Home / Salute / Lividi sulle gambe senza urti e botte: tutte le possibili cause e i rimedi

Lividi sulle gambe senza urti e botte: tutte le possibili cause e i rimedi

lividi sulle gambe senza motivoVi siete svegliati con dei lividi sulle gambe senza aver preso botte o urti? Prima di indagare sulle cause dei lividi che compaiono senza motivo sulle gambe, pensate a cosa avete fatto il giorno prima. Siete proprio sicuri di non aver urtato contro uno spigolo mentre scendevate dal letto? Di non essere caduti? O di non esservi fatti male con qualche attrezzo in palestra?

Quando si tratta di contusioni da nulla o di lievi ammaccature, passati i dieci secondi di dolore acuto, tendiamo a dimenticare di esserci fatti male. Così dopo qualche giorno, quando il livido sulla gamba diventa nero o viola, ci preoccupiamo che possa trattarsi di qualcosa di grave. Se siete proprio certi di non esservi procurati il livido con un trauma fisico, in questo approfondimento dopo un’introduzione sulle contusioni, scopriremo le possibili cause dei lividi inspiegabili sulle gambe.

Come si formano i lividi sulle gambe

I lividi o contusioni sono causati dalla perdita di sangue dai vasi sanguigni. Quando un vaso sanguigno si rompe a seguito di un trauma o di una lesione, ma la pelle non è rotta, il sangue non può fuoriuscire e si riversa nei tessuti. Viene a formarsi un livido, noto anche come ecchimosi.

Quando il sangue rappreso forma un nodulo sotto la pelle si parla invece di ematoma. In questo caso la pelle appare sollevata, gonfia e dolorante. In caso di lividi molto estesi si tratta di contusioni, lividi più dolorosi e più molli al tatto.

Chi è più a rischio

I lividi senza motivo compaiono soprattutto nelle donne. La tendenza a procurarsi lividi facilmente può essere ereditaria.

Come cambia il colore dei lividi

colore dei lividi sulle gambeDalla fase della formazione alla guarigione, i lividi cambiano colore per effetto della degradazione dell’emoglobina, una proteina contenuta nei globuli rossi.  Subito dopo il trauma il livido è rosso. Dopo un giorno o due diventa violaceo, nero o blu.

Trascorsi 5-10 giorni assume un colore verde o giallo, che indica che il processo di guarigione è a buon punto. Dopo 10-14 giorni il colore è giallo o marrone chiaro. Nel giro di due settimane quando il sangue si è riassorbito del tutto, il livido scompare.

Le principali cause dei lividi sulle gambe

Carenza di vitamine

Le vitamine svolgono un ruolo importante nella produzione del sangue, nella coagulazione e nella guarigione delle ferite. In caso di carenze vitaminiche gravi possono comparire una serie di sintomi. Tra questi i lividi.

La vitamina B12 insieme all’acido folico è fondamentale per la produzione dei globuli rossi. Una carenza di vitamina B12 può rendere più visibili le contusioni.

La vitamina K è coinvolta nella coagulazione del sangue. Una sua carenza può causare emorragie e comparsa di lividi misteriosi.

La vitamina C è responsabile della sintesi del collagene e di altre proteine della pelle e dei vasi sanguigni. In caso di carenza di vitamina C i vasi sanguigni si rompono più facilmente, portando alla comparsa di lividi sulle gambe.

Cosa fare per ridurre i lividi in caso di carenza di vitamine

Assicuratevi di assumere abbastanza vitamine con la dieta. Potete assumere più vitamina C dagli agrumi. Trovate la B12 nella bistecca e nei cereali addizionati con vitamina B12. Per aumentare l’assunzione di vitamina K e acido folico dovrete invece consumare più verdure a foglia verde come gli spinaci.

In caso di carenze vitaminiche, valutate con il medico se è il caso di assumere un integratore multivitaminico.

Invecchiamento

I lividi senza motivo sulle gambe possono essere dovuti anche al normale processo di invecchiamento cutaneo. La pelle via via che matura diventa sempre più sottile. Da anziani anche un piccolo urto può causare un grosso livido.

Con l’avanzare dell’età inoltre i vasi sanguigni del derma, lo strato più profondo della pelle, diventano più fragili. Questo può causare lividi e problemi dermatologici come la porpora senile e l’angioma rubino, noto anche come angioma ciliegia.

Malattia di von Willebrand

La malattia di von Willebrand è una malattia genetica della coagulazione del sangue causata da un difetto dei fattori di coagulazione. Tra i sintomi, oltre a una maggiore perdita di sangue durante il ciclo mestruale o gli interventi chirurgici, ci sono proprio i lividi.

Sollevamento pesi

Oltre a farvi tremare senza motivo, un allenamento con i pesi può causare dei lividi. Le contusioni che notate uno o qualche giorno dopo l’allenamento, sono dovute alla rottura dei vasi sanguigni provocata dallo sforzo. I lividi da allenamento solitamente non sono preoccupanti, ma consultate il medico se sono estesi, se non scompaiono dopo qualche giorno e se avvertite molto dolore.

Diabete

Il diabete peggiora la circolazione sanguigna ed espone a un rischio maggiore di lividi. Inoltre l’iperglicemia danneggia i vasi sanguigni e favorisce la comparsa di lividi.

Consultate il medico se oltre ai lividi, notate altri sintomi quali:

Anche se il vostro organismo fa fatica a combattere le infezioni, è il caso di avvisare subito il medico.

Trombocitopenia

La trombocitopenia è un disturbo della coagulazione che causa una riduzione del numero di piastrine nel sangue. Una mancanza di piastrine provoca la comparsa di lividi perché i vasi sanguigni fanno fatica a ripararsi.

Questa malattia compare spesso in gravidanza, in caso di leucemia o di altre malattie immunitarie. Se notate molti lividi senza motivo sulle gambe, dei rash cutanei rossi sulla pelle noti come purpura, gonfiore e grumi nelle vene delle gambe, andate dal medico.

Farmaci e integratori che causano lividi sulle gambe

I farmaci anticoagulanti come il warfarin che rendono più fluido il sangue e gli integratori per migliorare la circolazione possono avere come effetto collaterale la comparsa di lividi. Questo avviene perché queste sostanze aumentano il rischio e l’entità delle emorragie.

Se state assumendo medicinali o prodotti fitoterapici e notate dei lividi sulle gambe, parlatene con il medico per capire insieme come trovare una terapia con minori reazioni avverse.

Altri farmaci che provocano ecchimosi sono l’aspirina, i corticosteroidi e i chemioterapici.

Lividi e leucemia

Nel 99% dei casi la comparsa di lividi senza motivo non è causata dalla leucemia, ma dalla fragilità dei capillari. È però vero che tra i sintomi della leucemia ci sono le petecchie, piccole macchie della pelle di colore rosso tendente al violaceo. In caso di leucemia in ogni caso ve ne accorgereste non solo dai lividi, ma da emorragie abbondanti e frequenti e da altri sintomi quali:

  • febbre;
  • perdita di peso;
  • stanchezza;
  • infezioni frequenti.

Come spiega il dottor Salvo Catania su Medicitalia senza altri sintomi non c’è motivo di allarmarsi per un livido che guarisce in pochi giorni. Per tranquillizzarsi la prima cosa da fare è farlo vedere al proprio medico curante, che valuterà se vi occorre un consulto da un ematologo.

Cosa fare quando compaiono lividi sulle gambe senza motivo

La comparsa di lividi senza motivo sulle gambe o in un’altra parte del corpo può essere associata anche a malattie gravi quali:

  • cancro;
  • malattia di Hodgkin;
  • mieloma multiplo;
  • malattie renali;
  • patologie del fegato come la cirrosi epatica;
  • emofilia;
  • avvelenamento del sangue (sepsi).

Se notate spesso uno o più lividi sulla pelle senza aver preso botte o urti e avete anche altri sintomi, consultate il medico.

Cure per i lividi sulle gambe

La cura dei lividi sulle gambe dipende dalla causa scatenante. Curando la malattia o il disturbo che hanno provocato le ecchimosi i lividi scompariranno.

Rimedi naturali contro i lividi sulle gambe

Se vi accorgete di avere un livido dopo aver sbattuto contro uno stipite o  una caduta, potete provare questi rimedi naturali per attenuare il dolore e il gonfiore:

  • Mettete subito del ghiaccio sulla zona dell’urto. Va bene anche una busta di surgelati avvolta in un panno pulito. Applicate l’impacco ghiacciato sul livido per 15-20 minuti, fate una pausa di 30 minuti e poi riapplicatelo nuovamente per 15-20 minuti.
  • Tenete le gambe sollevate sopra l’altezza del cuore per favorire la circolazione ed evitare che il livido diventi più grande.
  • Dopo uno o due giorni indossate abiti fascianti, per tenere la ferita compressa e al caldo.

Farmaci per curare i lividi sulle gambe

Contro il dolore procurato da un livido chiedete consiglio al vostro medico o al farmacista di fiducia. Potrebbero consigliarvi di assumere un farmaco da banco come l’acetaminofene (paracetamolo) o l’ibuprofene.

Il medico potrebbe suggerirvi di usare una crema o un gel per accelerare la guarigione. Tra questi il Lioton Trauma o il Voltatrauma.

Prevenzione dei lividi sulle gambe

Per prevenire i lividi sulle gambe:

  • indossate delle protezioni quando fate sport, ad esempio parastinchi e ginocchiere;
  • di notte se vi alzate per andare in bagno, tenete accesa una lucina notturna per non inciampare;
  • eliminate ogni ostacolo in casa dai luoghi di passaggio, come tappeti o oggetti spigolosi.
  • proteggete la pelle dal sole perché un’esposizione eccessiva ai raggi solari la rende più vulnerabile ai lividi.

 

Potrebbe interessarti anche:

Dolore al fianco destro o sinistro: i sintomi e le possibili cause

In questo approfondimento vedremo da cosa può essere provocato il dolore al fianco: dalle cause renali più comuni a quelle più rare come l'herpes zoster.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.