Home / Animali / Gatti / Di cosa hanno paura i gatti: dai cetrioli all’aspirapolvere

Di cosa hanno paura i gatti: dai cetrioli all’aspirapolvere

di cosa hanno paura i gattiHai visto il tuo gatto affrontare con coraggio un temibile e gigante stivale peloso, scambiato per una preda. E poi tremare come una foglia e darsela a gambe levate davanti a un innocuo cetriolo. Niente di strano. I gatti hanno tante paure che a noi umani possono sembrare incomprensibili.

In questo post vedremo di cosa hanno paura i gatti. Capiremo perché sono spaventati da ortaggi come i cetrioli e le zucchine. O terrorizzati da elettrodomestici rumorosi come l’aspirapolvere. Ma soprattutto scopriremo come aiutare il nostro gatto a superare le sue fobie. Pronti?

Perché i gatti hanno paura

Iniziamo il nostro viaggio nel mondo delle paure del gatto dalle cause biologiche ed evolutive. Viene infatti spontaneo chiedersi: perché i gatti hanno paura se sono dei predatori?

A rispondere a questa domanda è il dottor Mikel Delgado, veterinario esperto di comportamento dei gatti di Feline Minds. Delgado spiega che i gatti non solo solo predatori, ma anche prede. Non sono animali in cima alla piramide alimentare. Il termine scientifico per descrivere la loro posizione nel regno animale è mesopredatori.

Quindi non è così strano che drizzino bene le orecchie e il pelo per avvertire potenziali pericoli. I gatti possono avere paura di qualsiasi cosa o essere vivente che non gli sia familiare, o che vedano come un rischio per la loro sopravvivenza.

Le paure dei gatti sono ereditarie

Le paure in natura servono a proteggere i felini dai pericoli, ad assicurare l’evoluzione e la prosecuzione della specie. Secondo la psicologa Nathan L. Letts di Psychology Today, molti animali alla nascita hanno già dei riflessi paurosi di base. I gattini ad esempio, sin dalla nascita, condividono gran parte delle paure dei leoni. Questo significa che istintivamente si spaventano per una serie di stimoli ritenuti una minaccia dai felini.

Queste paure ereditarie possono essere aggravate da errori involontari di noi proprietari. Una paura che si trasforma in fobia può sfociare in un comportamento aggressivo del gatto.

Facciamo un esempio pratico. Se un gatto ha paura di un ambiente nuovo dopo aver traslocato, la cosa peggiore che possiamo fare è levargli il nascondiglio d’emergenza che ha trovato. Se va a nascondersi in uno scatolone in cui si sente al sicuro, toglierglielo lo farà sentire ancora più fragile e vulnerabile, esasperando la sua paura. E allungando i tempi di adattamento alla casa nuova.

Perciò è importante imparare a conoscere il nostro gatto e capire di cosa ha paura per aiutarlo a vivere sereno.

Le paure più comuni dei gatti

In generale possiamo dire che quasi tutte le paure dei gatti, se non nascono da traumi specifici subiti, derivano da un unico grande timore: la paura dei cambiamenti. Può trattarsi di un cambiamento anche minimo nelle sue abitudini o nella disposizione dei mobili. Oppure di una novità più grossa, come un aumento del numero di membri della famiglia. O ancora di un trasloco. Sono tutti eventi spaventosi per un gatto.

Tra le paure più comuni dei gatti non a caso troviamo:

Gli estranei

Che si tratti del gatto del vicino o di un tuo amico, il gatto di solito non si fida facilmente di chi non conosce. Soprattutto se ha un odore o un aspetto associato a ricordi negativi o eventi traumatici.

I nuovi membri della famiglia

Un cane, un altro gatto o un neonato, che arrivano in casa a sconvolgere la routine del micio e ad invadere i suoi spazi, possono rendere il nostro micio vulnerabile, stressato e pauroso.

Gli elettrodomestici rumorosi

La lavatrice, l’asciugatrice, l’aspirapolvere, il frullatore sono tutti apparecchi che fanno un gran baccano. Spesso il rumore compare all’improvviso, mentre il gatto se ne sta buono buono a sonnecchiare. O peggio: mentre sta mangiando o facendo i suoi bisognini. Un forte rumore improvviso attiva l’istinto di fuga del gatto, che lo percepisce come un pericolo.

Il veterinario

Non è tanto il veterinario in sé a terrorizzare il gatto, ma stare nel trasportino e ritrovarsi all’improvviso in un territorio nuovo. La sala d’attesa del veterinario è piena di odori di altri animali, animali spaventati che emettono ormoni della paura. Insomma, non proprio un ambiente rassicurante.

Un trasloco

Traslocare fa paura ed è stressante anche per noi umani. Figuriamoci come la prende un gatto, che all’improvviso perde tutti i suoi punti di riferimento e non trova più il suo odore in giro per casa. Traslocare è davvero un’esperienza terrificante per un micio.

I cetrioli

Ebbene sì, i gatti hanno paura di cetrioli e zucchine. Ma in generale di qualsiasi oggetto strano che gli metti davanti all’improvviso, quando è distratto. Colto di sorpresa, ad esempio mentre mangia, il gatto è più vulnerabile. E si spaventa facilmente se vede comparire un oggetto nuovo. Quindi non farlo mai spaventare per gioco con un cetriolo. La paura del gatto è reale. Quello che a noi può sembrare uno scherzo divertente, agli occhi del nostro gatto rappresenta una minaccia per la vita.

Come aiutare il gatto a superare le sue paure

Per aiutare il gatto a superare le sue paure, non bisogna mai cercare di convincerlo che non c’è niente di cui avere paura. Ad esempio, se ha paura dei tuoi ospiti, non costringerlo mai a socializzare contro la sua volontà. Rispetta i suoi tempi. E se non vuole uscire da sotto il letto non forzarlo.

Il gatto vuole avere il controllo sulla situazione. Se non si sente pronto ad affrontare il pericolo, otterresti l’effetto contrario: aumentare la sua paura.

Desensibilizzazione e addestramento con il clicker

Per aiutare il gatto a guarire da una fobia, la terapia più efficace è una gestione corretta della paura e la desensibilizzazione.

Il gatto deve avere sempre un posto sicuro o un punto di fuga. Poi bisogna cercare di cambiare la risposta negativa all’oggetto della paura in una reazione positiva.

Questo si fa esponendo il gatto gradualmente a ciò che lo spaventa e premiandolo quando ha un comportamento coraggioso. Ad esempio se il tuo gatto ha paura di un estraneo, puoi farlo sedere a debita distanza dal micio e fargli dare dei pezzetti di tonno.

Con il tempo, sarà il gatto stesso a decidere di avvicinarsi, vincendo i suoi timori. Anche l’addestramento con il clicker ottiene buoni risultati sui gatti paurosi.

Prevenzione della paura

Ma il rimedio migliore è la prevenzione. Fa’ in modo che il gatto socializzi con altre persone e animali fin da piccolo. Abitualo sin da gattino ai rumori del tuo appartamento e che provengono dalla strada. Non mostrarti ansioso e non cambiare il tuo atteggiamento quando ha paura. Ad esempio non coccolarlo più del solito. E non cambiare il tono della tua voce. Rafforzeresti l’idea che c’è davvero qualcosa da temere.

Sii paziente e lascia che sia il gatto a vincere le sue paure con i suoi tempi e i suoi modi.

E i tuoi gatti: di cosa hanno paura? Se ti va raccontacelo nei commenti e dicci come hai fatto ad aiutarli a superare le loro paure. Alla prossima dalla redazione di M’informo Animali!

Vuoi approfondire altri temi sul comportamento del gatto? Leggi anche:

Fonte: Catster

 

Potrebbe interessarti anche:

gatto dorme sempre dormiglione o letargico

Il tuo gatto dorme sempre? Scopri se è letargico o solo dormiglione!

Il tuo gatto dorme sempre? Scopri da cosa può dipendere la letargia nei gatti e come capire se il tuo gatto è solo un dormiglione o è malato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.