Home / Animali / Gatti / Come eliminare l’odore di urina del gatto da pavimento, tessuti e tappeto

Come eliminare l’odore di urina del gatto da pavimento, tessuti e tappeto

eliminare odore pipì gattoCi risiamo: il tuo gatto ha fatto di nuovo la pipì fuori dal vaso… ehm dalla lettiera. Magari l’ha fatta sul tappeto o sul pavimento, sempre nello stesso posto che ha scelto come suo wc personale. O peggio ti ha fatto trovare il letto bagnato quando ti sei assentato da casa per un po’.

In tutti i casi, ora vuoi certamente sapere come eliminare l’odore di urina del gatto. Sei nel post-o giusto. Ti elencheremo tutti i metodi più efficaci per rimuovere l’odore di pipì del tuo micio dal pavimento, dai tessuti, dal tappeto e da tutte le altre superfici che hanno subito il fattaccio. Pronto? Iniziamo!

Perché la pipì del gatto puzza

Innanzitutto, spieghiamo perché è importante togliere l’odore di urina del gatto da moquette, vestiti e mattonelle. Il primo motivo, abbastanza ovvio per chiunque non sia fortemente raffreddato, è che la pipì del gatto puzza. Il cattivo odore dipende da tante cause.

La prima è che spesso non ci accorgiamo subito che il gatto ha fatto la pipì fuori dalla lettiera. Questo perché il nostro micio spesso cerca angolini nascosti della casa per urinare. I batteri presenti nelle urine hanno così tutto il tempo di decomporsi. Si viene a produrre quel cattivo odore, forte e pungente, simile ad ammoniaca, tipico dell’urina stantia.

Nel processo di decomposizione vengono emessi anche dei mercaptani, composti che rendono la pipì ancora più puzzolente. Se il tuo gatto è anziano, inoltre, la pipì potrebbe puzzare ancora più del solito per colpa del cattivo funzionamento dei reni.

Nel caso di gatti maschi adulti non sterilizzati, il cattivo odore è dovuto anche agli ormoni contenuti nell’urina, utilizzati per marcare il territorio. Il testosterone serve a comunicare alle femmine che il gatto è pronto ad accoppiarsi. Il messaggio per i rivali, invece, è di stare alla larga.

Rimuovere l’odore di urina del gatto dal pavimento è importante anche per una seconda ragione. Se il gatto avverte l’odore di pipì in un angolo, molto probabilmente tornerà a urinare proprio in quel posto.

I metodi più efficaci per eliminare l’odore di urina

Per eliminare l’odore di urina devi agire il più in fretta possibile. Questo perché, come abbiamo visto, con il tempo è sempre più difficile accorgersi dell’urina. La pipì potrebbe diventare meno visibile e decomporsi, emettendo un odore sempre più forte e sgradevole.

Il gatto annuserà più facilmente un odore forte e tornerà a fare pipì in quel posto. Uno dei metodi più efficaci per togliere l’odore di pipì del gatto è usare l’aceto.

L’odore dell’aceto non è molto gradevole, ma certamente è più sopportabile di quello dell’urina. L’aceto è in grado di neutralizzare i sali alcalini che si formano nell’urina quando si secca.

Prepara una soluzione a base di acqua e aceto in parti uguali e spruzzala sui muri e sul pavimento.

Non applicare l’aceto su pavimenti in marmo e pietra.
L’odore dell’aceto sparirà presto, portando con sé anche quello dell’urina.

Dopo aver applicato l’aceto, quando il pavimento si sarà asciugato, puoi anche versare sul pavimento del bicarbonato di sodio (abbonda con le quantità) per rimuovere gli odori.

Per eliminare l’odore di urina del gatto dal tappeto, dai cuscini e dai vestiti puoi invece usare uno dei tanti prodotti antiodore che trovi nei negozi per animali e negli store online. Questi prodotti contengono enzimi e batteri buoni in grado di neutralizzare i batteri cattivi che causano il cattivo odore.

Ricordati che il gatto ha un olfatto molto sviluppato. Devi eliminare l’odore non solo per il tuo naso, ma soprattutto per il suo. Perché altrimenti tornerà a fare pipì lì.

Un’altra soluzione efficace è il detersivo dei piatti unito a dell’acqua ossigenata. Prepara una miscela con 3/4 di una tazza di perossido di idrogeno al 4% e un cucchiaino di detergente per stoviglie. Versane un po’ sul bicarbonato di sodio e fai un piccolo test sul tessuto. Se la miscela supera la prova, non scolorendo il tappeto o il capo d’abbigliamento, applicala su tutta la macchia. Lascia asciugare per alcune ore. Poi rimuovi il bicarbonato di sodio in eccesso.

I prodotti da evitare

Non usare l’ammoniaca per togliere l’odore di pipì del gatto. Otterresti l’effetto contrario a quello desiderato. L’ammoniaca, infatti, come abbiamo visto, è una delle sostanze contenute nelle urine del gatto. Se il gatto avverte questo odore, è come se avvertisse l’odore della sua pipì. Evita anche altri detergenti chimici, che a lungo andare fisserebbero il cattivo odore.

Come pulire un tappeto sporco di pipì di gatto

Se il gatto ha fatto la pipì sul tappeto, pulisci l’area con acqua pulita e poi aspira il liquido con l’aspirapolvere. Non usare scope a vapore, perché il calore fisserebbe il cattivo odore.

Dopo aver pulito l’area sporcata dal gatto, adopera un detergente enzimatico specifico. Questi prodotti solitamente sono venduti nel formato spray. Ma spruzzare il prodotto sul tappeto spesso non basta. Rimuovi il dosatore spray e versa un po’ del contenuto direttamente sulla macchia di pipì.

Lascia agire il prodotto per 10-15 minuti e poi asciuga con un panno assorbente pulito. Copri la zona con un foglio di alluminio per evitare che il gatto torni a fare pipì lì mentre stai pulendo.

Riapplica il prodotto una seconda volta, se l’odore di pipì non va via dopo la prima applicazione.

Se la pipì ha lasciato una macchia sul tappeto o sulla moquette, usa gli appositi smacchiatori e… l’0lio di gomito per rimuoverla!

In caso i cattivi odori non volessero proprio andare via, usa un neutralizzatore di odori a base di oli essenziali. La stessa procedura può essere usata anche per togliere l’odore di pipì dai cuscini. In questo caso lasciali asciugare all’aperto.

Per il materasso, invece, dopo aver ripulito la macchia seguendo la procedura descritta per i tappeti, mettici sopra degli asciugamani o un telo di plastica, fino a quando non sarà asciutto. Puoi anche lasciare il telo di plastica per sempre, per prevenire incidenti futuri!

Un trucchetto: i gatti amano mangiare, dormire e giocare in posti diversi da quelli in cui fanno pipì. Per evitare che torni a fare la pipì in un posto, mettici le sue ciotole del cibo. Oppure gioca con lui proprio in quella parte della casa e lasciaci i suoi giochi preferiti.

Come rimuovere l’odore di urina dai vestiti e dalla biancheria

Se il tuo gatto ha fatto pipì sui tuoi vestiti o sulla biancheria, metti il capo in una vaschetta con acqua fredda. Poi lavalo in lavatrice con il solito detergente, aggiungendo una tazza di bicarbonato di sodio o un quarto di una tazza di aceto di mele.

In caso l’odore non dovesse sparire, usa il detergente a base di enzimi, applicandolo direttamente sulla macchia e avvia un nuovo ciclo di lavaggio.

Non usare mai la candeggina sulla macchia, perché mischiata all’ammoniaca dell’urina del gatto potrebbe rilasciare gas nocivi. Non usare l’asciugatrice fino a quando il capo non sarà asciutto. Questo per evitare che il calore fissi il cattivo odore.

E tu quali metodi o prodotti usi per eliminare l’odore di urina nel gatto? Se ti va, condividi i tuoi consigli con noi e altri lettori, scrivendoli nei commenti!

Un ultimo consiglio importante: cerca di capire perché il gatto fa i suoi bisognini fuori dalla lettiera. Spesso si tratta di un problema di salute o di comportamento che richiede un trattamento. Scoprine di più nei nostri approfondimenti sul tema:

Fonti: PetMD; Animal Planet

Potrebbe interessarti anche:

gatto che fa cadere cose a terra

Perché il gatto fa cadere le cose a terra e come farlo smettere

Il tuo gatto fa cadere le cose a terra? Non disperare! Ecco perché lo fa e come farlo smettere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.