Home / Attualità / Politica / 10 volte meglio: il programma del nuovo gruppo politico

10 volte meglio: il programma del nuovo gruppo politico

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

10 volte meglio simbolo del partitoUn nuovo gruppo politico si affaccia sulla scena italiana: 10 volte meglio. Il nome del partito è anche la sua missione: voler migliorare il Paese puntando su turismo, digitalizzazione e cultura. I candidati, manager, imprenditori, professionisti, molti di formazione bocconiana, sono guidati dal presidente Andrea Dusi.

Già veder spuntare la parola cultura in un programma politico in una posizione non defilata, dobbiamo dirlo, è incoraggiante. Che tra ruspe, prima gli italiani!1? e altri obiettivi terra terra ci stavamo disabituando a leggerla nei manifesti.

Le 10 missioni di 10 volte meglio

Il programma di 10 volte meglio riassunto in 10 punti comprende:

  1. Ricerca della felicità. I candidati la cercheranno nell’inclusione sociale. L’obiettivo? Rendere felici le donne a cui ancora non vengono riconosciute pari opportunità; garantire una vita dignitosa a disabili, generazioni perse, talenti incompresi e all’infinita lista di emarginati costretti a soffrire nell’indifferenza in questo Paese.
  2. Creazione di quasi 3 milioni di posti di lavoro. Il gruppo politico vuole creare nuova occupazione puntando su turismo,  tecnologie emergenti, ambiente ed energia, valorizzazione dei settori tradizionali. Giovani, donne e over 50, esclusi dal mondo del lavoro o poco valorizzati, saranno i principali destinatari del piano lavoro di 10 volte meglio. I capisaldi per centrare gli obiettivi saranno: formazione, investimenti e riduzione delle tasse per le imprese.
  3. Tecnologie emergenti: dalle rinnovabili all’intelligenza artificiale, dalle nanotecnologie alla robotica. Il gruppo vuole creare aree tax free e favorire le assunzioni a tempo indeterminato in questi settori, abolendo ogni altro costo per le aziende, che per un dipendente pagheranno solo lo stipendio lordo.
  4. Imprese. Favorire gli investimenti e abolire la partita IVA per chi fattura meno di 80 mila euro. Quest’ultimo punto è senz’altro il più rivoluzionario, e dunque meno italianochesiaccontenta, dell’intero programma. Sarebbe senz’altro uno scossone in questo clima stagnante.
  5. Educazione e cultura. Il movimento propone una formazione completa, uscendo finalmente dall’assurda convinzione che alcune materie ne escludano altre. Nel programma c’è posto per la musica, le lingue straniere, la filosofia, lo sport e la scienza. Tutte sullo stesso piano, o meglio, complementari per non crescere nuove generazioni che ragionino a compartimenti stagno.
  6. Merito. In questo punto ci viene dipinta un’Italia che non è più lei: un’Italia meritocratica. In cui gli studenti migliori possono scegliere gli atenei in cui studiare. Un Paese in cui una task force riduce gli sprechi e vigila sulle ingiustizie. In cui i servizi pubblici e privati non vengono affidati ai soliti noti amici di, ma alle imprese più competitive ed efficienti.
  7. Turismo. Il modello virtuoso a cui si punta è quello dell’Alto Adige per attrarre turisti stranieri tutto l’anno. L’obiettivo è un nuovo settore turistico basato sulla sostenibilità ambientale, l’agevolazione e il sostegno alle nuove imprese, la defiscalizzazione e lo snellimento della burocrazia.
  8. Ambiente, energia e trasporti. Anche in questo punto la sostenibilità ambientale è cruciale: dalle rinnovabili alla mobilità dolce, dall’economia circolare alla tutela del territorio.
  9. Il Piano del Sud. Per valorizzare il potenziale del Meridione il gruppo intende potenziare le infrastrutture, creare un clima di legalità e favorire la nascita di nuove imprese, sfruttando i fondi europei e nazionali già esistenti e attualmente mal spesi.
  10. Digitalizzazione. I punti principali di questo ultimo obiettivo del programma di 10 volte meglio sono la diffusione della banda larga, l’addio alla carta per le comunicazioni burocratiche e la promozione delle nuove imprese digitali.

Un programma ambizioso, senza alcun dubbio. Strategica la decisione di scendere in campo in un momento di grande smarrimento per molti elettori. Sondando l’umore in rete, abbiamo notato che il movimento 10 volte meglio sta riscuotendo molto interesse e curiosità tra quanti non si riconoscono più a destra, a sinistra e al centro. E tra chi proprio non ci sta a votare ancora una volta all’italiana: ilmenopeggio. O peggio ad astenersi. Che un tempo faceva tanto protesta radical chic “Non mi sento rappresentato”, oggi che ci fanno votare raramente fa tanto “Questo treno non passerà un’altra volta”.

Voi cosa ne pensate di questo nuovo gruppo politico? Lo votereste? Perché? Se vi va lasciateci la vostra opinione nei commenti. Buona partecipazione a tutti!

Foto: 10 volte meglio via Facebook

 

3 commenti

  1. Ne penso tutto il bene possibile. Un gruppo dirigente nuovo, giovane, proiettato nel futuro, capace di trascinare l’Italia nel XXI secolo. Se glielo faranno fare? Questa è la grande domanda. Dovranno essere forti e indipendenti da tutti i partiti attuali… però sono molto fiducioso.

    • Speriamo Alessandro, di certo è una ventata di freschezza e meritano un’opportunità per la loro voglia di fare e cambiare una situazione stagnante che ormai sta bene solo a chi ci specula da anni. Le loro mi sembrano idee davvero giovani e per i giovani, incluse quelle più rivoluzionarie come l’abolizione della partita iva fino agli 80 mila euro.

  2. Un movimento politico apartitico creato in laboratorio, che risponde in maniera androgena ai desideri popolari e sintetizza nel proprio Manifesto le aspirazioni sociali high del momento.

    https://italia2016innovazione.wordpress.com/2017/12/06/cyborg-partito-per-un-futuro-tecnologico/

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments