Home / Salute / Piedi gonfi: i rimedi per ogni causa, dai problemi ai reni al fegato malato

Piedi gonfi: i rimedi per ogni causa, dai problemi ai reni al fegato malato

piedi gonfiHai i piedi gonfi e doloranti e hai paura che la causa sia una malattia grave? Niente panico! Se il gonfiore di piedi e caviglie ti preoccupa, parlane con il tuo medico curante per avere una diagnosi e farti prescrivere la cura più indicata al tuo caso. Molte cause dei piedi gonfi possono essere risolte facilmente e non rappresentano un rischio serio per la salute.

In altri casi invece questo sintomo potrebbe aiutarti a diagnosticare malattie più serie, che possono essere curate per tempo: dall’insufficienza renale alle malattie del fegato. In questo approfondimento scoprirai quali possono essere le cause dei piedi gonfi e doloranti e i rimedi più efficaci per ogni tipo di problema.

Cosa accade quando i piedi si gonfiano

Qualunque sia la causa, da una malattia alle scarpe strette, i piedi si gonfiano sempre per un problema di circolazione. Il gonfiore compare quando la circolazione sanguigna da e verso i piedi rallenta. Il rallentamento del flusso sanguigno, unito alla forza di gravità, provoca un accumulo dei liquidi nei tanti vasi sanguigni che si trovano lungo le dita dei piedi, nei talloni e nelle caviglie.

Le cause dei piedi gonfi e doloranti

Avere i piedi gonfi soprattutto a fine giornata è molto comune. Con le loro 26 ossa e più di 100 muscoli, tendini e legamenti in ogni piede e caviglia, i tuoi piedi ti sostengono ogni giorno in tutte le attività quotidiane: camminare, stare in piedi al lavoro, sopportare il peso del corpo e delle buste della spesa. Spesso fanno questo super lavoro in condizioni ancora più dure. Ad esempio quando porti i tacchi malgrado tu debba camminare o stare in piedi a lungo. Oppure quando indossi scarpe troppo strette.

Se hai maltrattato i tuoi piedi durante il giorno e la sera ti ritrovi con mezzo numero di scarpe in più, sai già qual è la causa del gonfiore. In altri casi, invece, i piedi gonfi potrebbero essere causati da uno di questi cattivi comportamenti, disturbi o malattie.

Il problema: stare in piedi tutto il giorno o seduti troppo a lungo

Se il tuo lavoro ti porta a stare in piedi tutto il giorno o seduto per ore alla scrivania, a fine giornata i tuoi piedi saranno gonfi e doloranti. Questo perché quando stai sempre nella stessa posizione, sia in piedi che seduto, i muscoli di piedi, caviglie e gambe non possono contrarsi.

La mancanza di movimento causa un rallentamento dell’afflusso di sangue, da e verso i piedi. Accavallare le gambe peggiora il problema. Via via che i piedi si gonfiano, le scarpe ti sembreranno sempre più strette e scomode.

Le soluzioni: pause di 5 minuti e calze a compressione graduata

Esistono tanti rimedi per il gonfiore dei piedi dovuto a un lavoro stressante, dall’impiegato all’infermiera, dalla cassiera alla parrucchiera.

Il più importante è fare una pausa di 5 minuti ogni ora per cambiare posizione. Se stai in piedi tutto il giorno, ogni ora siediti per 5 minuti. Se stai seduto tutto il giorno, alzati e cammina per 5 minuti. Oppure tieni le gambe sollevate.

Un’altra soluzione efficace per i piedi gonfi, soprattutto se non puoi prenderti troppe pause dal lavoro, è indossare calze a compressione graduata. Queste calze ti fanno ottenere benefici simili a camminare, accelerando la circolazione sanguigna.

Il problema: mangiare troppo sale

L’eccesso di sale causa ritenzione idrica. Questo significa che il tuo corpo trattiene più acqua. Quando mangi cibi troppo salati, ti senti gonfio… dalla testa ai piedi!

Le soluzioni: dieta iposodica e spuntini sani

Per combattere il gonfiore causato dal consumo eccessivo di sale, cambia le tue abitudini a tavola. Non consumare più di 2.300 milligrammi di sale al giorno. Si tratta di all’incirca un cucchiaino.

Stai attento al sale contenuto nei cibi confezionati. Acquista cereali, snack e altri alimenti pronti che non contengano sale aggiunto o ne contengano in quantità minime. Per merenda preferisci cibi naturali non processati, ad esempio un frutto fresco o una manciata di frutta secca. Evita i salumi.

Il problema: piedi gonfi in gravidanza

piedi gonfi donna incintaI piedi gonfi sono un malessere comune in gravidanza. Solitamente i piedi si gonfiano a partire dal secondo trimestre.  Questo avviene perché quando il bambino cresce per farsi spazio preme sulle vene pelviche, peggiorando la circolazione.

Quando sei incinta, inoltre, il corpo produce la relaxina, un ormone che causa l’allargamento delle articolazioni del bacino e il rilassamento dei muscoli e dei legamenti dei piedi.

Il disturbo peggiora con l’avanzare della gravidanza, di sera e quando fa caldo. Solitamente non è niente di preoccupante.

Se però ti gonfi all’improvviso, soprattutto se il gonfiore compare anche sulle mani e sul viso, contatta subito il tuo medico. Potrebbe trattarsi di preeclampsia, una sindrome nota anche come gestosi, che causa un rapido innalzamento della pressione sanguigna e può mettere in pericolo te e il feto.

Le soluzioni: dormire sul fianco, riposare e indossare calze a compressione

Per sgonfiare i piedi in gravidanza, non stare in piedi o seduta troppo a lungo. Di tanto in tanto solleva i piedi per favorire la circolazione.

Puoi anche indossare calze a compressione graduata specifiche per le donne in gravidanza. Altri rimedi efficaci contro i piedi gonfi in gravidanza sono:

  • Dormire sul fianco. Dormire sulla schiena quando hai il pancione causa infatti la compressione dei vasi sanguigni, rallentando la circolazione. Il sangue non riesce a ritornare velocemente al cuore e spesso si accumula nelle vene, che diventano più visibili e risultano gonfie di fluido in superficie.
  • Fare esercizio fisico. Chiedi consiglio al tuo ginecologo per sapere che tipo di allenamento puoi svolgere in gravidanza: dalla ginnastica dolce, allo yoga, agli esercizi in piscina.
  • Applicare impacchi freddi sui piedi.

Il problema: un peso eccessivo

Il sovrappeso e l’obesità sono tra le cause più comuni del gonfiore dei piedi e delle gambe. Il grasso in eccesso infatti interferisce con una corretta circolazione.

La soluzione: dimagrire con dieta ed esercizio fisico

Perdere peso in modo sano, con una dieta equilibrata e un esercizio fisico regolare ridurranno la pressione sui piedi, che torneranno a essere leggeri. Se devi perdere molti chili, non affidarti alle diete fai-da-te: vai da un dietologo.

Chiedi consiglio al medico sul tipo di attività fisica più adatto a te. Quando hai tanto peso da perdere, basta anche solo camminare per dimagrire senza rischio di traumi.

Il problema: un trauma, una lesione o un intervento chirurgico

piede gonfio trauma allenamentoSe hai la caviglia gonfia e i tuoi piedi sono gonfi come palloni dopo un allenamento o una storta, probabilmente ti sei procurato un trauma o una lesione.

Quando ti fai male, il corpo reagisce con un’infiammazione nell’area della ferita. Per favorire la guarigione, l’organismo invia più cellule e sangue nella zona della lesione. Questi fluidi in eccesso fanno apparire il piede più gonfio.

Potresti notare questo tipo di gonfiore anche dopo aver subito un intervento chirurgico al piede, alla gamba o alla caviglia.

Le soluzioni: riposo, ghiaccio e gambe sollevate

In caso di gonfiore da traumi o post-intervento, segui questi consigli dei medici:

  • stai a riposo, evitando di fare sforzi o portare pesi, fino alla completa guarigione;
  • solleva le gambe di tanto in tanto per sgonfiare i piedi;
  • applica del ghiaccio sulla parte gonfia.

Il problema: la sindrome premestruale e le fluttuazioni ormonali

A volte i piedi si gonfiano a causa delle fluttuazioni ormonali. Questo avviene dopo l’ovulazione e nella settimana che precede il ciclo mestruale. Oppure quando prendi la pillola o stai seguendo una terapia ormonale sostitutiva.

Le soluzioni: bere più acqua, ridurre il sale e allenarsi

In caso di gonfiore dei piedi da sindrome premestruale per combattere la ritenzione idrica e favorire la circolazione:

  • aumenta il consumo di acqua;
  • non consumare cibi salati;
  • fai esercizio fisico.

I farmaci che causano piedi gonfi

Oltre alle pillole anticoncezionali, ci sono diversi altri farmaci che possono causare i piedi gonfi:

  • Antidiabetici come l’Avandia (rosiglitazone) o l’Actos (pioglitazone), che rendono difficile l’eliminazione del sale dall’organismo.
  • Antinfiammatori non steroidei, come l’ibuprofene (Advil, Motrin). Questi farmaci trattengono il sodio nel corpo e possono peggiorare il gonfiore nei pazienti che soffrono di insufficienza cardiaca o del fegato.
  • Vasodilatatori come il Loniten (minoxidil) e l’Apresolina (hydralazine). I calcio-antagonisti rilassano i muscoli dei vasi sanguigni per facilitare il passaggio del sangue e possono gonfiare i piedi.
  • Gli antagonisti del recettore dell’angiotensina, medicinali che impediscono l’eliminazione del sodio.
  • Antiepilettici come il gabapentin.
  • Chemioterapici come il docetaxel e il cisplatino.
  • Farmaci per il trattamento del morbo di Parkinson come il Mirapex (pramipexolo) e il Requip (ropinirolo).

Se il gonfiore dei piedi è causato da uno di questi farmaci, chiedi consiglio al tuo medico per valutare insieme come ridurne gli effetti collaterali.

Infezioni della pelle

A volte il gonfiore è causato da un’infezione della pelle, come la cellulite batterica. In questo caso, oltre al gonfiore, noterai la pelle irritata, rossa e dolorante.

Le persone più a rischio di infezioni sono i diabetici e i pazienti che soffrono di malattie vascolari periferiche. Questo perché il ridotto afflusso sanguigno facilita la diffusione dell’infezione. Chi soffre di neuropatia diabetica potrebbe fare fatica ad accorgersi dell’infezione ai piedi, perché i nervi sono meno sensibili.

L’infezione batterica può svilupparsi anche su una ferita aperta, quando si indossano scarpe troppo strette o a causa di un’unghia incarnita.

Cura e prevenzione delle infezioni del piede

Per prevenire e curare le infezioni del piede:

  • Mantieni la pelle ben idratata. Se la pelle è elastica il rischio di lesioni è inferiore.
  • Fatti prescrivere dal medico un antibiotico se l’infezione è causata da un batterio.
  • Segui una terapia a base di un farmaco antifungino se hai contratto un fungo.

Insufficienza renale

Quando uno o entrambi i reni non funzionano bene, il tuo organismo non riesce a liberarsi dei liquidi in eccesso. Questo malfunzionamento provoca i piedi gonfi.

La cura: dialisi e diuretici

Se il gonfiore è causato dall’insufficienza renale, oltre a sottoporti alla dialisi nei casi gravi, puoi chiedere al medico di prescriverti un diuretico per aiutarti a smaltire con le urine l’acqua e il sale in eccesso.

Piedi gonfi: quando si tratta di malattie del fegato

Se soffri di cirrosi causata dall’epatite o dall’alcolismo, le cicatrici che si formano nel fegato ostacolano la circolazione sanguigna da e verso l’organo.

La pressione delle vene del fegato aumenta causando gonfiore dei piedi, delle gambe e dell’addome (ascite).

Il gonfiore inoltre è causato dalla riduzione della produzione dell’albumina da parte del fegato. Questa proteina regola la pressione dei vasi sanguigni. Quando i suoi livelli diminuiscono si va incontro a un edema e i piedi si gonfiano.

In caso il gonfiore dei piedi sia dovuto a malattie del fegato potresti notare anche altri sintomi:

  • nausea;
  • colorito giallo della pelle e degli occhi;
  • stanchezza;
  • addome gonfio;
  • formazione di lividi anche con traumi di lieve entità;
  • una maggiore tendenza al sanguinamento.

La cura: diuretici, dieta con poco sale

Dovrai assumere farmaci per la cirrosi e diuretici sotto stretto controllo medico. Nei casi gravi potrebbe essere necessario un trapianto di fegato.

Linfedema e gonfiore dei piedi

Il linfedema è un malfunzionamento del sistema linfatico di natura ereditaria, che può essere causato da cancro, obesità o da un’infezione.

Il fluido linfatico trasporta i globuli bianchi in diverse parti del corpo. Quando i linfonodi vengono danneggiati o rimossi per combattere un cancro o durante un altro tipo di intervento chirurgico, questo fluido non si svuota correttamente.

Il linfedema che causa il gonfiore dei piedi è quello dei linfonodi pelvici. Se noti gonfiore dopo un’operazione all’inguine, probabilmente i vasi linfatici sono stati danneggiati. L’ostruzione dei vasi impedisce al fluido di essere riassorbito.

La cura: calze a compressione e movimento

Per combattere il linfedema, indossa calze a compressione e muoviti il più possibile.

Insufficienza cardiaca

Quando il cuore non riesce a pompare bene il sangue, questo ritorna nelle vene e si accumula. Un gonfiore ai piedi, molto più vistoso di quello causata da una giornata stancante, può indicare uno scompenso cardiaco destro.

In questo caso se premi con un dito, la pelle resta infossata. Processo noto come vaiolatura. Altri sintomi da tenere d’occhio sono il respiro corto e un aumento di peso inspiegabile di oltre 200 grammi al giorno. Contatta subito il medico.

Coagulo di sangue

La trombosi venosa è la formazione di un coagulo di sangue all’interno di una vena. Il trombo può formarsi quando si sta seduti troppo a lungo, ad esempio durante lunghi viaggi in autobus o in aereo. Il sintomo sospetto è un forte dolore a un fianco o alle gambe.

Il gonfiore dei piedi è causato dalla pressione esercitata dal coagulo. Il trombo spinge i fluidi dal sangue nei tessuti.

In questo caso bisogna richiedere subito assistenza medica. La trombosi viene curata con farmaci anticoagulanti e bendaggi elastoadesivi.

I fattori di rischio della trombosi venosa sono:

  • obesità;
  • gravidanza;
  • cancro;
  • fumo;
  • insufficienza cardiaca;
  • insufficienza renale;
  • assunzione di alcuni farmaci, come le pillole anticoncezionali;
  • aver avuto un coagulo in passato.

Prevenzione dei coaguli

Per prevenire la formazione di coaguli nel sangue:

  • mantieni il tuo peso forma;
  • fai esercizio fisico regolarmente;
  • non mantenere la stessa posizione troppo a lungo.

Piedi e caviglie gonfie negli anziani

Sappi che soprattutto negli anziani i piedi gonfi e le caviglie gonfie sono spesso causate da un edema provocato da un farmaco. Un edema è un accumulo di liquidi, che gonfia i tessuti della pelle.

Oltre ai farmaci e alle malattie già elencate in questo approfondimento, il gonfiore dei piedi negli anziani può essere causato anche da:

  • vene varicose;
  • malattie della tiroide;
  • problemi di circolazione.

Potrebbe interessarti anche:

denti gialli rimedi naturali

Denti gialli: come sbiancarli con i prodotti e i rimedi naturali più efficaci

I denti gialli rovinano il tuo sorriso? Ecco come sbiancarli con i migliori prodotti in commercio e i rimedi naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.