Home / Salute / 7 modi per riconoscere i pidocchi del capo e le loro uova – foto

7 modi per riconoscere i pidocchi del capo e le loro uova – foto

foto pidocchi del capoProvi prurito alla testa e vuoi sapere se hai i pidocchi? In questo articolo ti mostreremo 7 modi per riconoscere la pediculosi, l’infestazione da pidocchi, e individuare le loro uova nel tuo capo.

1. Un forte prurito

Il primo sintomo a cui devi fare attenzione è il prurito. La sensazione pruriginosa è provocata dalla reazione allergica attivata nell’organismo dai morsi dei pidocchi.

Purtroppo, in caso tu sia stato preso d’assalto dai pidocchi, potresti non accorgertene per diverse settimane. Le infestazioni leggere infatti possono rimanere senza sintomi fino a 6 settimane dopo il contagio.

Ricordati che il prurito al cuoio capelluto può essere causato non solo dai pidocchi del capo, ma anche dalla forfora, dall’eczema, da allergie agli shampoo e ad altri prodotti per capelli.

2. Una sensazione simile al solletico, come se qualcosa ti stessa camminando sulla testa o tra i capelli.

3. Quando ti gratti molto e da diversi giorni per calmare il prurito, potresti notare la comparsa di piaghe sulla pelle.

4. Difficoltà a dormire.

5. Protuberanze rosse sulla testa.

6. Comparsa di uova o di piccole cose bianche nei capelli. Le uova sono note anche come lendini. Le riconosci perché sono difficili da rimuovere con la spazzola.

7. Irritabilità.

Per essere certo di avere i pidocchi o controllare se il tuo bambino li ha presi a scuola, segui questa semplice procedura:

  • Lava la testa al tuo bambino. Con i capelli bagnati individuare gli insetti è più facile.
  • Usa un pettine a denti stretti per separare le ciocche di capelli. In commercio esistono tanti pettini fatti apposta per trovare ed eliminare i pidocchi.
  • Utilizza una lampada per illuminare il cuoio capelluto.
  • Se il tuo bambino ha la pediculosi noterai tanti piccoli insetti marroni grandi quanto dei semi di sesamo. Potresti inoltre notare delle lendini attaccate al singolo capello. Per riconoscerli aiutati con la foto dei pidocchi del capo all’inizio del nostro post.
Distinguere la semplice sporcizia dai pidocchi e dalle loro uova è semplice: lo sporco viene via subito, mentre gli insetti e le lendini sono difficili da rimuovere.

Se non riesci ancora a capire se hai i pidocchi, vai dal medico. Userà la lampada di Wood, uno strumento a raggi UV noto anche come luce nera, che serve a rendere visibili le uova.

Cosa fare dopo aver scoperto di avere i pidocchi

Dopo aver accertato l’infestazione, il medico ti prescriverà un trattamento antiparassitario. I prodotti più comuni usati contro i pidocchi sono:

  • gli shampoo a base di piretrina o permetrina;
  • le lozioni di alcol benzilico, che vanno lasciate agire sui capelli per 10 minuti prima di risciacquare;
  • dimeticone, che soffoca i parassiti;
  • shampoo, lozioni o gel a base di malatione (nome commercale Aftir), da strofinare sui capelli e sul cuoio capelluto prima di risciaquare. Questo prodotto non è indicato nei bambini al di sotto dei 6 anni di età.

Alcuni di questi prodotti come il malatione sono efficaci, ma anche molto aggressivi e possono causare reazioni allergiche e irritazioni del cuoio capelluto. Segui le indicazioni del pediatra o del tuo medico di base e attieniti scrupolosamente alle istruzioni riportate sul foglietto illustrativo per ridurre gli effetti collaterali. In caso di reazioni avverse gravi, sospendi subito l’uso del prodotto anti-pidocchi e contatta il tuo medico.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Dolore al fianco destro o sinistro: i sintomi e le possibili cause

In questo approfondimento vedremo da cosa può essere provocato il dolore al fianco: dalle cause renali più comuni a quelle più rare come l'herpes zoster.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.