Home / Attualità / Scienza e tecnologia / App per guadagnare camminando: quanto paga Sweatcoin

App per guadagnare camminando: quanto paga Sweatcoin

App per guadagnare camminando

Una app per guadagnare camminando. Fantascienza? A quanto pare no con la nuova applicazione Sweatcoin. Si tratta di un’app nata nel Regno Unito che si sta diffondendo molto rapidamente in tutto il mondo. Attualmente disponibile solo in UK, Irlanda e Stati Uniti, molto presto arriverà anche in Italia. Sweatcoin consiste in un semplice algoritmo che fa guadagnare una moneta virtuale a seconda dei passi compiuti. Ed è gratuito. Andiamo a vedere come funziona e quanto si guadagna.

Come funziona l’app per guadagnare camminando

L’applicazione di Sweatcoin si installa sul proprio cellulare con sistema operativo iOS oppure Android senza pagare nulla. Bisogna attivare il GPS, avviare l’app e…camminare. Il sistema automaticamente rileva quanti passi vengono fatti e ogni mille passi (anche non consecutivi) accredita sul conto dell’utente 0,95 Sweatcoin. Ogni giorno si possono accumulare fino a 5000 passi. Se siete dei maratoneti e pensate di poterne accumulare anche di più, è possibile sbloccare il servizio premium a pagamento che consente di accumulare fino a 10.000 passi.

Quanto si guadagna con Sweatcoin e cosa si può comprare?

Il guadagno con Sweatcoin è di 0,95 coin ogni 1000 passi. O, convertendo in euro, poco più di un euro ogni 1000 passi. Con 15 Sweatcoin per esempio si possono acquistare prodotti per 20 euro. A questo punto la domanda che tutti si faranno è: dove si possono spendere gli Sweatcoin? Ovviamente non al supermercato. L’app ha un suo store con rivenditori convenzionati che permettono di acquistare prodotti non in euro ma in Sweatcoin.

Al momento, non essendo ancora arrivata in Italia, l’applicazione non dà risultati per il mercato italiano. Dove invece è già disponibile i prodotti sono di vario genere: abbigliamento, elettronica (è possibile anche acquistare un iPhone X per 20 mila sweatcoins), abbonamenti alle app o anche devolvere il proprio guadagno in beneficienza. Per la maggior parte i prodotti acquistabili sono legati al mondo del fitness. Il catalogo è in costante aggiornamento man mano che i creatori stringeranno partnership. Eventualmente, se i prodotti in lista non sono di vostro gradimento, è possibile riscattare buoni regalo con i principali e-commerce mondiali.

Dove sta la fregatura?

Diciamo la verità: quando avete letto il titolo l’avete pensato tutti! Perché qualcuno dovrebbe pagarci per una semplice passeggiata? Il guadagno di Sweatcoin, fatti salvi gli abbonamenti Premium,  sta nella pubblicità ai grandi marchi. Per ogni prodotto riscattato dall’utente, il produttore paga a Sweatcoin una percentuale per la pubblicità ricevuta.

Secondo alcuni utenti in rete, l’applicazione si rivenderebbe i nostri dati. Essendo tracciato con il Gps, l’utente viene seguito ovunque va. In questo modo i gestori dell’app potranno vendere queste informazioni ai vari marchi per capire i loro gusti. Ma intervistato dal New York Times, il fondatore Anton Derlyatka, ha dichiarato:

non abbiamo mai venduto i dati di nessun utente a terze parti.

Sweatcoin: le opinioni di chi l’ha provato

Non essendo ancora uscito in Italia, abbiamo scavato un po’ nel web anglofono per comprendere cosa ne pensa chi ha già provato l’app per guadagnare camminando. Il sito Extracashapps analizza tutte le applicazioni per smartphone che fanno guadagnare con le nostre attività. Il sito è specializzato nello smascherare eventuali truffe, ma in questo caso si è detto favorevole a Sweatcoin. Il recensore ha ammesso che per davvero si guadagnano coins camminando, però chiaramente non si può pensare di farne una fonte di reddito. Specialmente chi è poco incline alle passeggiate, troverà poco conveniente la misera cifra accreditata dopo chilometri e chilometri. Chi invece già normalmente è abituato a spostarsi solo a piedi sicuramente la troverà utile. Non si guadagna in fretta, sottolinea il recensore, per poter acquistare qualcosa ci vorranno settimane. Però i prodotti arrivano per davvero!

In molti hanno commentato l’articolo sopra citato o lasciato la propria opinione sui forum online. Tra le critiche più comuni ci sono:

  • scarica in fretta la batteria del cellulare;
  • non è possibile guadagnare soldi reali (gli sweatcoin non possono essere convertiti in denaro contante);
  • per riscattare alcuni prodotti bisogna registrare la carta di credito;
  • l’app non conta esattamente tutti i passi.

Per la maggior parte, o perlomeno quelli abituati a camminare tanto ogni giorno, si sono detti entusiasti dell’applicazione perché permette loro di guadagnare facendo un’attività che avrebbero già fatto gratis.

Secondo un approfondimento del Ny Times in realtà l’app conta soltanto il 65% dei passi veramente effettuati dall’utente. Il resto si perde a causa dei sistemi anti-frode che non consentono di valutare tutti i passi “sospetti”.

Foto: Pixabay

Questo articolo ti è stato utile? Condividilo per aiutarci a scriverne altri, grazie!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Potrebbe interessarti anche:

Fitness & Wellness

Fitness & Wellness: l’importanza di essere presenti online

Palestre, centi benessere e altre attività hanno necessità di essere online per espandere il proprio parco clienti.

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments