Home / Animali / Cani / Diabete mellito nel cane: sintomi, cura, dieta e prevenzione

Diabete mellito nel cane: sintomi, cura, dieta e prevenzione

diabete mellito nel caneCari amici di M’informo Animali, oggi ci occupiamo di diabete mellito nel cane. Come noi umani, purtroppo anche i nostri amici cani  possono ammalarsi di diabete. In questo approfondimento vi spiegheremo come riconoscere i sintomi, quali sono le cure disponibili e come fare a prevenire questa malattia metabolica.

Cosa succede quando un cane si ammala di diabete

Prima di approfondire le cause del diabete mellito nei cani, vediamo di conoscere meglio questa malattia. Quando il nostro cane mangia, l’apparato digerente scompone il cibo in tanti nutrienti pronti ad essere assimilati dall’organismo. Tra questi c’è il glucosio, uno zucchero che rappresenta la principale fonte di energia per le cellule.

Il glucosio in un cane sano passa dal sangue alle cellule grazie all’insulina, un ormone prodotto dalle cellule beta del pancreas.

Le razze di cani più a rischio di diabete sono l’Australian Terrier, lo schnauzer medio, lo schnauzer nano, il bassotto, il barboncino, il samoiedo e il keeshond. Il diabete giovanile colpisce sopratutto i golden retriever e il keeshond.

Nei cani malati di diabete di tipo 1, la forma più comune nei cani, il pancreas non produce insulina a sufficienza. Il glucosio non riesce così a raggiungere le cellule e i livelli di zuccheri nel sangue aumentano, portando a una condizione nota come iperglicemia. Nel diabete di tipo 2 invece l’organismo sviluppa resistenza all’insulina (insulinoresistenza) e l’ormone non riesce a svolgere efficacemente la sua azione di regolazione degli zuccheri nel sangue.

Nei cani adulti il diabete solitamente compare tra i 6 e i 9 anni di età, sopratutto nelle femmine e nei cani obesi.

Se non viene curato il diabete nel cane può provocare cataratta, disturbi delle vie urinarie, la chetoacidosi, il coma e persino la morte. Ma niente paura! Oggi molti cani convivono con il diabete e riescono a condurre una vita normale, grazie ai farmaci antidiabetici, alle iniezioni di insulina e a una dieta per cani diabetici.

Se non intervengono complicazioni come malattie secondarie e la terapia ha successo, l’aspettativa di vita dei cani diabetici è di molti anni dalla diagnosi. L’importante è che tu riesca a riconoscere i sintomi in tempo e a gestire la malattia del tuo cane. Ce ne occuperemo nei prossimi paragrafi del nostro approfondimento.

Sintomi del diabete mellito nel cane

Se noti che il tuo cane beve più del solito e fa tanta pipì, parlane con il tuo veterinario perché sono due dei segnali spia del diabete. Oltre all’aumento della sete e all’urinazione eccessiva, ecco altri sintomi del diabete mellito nel cane a cui devi fare attenzione.

  • perdita di peso;
  • aumento dell’appetito;
  • alito che odora di frutta o di dolce;
  • letargia, uno stato di sonno profondo unito a una mancanza di risposta agli stimoli;
  • disidratazione;
  • infezioni delle vie urinarie;
  • vomito;
  • cataratta e cecità;
  • infezioni croniche della pelle.

Se il tuo cane ha uno o più di questi sintomi, recati dal veterinario per ottenere una diagnosi. Il veterinario visiterà il cane ed effettuerà le analisi del sangue e delle urine.

Le cause del diabete nel cane

Le cause del diabete nel cane sono sconosciute. Ma ci sono alcuni fattori di rischio che favoriscono la malattia:

  • fattori genetici;
  • malattie autoimmuni;
  • obesità;
  • pancreatite cronica;
  • alcuni farmaci;
  • un deposito eccessivo di proteine nel pancreas.

Le cure per il diabete mellito nel cane

La terapia per il diabete mellito nel cane viene formulata in modo specifico per ogni cane. Ogni cane infatti risponde diversamente alle cure. Inoltre le terapie cambiano in base alla gravità del diabete ed ad eventuali altre malattie in corso.

Nei casi più gravi il tuo cane dovrà essere ricoverato per stabilizzare i livelli glicemici nel sangue. In caso la malattia sia stabile sarà invece sufficiente la terapia insulinica e una dieta ricca di fibre per regolare la glicemia. I farmaci antidiabetici ipoglicemizzanti non sono molto efficaci per trattare il diabete nel cane. Per questo vengono prescritti raramente.

Come iniettare l’insulina al cane

La maggior parte dei cani diabetici ha bisogno di iniezioni di insulina. Il  veterinario può prescrivere insulina per gli animali da compagnia, Aninsulin, l’insulina lenta di origine suina, Caninsulin, o quella per uso umano, come l’Humulin o il Lantus.

La quantità di insulina da iniettare al cane varia in base al peso dell’animale. Il veterinario ti insegnerà come iniettare l’insulina e ti spiegherà qual è la zona del corpo migliore per l’iniezione, in base alle caratteristiche del tuo cane.

Il successo della terapia dipende dalla tua capacità di seguire le istruzioni ogni giorno.
Alcune dritte utili:

  • Sarebbe bene non praticare l’iniezione sempre nello stesso punto per non creare ferite croniche.
  • Mantieni la calma per non agitare il cane.
  • Cerca di creare un’associazione positiva, ad esempio fai l’iniezione al cane quando sta mangiando o dopo avergli dato il suo biscotto preferito.
  • Insegna al cane i comandi Sit e Stay. Se resterà seduto e fermo, sarà più facile praticargli l’iniezione.
  • Usa sempre una siringa nuova e un ago nuovo a ogni iniezione per ridurre il rischio di infezioni.
  • L’insulina deve essere conservata in frigo in posizione eretta.

 

La tecnica di iniezione dell’insulina al cane prevede i seguenti passaggi, da effettuare con mano ferma, ma delicata:

  • capovolgi il flacone più volte per miscelare l’insulina, ma senza scuoterlo;
  • riempi la siringa poco oltre la dose consigliata;
  • picchietta la siringa con un dito per eliminare eventuali bolle d’aria;
  • spingi lo stantuffo fino alla dose da somministrare al tuo cane;
  • tira la cute del cane sul collo, sul fianco o sulla schiena e crea un piccolo incavo con l’indice;
  • inserisci l’ago nell’incavo e spingilo con delicatezza nella pelle;
  • rilascia la cute e spingi lo stantuffo. 
iniezione insulina cane
Fonte: MSD Animal Health

È importante somministrare l’insulina sempre alla stessa ora, o comunque all’orario indicato dal medico. In base alla gravità della malattia, possono essere necessarie da una a due iniezioni al giorno.

La curva glicemica

curva glicemica canePer verificare che la dose di insulina sia quella giusta, bisogna effettuare una curva glicemica. Puoi effettuarla dal veterinario o a casa, servendoti di un  glucometro portatile. La glicemia andrà misurata ogni due ore su un intervallo di tempo di 12 ore.

Come misurare la glicemia al cane

Dovrai anche imparare a misurare i livelli di zucchero nel sangue con il pungidito, le apposite striscette e la macchina per la misurazione della glicemia, per assicurarti che siano sempre stabili. 

I valori normali di glicemia nel cane sono compresi tra 100 e 250 mg/dl.

La procedura per prelevare una goccia di sangue al cane è veloce e indolore. Puoi prelevarla dal padiglione auricolare o dal labbro.

Di seguito un video che ti spiega come fare a misurare la glicemia al cane.

La dieta per i cani diabetici

Anche per gli orari dei pasti devi seguire alla lettera le indicazioni del veterinario. Il cane deve ricevere l’insulina subito dopo mangiato. Il picco di insulina deve infatti corrispondere al picco di glucosio.

In questo modo il cane avrà più insulina a disposizione proprio quando ne ha maggiormente bisogno. I livelli di glucosio nel sangue non saranno mai né troppo alti, né troppo bassi.

Non dare al cane biscotti e altri cibi ricchi di zucchero.

Scegli una linea di cibo per cani diabetici ricca di fibre. In commercio ne esistono di diverse: la linea Veterinary Diets di Eukanuba ad esempio ha la formula weight diabetic control.

Prevenzione del diabete mellito nel cane

Per prevenire il diabete mellito nel cane assicurati che segua una dieta equilibrata e faccia abbastanza esercizio fisico. L’obesità infatti è uno dei fattori di rischio principali del diabete nel cane.

Dal momento che gli ormoni femminili influenzano i livelli di zucchero nel sangue, il veterinario potrebbe suggerirti di sterilizzare la tua cagnolina.

Le forme ereditarie di diabete invece, che si verificano nei cani di età inferiore a un anno, non possono essere prevenute.

Speriamo di esserti stati utili! Se ti va raccontaci nei commenti come stai gestendo il diabete del tuo cane. Vuoi sapere come mantenere in salute il tuo cucciolo? Leggi anche il nostro approfondimento sui sintomi da non sottovalutare.

Potrebbe interessarti anche:

come tagliare le unghie al cane

Come tagliare le unghie al cane in poche semplici mosse

Ecco come tagliare le unghie al cane senza ansia e stress: dalle varie tecniche per unghie scure e chiare ai consigli per calmarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.