Home / Salute / Medicina / Cos’è la celiachia e come capire se si è celiaci

Cos’è la celiachia e come capire se si è celiaci

celiachia come capire se si è celiaciSe quando mangi pane, pasta e altri cibi a base di cereali avverti sintomi come diarrea, stitichezza e flatulenza potresti soffrire di celiachia. La malattia celiaca è una malattia autoimmune causata dall’assunzione di alimenti che contengono glutine.

Il glutine è una proteina che si trova nel grano, nell’orzo, nella segale e in altri cereali. Il sistema immunitario dei celiaci reagisce in modo esagerato al glutine. Questa reazione infiammatoria danneggia i villi intestinali, piccole protuberanze simili a dita che si trovano lungo le pareti dell’intestino tenue, noto anche come piccolo intestino.

A causa dei danni ai villi e dell’infiammazione cronica, l’intestino non riesce ad assorbire bene le sostanze nutritive contenute nei cibi. Il malassorbimento dei nutrienti può provocare malnutrizione e indebolimento delle ossa. Se non viene curata, la celiachia può causare aborti, rendere sterili, provocare malattie neurologiche, problemi al fegato, osteoporosi, anemia e favorire la comparsa di alcuni tipi di cancro come il tumore all’intestino.

I sintomi della celiachia negli adulti

Per capire se si è celiaci bisogna fare attenzione alla comparsa di uno o più di questi sintomi:

  • dolore all’addome;
  • nausea;
  • diarrea;
  • stitichezza;
  • flatulenza;
  • mal di testa;
  • stanchezza;
  • dolore alle ossa;
  • dolore alle articolazioni;
  • bruciore di stomaco;
  • anemia;
  • comparsa di eruzioni sulla pelle che provocano prurito, disturbo noto come dermatite erpetiforme;
  • anemia
  • calo della densità ossea;
  • ulcere alla bocca;
  • perdita di peso.

Come riconoscere la celiachia nei bambini

Rispetto agli adulti, i bambini celiaci sviluppano più spesso disturbi intestinali. I principali sintomi della celiachia nei bambini sono:

  • nausea;
  • vomito;
  • pancia gonfia;
  • diarrea;
  • stitichezza;
  • perdita di peso;
  • feci chiare e maleodoranti;
  • irritabilità;
  • ritardi nello sviluppo e nella crescita;
  • difetti dello smalto dei denti.

Differenza tra allergia alimentare e celiachia

La celiachia non va confusa con un’allergia alimentare. Se sei allergico a un alimento che contiene glutine te ne accorgerai da questi sintomi, che sono diversi rispetto alla celiachia e si manifestano subito dopo mangiato:

  • prurito;
  • occhi che lacrimano;
  • difficoltà a respirare.

Altre volte invece si tratta solo di sensibilità al grano.

Quando la celiachia è silente

Purtroppo solo il 20% dei celiaci sa di esserlo. Questo perché la celiachia a volte è silente, vale a dire che si presenta senza sintomi. I danni all’intestino avvengono lentamente e possono passare molti anni prima di arrivare una diagnosi.

Come diagnosticare la celiachia

Per capire se si è celiaci bisogna effettuare degli esami del sangue. I medici per diagnosticare la malattia possono prescrivere due esami:

  • Test seriologici per individuare gli anticorpi anti-gliadina (AGA); gli autoanticorpi anti-endomisio (EMA); gli autoanticorpi antitransglutaminasi (tTGA). Per avere risultati attendibili prima di sottoporsi a questi esami occorrerà interrompere la dieta priva di glutine.
  • Test genetico mediante prelievo di sangue degli aplotipi di predisposizione per la celiachia (HLA-DQ2e DQ8). Questi geni indicano che si è predisposti alla celiachia. Attenzione: avere il gene non significa essere per forza celiaci.

In caso i test risultino positivi, il medico potrebbe chiederti di effettuare un’endoscopia per valutare lo stato di salute dell’intestino. La gastroscopia con biopsia consiste nel prelievo di un campione di tessuti intestinali per valutare la presenza di danni.

Le persone più a rischio di celiachia

La celiachia è una malattia genetica che colpisce soprattutto le persone caucasiche. Se in famiglia ci sono casi di celiachia tra i parenti stretti (genitori, fratelli, sorelle) hai una probabilità su 10 di essere anche tu celiaco. Secondo uno studio conta anche il periodo di nascita.

La celiachia può essere causata anche da infezioni virali, interventi chirurgici, un trauma emotivo. A volte compare dopo una gravidanza.

Le persone che soffrono di sindrome di Down, sindrome di Turner, malattia di Addison, diabete di tipo 1 e artrite reumatoide corrono un rischio maggiore di ammalarsi di celiachia.

Come si cura la celiachia

Non esistono farmaci per curare la celiachia. L’unica terapia possibile è una dieta senza glutine. Non dovrai consumare pane, pasta, cereali, birra e altri alimenti che contengono glutine. Inoltre dovrai evitare anche i farmaci, alcuni tipi di burrocacao e dentifricio e tutti gli altri prodotti che contengono glutine.

Fortunatamente già dopo qualche settimana di dieta senza glutine il tuo intestino inizierà a guarire e ti sentirai meglio. Nel frattempo il medico potrebbe prescriverti degli integratori vitaminici e di minerali, ovviamente senza glutine, per farti recuperare le energie.

 

Potrebbe interessarti anche:

vampate di calore negli uomini

Vampate di calore negli uomini: le cause e i rimedi più efficaci

Le vampate di calore negli uomini si manifestano con gli stessi sintomi delle donne, ma le cause e i rimedi sono diversi: ecco quali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.