Home / Sport / Calcio / I tatuaggi di Zlatan Ibrahimovic

I tatuaggi di Zlatan Ibrahimovic

ibra braccia

Tra i calciatori più famosi del mondo, probabilmente è Zlatan Ibrahimovic a detenere lo scettro di più tatuato. È certamente una bella lotta con David Beckham, ma ad ogni modo la sua fantasia sul campo si è trasferita anche sulla pelle. Abbiamo infatti contato oltre una decina di tatuaggi, perlopiù sparsi sulle sue lunghissime braccia e sul torso. Stranamente non ne ha sulle gambe, ma ci sarà tempo per riempire anche quelle. Andiamo a vedere quali sono.

ibra braccio destroCominciamo con il braccio destro. Il polso “ospita” quattro date di nascita, evidentemente ha paura di dimenticarsele. Una è la sua (ovviamente), le altre sono della madre, della moglie e del primogenito. Salendo troviamo da un lato il nome del padre, Sefik, e dall’altro un tribale che parte dal gomito ed arriva fino quasi alla spalla. Infine, sulla spalla, compare un altro tribale con i nomi dei suoi figli, Maximilian e Vincent.

Passiamo sull’altro braccio, più immacolato, dato che compare solo il nome di sua madre, Jurka (in foto si intravede appena perché è all’interno), e altre due date di nascita, quella del figlio e del padre. Sulla parte posteriore del braccio invece troviamo il nome Zlatan scritto in caratteri arabi. Passando invece sul torso troviamo appena sotto l’ascella la scritta, in inglese, “solo Dio mi può giudicare”, un suo vero e proprio mantra visto quello che combina dentro e fuori dal campo, mentre sulla pancia compare la scritta, con un insolito inchiostro bianco, ZLATAN per tutta la circonferenza. Sul fianco destro invece troviamo una carta, l’asso di cuori, mentre sulla schiena c’è una serie di disegni come un dragone rosa, uno verde, una piuma ed altri tribali. Insomma, ce n’è per tutti i gusti. A voi qualche immagine.

[new_royalslider id="1"]

 

Foto | Zlatan Ibrahimovic fan page su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.