Home / Salute / Bellezza / I rischi dei tatuaggi: dall’allergia ai problemi con la risonanza magnetica

I rischi dei tatuaggi: dall’allergia ai problemi con la risonanza magnetica

rischi per la salute dei tatuaggiUn tatuaggio è per sempre. O meglio quasi, perché come abbiamo visto in un precedente approfondimento rimuovere i tatuaggi indesiderati è sì possibile con il laser o il Plexr, ma richiede una procedura lunga, costosa e non sempre efficace.

Prima di farsi fare un tatuaggio è importante non solo essere sicuri di riuscire a conviverci per tutta la vita, ma anche valutare i possibili rischi per la salute e sapere come evitarli. Solitamente i tatuatori professionisti mettono al corrente i loro clienti e li proteggono da ogni imprevisto. Oggi inoltre i tatuaggi vengono effettuati quasi sempre con pigmenti naturali e non dannosi. Ma è bene comunque informarsi preventivamente.

Le reazioni avverse dei tatuaggi

Degli effetti collaterali dei tatuaggi si parla sul numero di Starbene del 22 maggio 2018. Tra le reazioni avverse più comuni dei tatuaggi ci sono le allergie ai metalli contenuti negli inchiostri.

Allergia ai metalli contenuti negli inchiostri

Come spiega il dermatologo Steven Nisticò, le reazioni allergiche ai tattoo si manifestano con sintomi quali prurito, arrossamento e formazione di noduli rossi e gonfi sotto la pelle.

I sintomi dell’allergia possono comparire subito dopo aver fatto il tatuaggio, ma anche a distanza di anni. Secondo l’esperto chi soffre di eczema o psoriasi dovrebbe evitare di farsi tatuare, perché è più esposto al rischio di reazioni allergiche per via dell’ipersensibilità della pelle, già provata dalla malattia.

Tutti gli altri possono effettuare un patch test per precauzione prima di fare un tatuaggio per assicurarsi di non essere allergici ai metalli presenti nei coloranti.

Scottature durante la risonanza magnetica

Un tatuaggio, specie se scuro, fatto decine di anni fa ed effettuato con pigmenti ferrosi, può creare problemi anche durante la risonanza magnetica. Questo perché il campo magnetico dell’esame li surriscalda e può causare scottature. Se si avverte fastidio e bruciore durante l’esame, occorre avvisare subito il tecnico.

Durante l’esame inoltre i tatuaggi estesi e molto colorati fatti di recente potrebbero sbiadirsi leggermente.
Un altro inconveniente a cui va incontro chi ha tatuaggi e deve sottoporsi a una risonanza magnetica è che se il tatuaggio si trova sulla parte del corpo da esaminare, può essere più difficile leggere l’esito dell’esame. Lo specialista in questo caso può consigliare di sottoporsi a un altro tipo di esame diagnostico.

Infiammazione dei tessuti con l’anestesia epidurale

I tatuaggi nella parte bassa della schiena espongono a reazioni avverse le donne a cui viene effettuata l’anestesia epidurale durante il parto.

A spiegare quale rischio corrono è la dottoressa Carla Carozzi, anestesista dell’Istituto neurologico Besta di Milano. L’esperta avverte c’è il rischio di andare incontro a un’infiammazione del tessuto che protegge le fibre nervose. Questo perché l’ago può veicolare le particelle di inchiostro.

In questo caso bisogna valutare con l’anestesista se è il caso di effettuare l’epidurale o è meglio ricorrere a un altro tipo di anestesia.

L’epidurale è sempre sconsigliata invece in caso il tatuaggio sia stato effettuato nelle due settimane precedenti. In questo caso si corre infatti il pericolo di infiammazioni cutanee.

Potrebbe interessarti anche:

rimedi smagliature

Smagliature: i rimedi più efficaci, dai cerotti alle fiale

Le smagliature bianche non possono essere eliminate del tutto, ma è possibile renderle meno visibili e prevenire la formazione di altre striature usando i prodotti anti-smagliature. Ecco i rimedi più efficaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.