Home / Salute / Alimentazione / È sicuro mangiare i gusci delle uova o causano appendicite?

È sicuro mangiare i gusci delle uova o causano appendicite?

gusci uovaTi è caduto per sbaglio un frammento di guscio dell’uovo nell’impasto del dolce? Oppure mentre preparavi la frittata qualche pezzo di guscio è sfuggito al tuo controllo? Probabilmente ora sei nel panico, perché da piccolo ti hanno sempre detto che mangiare i gusci delle uova fa male e causa appendicite.

Vediamo cosa c’è di vero in queste affermazioni, affidandoci al parere degli esperti. Secondo la pediatra Rachel Vreeman, docente alla Indiana University, i rischi dei gusci delle uova sono sopravvalutati. L’esperta ha raccolto tutti i miti più comuni sui cibi nel libro Don’t Swallow Your Gum.

Il pericolo principale è la presenza di batteri sui gusci delle uova. Ma la Salmonella è più comune nei frutti e nelle verdure.

Di cosa sono fatti i gusci delle uova

Ma di cosa sono fatti i gusci delle uova e perché non si mangiano? Il guscio delle uova è fatto da carbonato di calcio. La percentuale di questo prezioso minerale è del 94-97%. Si tratta però di calcio mineralizzato.

Mangiarlo non porta grossi benefici. A dirlo è uno studio del 2007 pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition. Secondo gli autori è meglio assumere il calcio da fonti alimentari come il tuorlo d’uovo.

Leggendo alcune testimonianze online però abbiamo scoperto che ad alcuni pazienti, i fisiatri suggeriscono come rimedio naturale contro l’osteoporosi un preparato casalingo a base di gusci d’uovo. Il metodo consiste nel lasciare per un giorno un uovo lavato in un bicchierino di succo di limone. Dopo 24 ore l’uovo va tolto e la la crema che si è formata sul fondo, ricca di calcio che dovrebbe essere facilmente assimilabile, può essere bevuta.

Il dottor Antonio Valassina raccomanda però su Medicitalia di non sostituire con i gusci d’uovo concentrati al limone i farmaci contro l’osteoporosi, come il Fosamax e il Dibase. Questo perché questi medicinali hanno una funzione specifica e un’efficacia che non possono essere rimpiazzate da “pappe al guscio d’uovo”.

Gli integratori a base di polvere di guscio d’uovo vengono prescritti dai veterinari a cani e gatti per aumentare l’assunzione di calcio.

Rischio appendicite

Riguardo al rischio di appendicite, a rispondere a questo dubbio, posto da un lettore, è il dottor Edoardo Pescatori, in un consulto pubblicato sulle pagine di Medicitalia. L’esperto rassicura un utente che aveva mangiato la “buccia” di un uovo e temeva potesse venirgli un’appendicite. La risposta è No, non è assolutamente vero che i gusci delle uova causino appendicite.

Sullo stesso portale, a rassicurare una madre, preoccupata perché il figlio aveva ingerito un guscio d’uovo intero, è anche il dottor Serafino Pietro Marcolongo.

Il medico spiega che la struttura di un guscio d’uovo è impermeabile, ma molto porosa. Un guscio d’uovo pesa appena 6 grammi ed è formato da carbonato di calcio e da una membrana interna composta da cheratina. Si tratta di sostanze facilmente digeribili dai nostri succhi gastrici e da alcuni enzimi intestinali.

Il 95% delle sostanze ingerite non digerite non causa problemi

Noi di M’informo Salute in merito abbiamo consultato anche uno studio pubblicato sull’Asian Pacific Journal of Tropical Medicine sulle cause più comuni dell’appendicite. Non si parlava nello specifico di gusci d’uovo, ma le conclusioni sono interessanti:

Il 95% delle sostanze ingerite che non vengono digerite riescono a passare senza problemi attraverso l’apparato digerente.

Gli autori hanno concluso che i semi dei frutti e le piante indigeste sono tra le cause meno comuni dell’appendicite. Per prevenire ogni rischio, i medici raccomandano comunque di non mangiare semi non commestibili e di masticare bene gli alimenti vegetali.

Conclusioni

In conclusione: anche se non sono così pericolosi per la salute come li dipingevano le nostre nonne, non c’è motivo di mangiare i gusci delle uova. Primo, perché come abbiamo visto non ne trarresti grandi benefici nutrizionali. Secondo perché c’è il rischio che siano contaminate da batteri.

Detto questo, se ti è sfuggito un pezzettino di “buccia” dell’uovo nell’impasto e te lo ritrovi sotto i denti, dovresti digerirlo senza problemi. Ed è difficile che possa causarti un’appendicite. Ma se noti sintomi sospetti dopo aver mangiato un guscio d’uovo, come mal di pancia, gonfiore addominale, vomito, nausea, stitichezza o diarrea, consulta il tuo medico per sicurezza.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

dieta Optavia boss delle torte prima e dopo

Dieta Optavia: in cosa consiste il programma dimagrante seguito dal boss delle torte

Il boss delle torte Buddy Valastro ha perso 20 chili in pochi mesi seguendo la dieta Optavia. Ecco in cosa consiste questo programma dimagrante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.