benefici per i polmoni e per la riduzione dei sintomi delle crisi respiratorie.

Vale lo stesso per i fumatori affetti da malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD).

Rischi delle sigarette elettroniche in gravidanza

Sui rischi delle sigarette elettroniche in gravidanza, il report non ha trovato prove sufficienti. Non ci sono infatti abbastanza dati sulle conseguenze dello svapo sullo sviluppo del feto.

Conclusioni

Gli scienziati hanno concluso che occorrono più studi sui rischi delle sigarette elettriche, sia a breve termine che a lungo termine.

Anche sull’efficacia come metodo per smettere di fumare bisogna approfondire ulteriormente il rapporto rischi/benefici. Nel frattempo gli esperti sono d’accordo su un punto: bisognerebbe scoraggiare l’uso delle sigarette elettroniche negli adolescenti.

Leggi anche:

 

Fonti: Medical News Today; New York Times

Potrebbe interessarti anche:

puntini rossi sul collo cause

Puntini rossi sul collo con e senza prurito: cause e rimedi

Ti sono comparsi dei puntini rossi sul collo? Scopri i rimedi e le possibili cause: dalla rasatura alla dermatite da contatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.