Home / Animali / Gatti / Cosa fare quando il gatto morde per affetto, gioco o aggressività

Cosa fare quando il gatto morde per affetto, gioco o aggressività

perché il gatto mordeStai accarezzando il tuo gatto e all’improvviso ti morde, lasciandoti il segno dei denti sulle mani, sulle guance o sulle orecchie. Oppure stai seduto tranquillo sul divano senza calcolarlo e ti tira un morso ai piedi. O ancora: state giocando e, senza sapere come, ti ritrovi i suoi denti conficcati nella pelle e lanci un urlo di dolore. Queste tre situazioni capitano spesso a chi ha un gatto. Anche se il risultato è lo stesso, cioè essere morsi dal gatto, le cause e le soluzioni sono diverse.

Nel primo caso il gatto ti morde per dimostrare affetto. Nel secondo caso lo fa per attirare la tua attenzione. Mentre nella terza situazione il morso è dovuto al gioco.

Grazie ai consigli dei veterinari, in questa guida ti spiegheremo come riconoscere quando il gatto morde per affetto, gioco o aggressività. E soprattutto come mettere fine a questo comportamento indesiderato.

I morsi affettuosi

Quando accarezzi il tuo gatto, anche se è d’accordo a farsi fare i grattini sulla schiena e sulla pancia, può darsi che a un certo punto tu superi il limite delle coccole. Un po’ come se la sua barra dell’amore fosse piena. Questo manda il gatto in tilt e lo porta a morderti.

Il veterinario comportamentalista Jackson Galaxy spiega che in questo caso il morso del gatto è dovuto a una sovrastimolazione dei recettori del follicolo pilifero. Il tuo micio non riesce più a sopportare altri stimoli, per quanto siano piacevoli!

Il morso è un modo per dirti: “Mi fai perdere la testa!”. I morsi affettuosi sono facili da riconoscere. Se il tuo gatto è rilassato e ti morde mentre fa le fusa o ti dà delle testate, quando fa la la pasta con le zampe o dopo essersi strusciato contro le tue gambe, sicuramente non si tratta di un morso aggressivo vero e proprio. In questi casi non stringe mai la presa per non rischiare di farti male.

Questa aggressione indotta è una sorta di riflesso automatico del gatto che, intrappolandoti le dita tra le fauci, reclama il suo controllo sulla situazione.

Altre volte la causa di questo comportamento è uno stimolo neurologico. Se avvicini le dita alla bocca del micio, è stimolato ad aprire le fauci. La stimolazione orale infatti gli procura piacere.

In certi casi, il morso serve a non mostrare apertamente le sue emozioni. Ti vuole bene, ma cerca di non darlo troppo a vedere, confondendoti le idee con morsi e piccoli graffi. Un atteggiamento tipico del gatto quando ha a che fare con persone di cui si fida ancora poco.

Ehi, guardami: sono qui!

Se il tuo gatto ti morde mentre lo stai ignorando, è perché vuole richiamare la tua attenzione. Secondo la dottoressa Karen Becker, questo comportamento, tipico dei gattini, può ripresentarsi anche da adulto. I micini per passare il tempo e comunicare l’uno con l’altro spesso si mordono per gioco.

Il tuo gatto in questo caso vuole solo che tu gli dia retta. Ora. Meglio non farlo aspettare per non ritrovarti con un altro morso sulle mani!

Quando il gioco si fa duro… i gatti mordono!

Confessa. Lo abbiamo fatto tutti questo errore: giocare con il nostro gattino usando le mani. Quando era piccolo, gli hai fatto decine di volte il solletico sulla pancia e lui ti arpionava la mano con tutte e 4 le zampe, dimenandosi e mordendoti.

Sin da piccoli, i gatti quando giocano mordono. Lo fanno per divertimento. Per allenarsi a cacciare le prede o a combattere contro un rivale. Quando non hanno un altro gattino con cui giocare a mordicchiarsi, si arrangiano con noi umani.

Se quando era piccolo questi morsi non ti creavano grossi problemi, da adulto invece con i suoi denti affilati può procurarti una brutta ferita. Per questo motivo, cerca di non usare mai le tue mani come un gioco, sin da quando il tuo gatto è ancora un cucciolo. Usa invece delle aste cordate e altri giochi per gatti a prova di morso. Eviterai che il gatto una volta adulto ti faccia degli agguati alle mani, come fossero le sue prede!

Morsi aggressivi

Se il tuo gatto ti morde perché è nervoso o si sente in pericolo, puoi accorgertene facilmente osservando i segnali del suo corpo. L’aggressività viene espressa dal micio con movimenti della coda rapidi e nervosi. Un gatto aggressivo si riconosce anche dal pelo gonfio e arruffato, dagli occhi sgranati, dalla schiena arcuata, da miagolii di disapprovazione e dal sibilo simile a quello di un serpente.

In questo caso, cerca di capire cosa lo spaventa e di farlo sentire protetto. Ad esempio se c’è cane o un altro gatto in casa, che gli ruba i suoi spazi vitali e gli tende degli agguati, prova a gestire meglio la divisione del territorio.

Il tuo gatto deve avere sempre una via di fuga e un rifugio sicuro, meglio se in alto. In ogni caso, quando un gatto ti ha morso, dopo ricordati sempre di rispettare i suoi confini. Non sovrastimolarlo e lascia decidere a lui se vuole continuare a fare le coccole, a giocare o preferisce allontanarsi.

In caso i morsi siano violenti e profondi è il caso di indagare subito con il veterinario. Potrebbe trattarsi di un problema di salute. Ad esempio ti morde per evitare che tu tocchi una zona del corpo dolorante. Oppure di un trauma psicologico, che va risolto con una terapia comportamentale.

Speriamo di esserti stati utili. Se conosci altre cause del morso del gatto o vuoi raccontarci la tua esperienza, fallo pure nei commenti!

Il tuo gatto non si è limitato a morderti, ma ti ha anche graffiato? Leggi questo post per scoprire quali sono i rischi e cosa fare nell’immediato per evitare malattie contagiose.

Fonte: Catster

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche:

gatto si struscia sulle gambe del padrone

Perché il gatto si struscia sulle gambe e addosso al padrone

In questo post soddisferemo una curiosità su un comportamento dei nostri gatti: l'abitudine di strusciarsi sulle nostre gambe, mani o sul viso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.