Home / Salute / Urina che odora di caffè: ecco da cosa può dipendere

Urina che odora di caffè: ecco da cosa può dipendere

caffè urinaLa tua urina odora di caffè, ma non ne bevi neanche una goccia? Sei preoccupato perché pensi che questo strano odore possa essere il sintomo di un cancro o di un’altra malattia? Niente paura! In questo articolo vedremo perché a volte la pipì puzza di caffè e quando preoccuparsi.

Odore dell’urina e cancro

Partiamo subito con il dire che sì, è vero, alcuni tipi di cancro possono cambiare l’odore dell’urina. Si tratta del cancro alla vescica, del tumore alla prostata e del cancro ai polmoni.

Ma prima di allarmarti inutilmente, considera che i cambiamenti nell’odore dell’urina causati da un cancro non possono essere riconosciuti dall’olfatto umano.

Solo animali dall’olfatto più sviluppato, come i topi e i cani, possono essere addestrati a fiutare i tumori. Gli scienziati della University of Liverpool e della University of the West of England di Bristol hanno anche creato un macchinario, chiamato Odoreader, in grado di diagnosticare il cancro alla prostata e alla vescica dall’odore dell’urina.

Questo sistema di gascromatografia funziona come una sorta di naso elettronico. Inserendo un campione di urina nella macchina, l’algoritmo è in grado di diagnosticare il cancro. Questo test evita di sottoporre i pazienti a biopsie invasive nella prima fase della diagnosi.

Le cause principali dei cambiamenti di odore dell’urina

Tornando all’odore del caffè nell’urina, nella maggior parte dei casi non dipende da un cancro, ma da altre cause. Se noti un odore strano quando fai pipì probabilmente non bevi abbastanza. O fai troppa pipì. La disidratazione fa puzzare l’urina di stantìo, come l’odore pungente e acre che si respira nei bagni chimici.

La puzza può dipendere anche da alcuni alimenti che hai mangiato. Gli asparagi, ad esempio, fanno puzzare la pipì di cavolo marcio.

Anche un’infezione delle vie urinarie causa urine maleodoranti, ma in questo caso l’odore che si avverte non somiglia per niente a quello del caffè.

Prima di saltare a conclusione affrettate, controlla anche che l’odore del caffè che senti in bagno quando fai pipì al mattino non arrivi dall’appartamento del tuo vicino. Anche se non sei stato tu a preparare il caffè, l’aroma potrebbe diffondersi in casa tua attraverso i condotti dell’aria.

La causa principale per cui la tua urina odora di caffè è che hai bevuto tanto caffè. Il caffè contiene dei composti noti come polifenoli. Tra questi gli acidi idrossicinnamici, che danno al caffè il suo aroma caratteristico.

Quando questi composti vengono metabolizzati dall’organismo, producono dei materiali di scarto, chiamati metaboliti, che vengono espulsi attraverso le urine. Se bevi molto caffè, i metaboliti faranno odorare di caffè la tua pipì.

Bere tanto caffè causa anche disidratazione, perché la caffeina ha lievi effetti diuretici. E come abbiamo visto la disidratazione rende l’urina più concentrata e ne fa percepire maggiormente il cattivo odore.

I medici della Mayo Clinic consigliano di non consumare più di 400 milligrammi di caffeina al giorno, che corrispondono a circa 4 tazzine. Se ne consumi di più, assicurati di bere più acqua.

Se noti altri sintomi sospetti oltre all’odore insolito dell’urina. O questo cattivo odore non passa in pochi giorni, è sempre bene chiedere un parere al tuo medico per sicurezza.

Cosa succede se bevi troppo caffè

L’eccesso di caffeina può causare altri problemi, ben più gravi del cattivo odore dell’urina: insonnia, nervosismo, nausea, attacchi d’ansia, battito cardiaco accelerato.

Nei casi gravi, in cui ci sia un’overdose di caffeina, possono insorgere sintomi come allucinazioni, dolore al petto, vomito, stato confusionale e convulsioni. In questo caso bisogna recarsi immediatamente al pronto soccorso.

Per prevenire ogni rischio, se non puoi fare a meno di bere tante bevande eccitanti durante il giorno, prova a sostituire il caffè con il tè verde o il tè nero, che contengono meno caffeina.

Al mattino, inoltre, aspetta almeno 30-60 minuti dal risveglio prima di bere il primo caffè della giornata. In questo arco di tempo, l’organismo produce infatti il cortisolo, l’ormone dello stress. Questo ormone aiuta a svegliarsi naturalmente e fa avvertire un bisogno minore di consumare caffè.

Se ti va, leggi anche altri articoli sullo stesso tema:

Fonti: Scary Symptoms; Healthline

Potrebbe interessarti anche:

Dolore al fianco destro o sinistro: i sintomi e le possibili cause

In questo approfondimento vedremo da cosa può essere provocato il dolore al fianco: dalle cause renali più comuni a quelle più rare come l'herpes zoster.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.