Home / Animali / Gatti / Gatti polidattili: informazioni e curiosità sui mici con le dita in più

Gatti polidattili: informazioni e curiosità sui mici con le dita in più

gatti polidattiliAlcuni gatti hanno una marcia… ops delle dita in più! Si tratta dei gatti polidattili, noti anche con il nome di gatti di Hemingway o gatti di Cardi. (e più avanti nell’articolo ti spiegheremo perché!)

Il termine polidattilia deriva dall’unione delle parole greche polys, che significa molte, e daktylos, che significa dita. La polidattilia è comune nei gatti e in altre specie, inclusa quella umana. Anche cani, polli, topi e porcellini d’India possono nascere con una o più dita in eccesso rispetto al normale.

Quante dita hanno i gatti e i gatti polidattili

Normalmente i gatti hanno 18 dita: 10 nelle zampe anteriori (5 per ogni zampa) e 8 nelle zampe posteriori (4 per ogni zampa). I gatti polidattili possono avere una o due dita in più. Solitamente le dita in più si trovano sugli arti anteriori e ogni arto ha lo stesso numero di dita, ad esempio 7 e 7.

Nel 2002 un gatto canadese di nome Jake è entrato nel Guinness dei Primati per il numero record di dita: ben 28!

Perché alcuni gatti hanno delle dita in più

Secondo le teorie più accreditate, le dita extra sono dovute a una mutazione genetica. Un gattino nasce con delle dita in più quando in uno o in entrambi i genitori il gene mutante Pd è dominante.

Se una gatta è polidattile, sarà più probabile che dia alla luce gattini polidattili. Se sia mamma gatta che papà gatto hanno delle dita in più, le probabilità che nascano micini polidattili aumentano.

Polidattilia preassiale e postassiale

Esistono due forme di polidattilia:

  1. Se il gattino nasce con delle dita in più nella parte interna della zampa, cioè il lato del pollice, si parla di polidattilia preassiale.
  2. Se un gattino ha delle dita extra nella parte esterna della zampa, cioè il lato del mignolo, si tratta invece di polidattilia postassiale.

Le dita extra più interne delle zampe anteriori sono opponibili e rendono il gatto molto più abile ad aprire porte e cassetti. Quindi fate attenzione: perché i gatti polidattili sono dei veri e propri scassinatori provetti di dispense e scatole di croccantini!

I tanti soprannomi dei gatti polidattili

I gatti polidattili sono conosciuti con tanti soprannomi. Vengono chiamati gatti con i guanti perché sembra che indossino delle muffole, un tipo di guanti a sacco.

Un altro nomignolo di questi mici è gatti con il pollice. Ma i soprannomi più noti sono gatti di Hemingway e gatti di Cardi. Vediamo perché.

I gatti di Hemingway

gatti polidattili di Hemingway
Uno dei tanti gatti polidattili di Hemingway

Lo scrittore americano Ernest Hemingway era un amante dei gatti polidattili, a cui amava dare i nomi dei suoi amici famosi: da Harry Truman a Betty Grable. I tanti gatti polidattili che si trovano ancora oggi nella sua casa-museo a Key West, in Florida, discendono tutti dal suo micione Snow White (Biancaneve). Questo gatto polidattile gli fu donato da un capitano di mare.

I gatti di Cardi

Anche nel distretto di Cardi, in Galles, è pieno di gatti polidattili. I marinai inglesi li consideravano dei portafortuna. Per questo si pensa che nel 1.600 i puritani inglesi li portarono in America a bordo delle navi. Questo spiegherebbe perché ancora oggi le città della costa orientale degli Stati Uniti come Boston hanno una grossa popolazione di gatti polidattili.

Manicure e pedicure

Un gatto con 7 dita

La cura delle dita dei gatti polidattili è ancora più importante rispetto alla manicure e pedicure dei mici senza dita extra. Questo perché la particolare conformazione delle dita li espone a un rischio maggiore di sviluppare unghie incarnite e infezioni. Taglia spesso le unghie al gatto per prevenire problemi.

Inoltre fai attenzione che il gatto non si faccia male. Spesso infatti le dita in più non contengono ossa attaccate al resto della zampa e sono più soggette a lesioni e traumi. Quando il gatto è piccolo, inoltre, potrebbe fare più fatica ad imparare ad arrampicarsi e incappare in delle brutte cadute.

E voi, amici di M’informo Animali, avete mai contato le dita dei vostri gatti? Se vi va fateci sapere nei commenti se avete dei mici con delle dita in più! Alla prossima!

 

 

Potrebbe interessarti anche:

gatta perde sangue dalle parti intime

Perché la gatta perde sangue dalle parti intime

Hai notato perdite di sangue dalle parti intime della tua gatta? Non si tratta certo del ciclo, ecco da quali cause può dipendere e cosa fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.