Home / Salute / Prodotti per dimagrire: come capire quali funzionano e sono sicuri

Prodotti per dimagrire: come capire quali funzionano e sono sicuri

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

prodotti per dimagrire funzionanoAl supermercato, in farmacia, online è pieno di prodotti per dimagrire che promettono di ridurre l’appetito e far perdere tanti chili in poche settimane. Spesso questi integratori brucia grassi vengono pubblicizzati come metodi facili e veloci per perdere peso. Ma qual è la verità? Quali sono le prove dell’efficacia degli integratori per dimagrire in commercio? Ne esistono di più efficaci? Ma soprattutto sono sicuri? Possono essere assunti da tutti e anche per lunghi periodi senza conseguenze? Per rispondere a queste domande consulteremo le raccomandazioni della FDA, la Food and Drug Administration, l’ente governativo americano che controlla i prodotti alimentari e farmaceutici in commercio. Inoltre andremo a vedere come anche in Italia l’Antitrust abbia multato alcune società che vantavano un’inesistente efficacia dei loro prodotti per dimagrire.

Prima di assumere integratori per dimagrire chiedi al tuo medico

Prima di assumere un qualsiasi integratore per dimagrire, consulta il tuo medico curante. Si tratta di una raccomandazione che può sembrare scontata, ma può capitare, anche ai consumatori più attenti, di farsi ingannare dalla dicitura naturale riportata in etichetta e mettere nel carrello un integratore senza consultare prima il medico. Questo accade perché quando leggiamo “naturale” pensiamo immediatamente a un prodotto sicuro. Ma ricorda: anche il veleno è naturale e non è affatto sicuro.

Ovviamente in Italia come in molti Paesi occidentali e non, dove le autorità sanitarie vigilano, non è possibile immettere in commercio sostanze accertate come pericolose e letali. Quindi non bisogna neanche fare l’errore contrario: pensare che i prodotti dimagranti rappresentino tutti un grave rischio per la salute. Non verrebbero venduti in farmacia in questo caso. In molti casi sono semplicemente inefficaci. O inefficaci/pericolosi se usati nel modo sbagliato.

Ci vuole prudenza. Soltanto il medico può indicarti se un prodotto fa al caso tuo, per quanto tempo prenderlo e a quali dosi. Inoltre può dirti come renderli più efficaci con una dieta ipocalorica e dell’attività fisica regolare.

Occhio agli effetti collaterali e alle interazioni con altri farmaci o integratori

Consultare il medico prima di assumere pastiglie per dimagrire è importante anche per verificare che non interagiscano con i farmaci che stai assumendo o non abbiano effetti collaterali se assunti per lunghi periodi. Un esempio? Alcuni prodotti per dimagrire contengono lassativi o caffeina. Se abitualmente bevi tanti caffé mentre assumi questi integratori potresti dover ridurre le tazzine giornaliere per non soffrire di insonnia o sentirti troppo eccitato.

Solo il medico o il farmacista, leggendo gli ingredienti dell’integratore, possono suggerirti come utilizzarlo al meglio senza rischi per la salute.

Sicurezza, rischi ed efficacia: pochi dati, poche certezze

Fatta questa importante e doverosa premessa affrontiamo il discorso dell’efficacia dei prodotti dimagranti. Non ci riferiamo ai farmaci, ma ad integratori ed altri prodotti come tisane per dimagrire, bustine orosolubili che tolgono l’appetito e pillole vendute senza ricetta e non sottoposte alle stesse regole dei medicinali.

Questi prodotti possono essere venduti senza che ci siano garanzie della loro efficacia o studi abbastanza ampi sulla sicurezza. Se non contengono sostanze già accertate come dannose possono essere commercializzati. Solo successivamente all’immissione in commercio, in caso emergano rischi per la salute, l’autorità sanitaria può deciderne il ritiro.

I dati della Food and Drug Administration e del Natural Medicines Comprehensive Database ci offrono una panoramica sull’efficacia e la sicurezza di alcune delle principali sostanze contenute negli integratori per dimagrire.

Vediamoli insieme:

  • L’estratto di tè verde sembra sicuro. Sulla sua efficacia ci sono pochi dati affidabili. In base alle promesse pubblicitarie dovrebbe velocizzare il metabolismo dei grassi, aumentare il consumo di calorie e ridurre l’appetito.
  • La gomma di guar, anche se non sembra comportare rischi,  invece non sembra molto efficace nel soddisfare le aspettative: riduzione del senso di sazietà e blocco dell’assorbimento dei grassi.
  • Il chitosano è un’altra sostanza che secondo le promesse blocca l’assorbimento dei grassi. Non ci sono molti dati a disposizione sulla sua efficacia. Riguardo alla sicurezza, invece, sembrerebbe non comportare rischi.
  • Sugli integratori a base di arancio amaro (sinefrina), pubblicizzata come prodotto che aiuta a bruciare calorie, sono invece emersi dubbi sulla sicurezza. Viene sconsigliato a pazienti cardiopatici, donne in gravidanza e persone obese.
  • Anche lo stimolante efedra è pericoloso perché può causar ipertensione e problemi cardiaci, tanto che negli Stati Uniti è stato messo al bando nel 2004. Anche in Italia la vendita è stata proibita.

 

Farmaci da banco per dimagrire

Riguardo ai farmaci da banco per dimagrire in commercio in Italia esiste l’Alli, a base di orlistat, o l’equivalente Beacita. Il primo costa 54 euro per 84 capsule, il secondo 42,40 euro. L’orlistat riduce l’assorbimento dei grassi nell’intestino ed è utile per combattere obesità e sovrappeso, ma solo se associato a una dieta ipocalorica e a un’attività fisica regolare. Inoltre va usato solo in caso di effettivo bisogno, dai pazienti con indice di massa corporea uguale o superiore a 28. Prima di prendere qualsiasi farmaco per dimagrire, anche da banco, è fondamentale leggere attentamente le avvertenze e consultare il proprio medico curante.

Preparazioni galeniche per dimagrire

Il Ministero della Salute italiano nel 2015 ha bandito anche altre 7 sostanze dalle preparazioni dimagranti realizzate in farmacia. Si tratta di triac, clorazepato, fluoxetina, furosemide, metformina, bupropione e topiramato.

Prodotti per dimagrire: consigli per riconoscere quelli sicuri

Ma come capire se un prodotto per dimagrire è serio? Oltre a chiedere al medico e al farmacista, gli esperti dell’FDA ci forniscono altri consigli per non incappare in prodotti bufala o peggio pericolosi:

  • diffida dei prodotti che promettono di perdere tanti chili in poco tempo;
  • non fidarti dei prodotti che sull’etichetta millantano risultati garantiti e prove scientifiche non meglio dimostrate;
  • non acquistare prodotti su siti non sicuri (che non contengano nome dell’azienda, indirizzo, numero di telefono, partita iva, recensioni sufficienti) o all’estero.
  • evita di comprare prodotti pubblicizzati come miracolosi nelle email di spam.
  • non acquistare prodotti che vengono pubblicizzati come alternative naturali ai farmaci. Se un prodotto non è un farmaco non può avere gli effetti di un farmaco con prescrizione. Solo i farmaci hanno un’efficacia provata e garantita da studi sufficientemente ampi e dalle autorità sanitarie.

Controlla sempre il nome dell’azienda e che l’integratore sia registrato sul sito del Ministero della Salute per evitare di incappare in prodotti contraffatti, non autorizzati al commercio in Italia e dunque potenzialmente pericolosi.

Efficacia dei prodotti per dimagrire: il costo vale la candela?

Dopo aver chiesto al medico, al dietologo o al farmacista se puoi prendere integratori per dimagrire e quali ti chiederai se ne valga la pena. I prodotti per dimagrire funzionano davvero senza apportare altri cambiamenti alla dieta e allo stile di vita? La risposta è no, i brucia grassi e gli altri stimolanti da soli non funzionano per perdere peso. Non senza una dieta ipocalorica studiata insieme al tuo medico e ad un’attività fisica regolare, compatibile con la tua forma fisica e il tuo stato di salute.

Puoi leggerlo anche sulle etichette degli integratori stessi: non sostituiscono una dieta equilibrata e l’attività fisica. Non autorizzano ad abbuffarsi per poi pensare di ridurre le calorie del pasto con una pillola magica. Questo comportamento alimentare è insano e non va incoraggiato.

Alcuni prodotti dimagranti fanno leva sul desiderio di dimagrire di persone che si sentono vulnerabili e disposte a tutte per perdere peso e vanno alla ricerca di scorciatoie. Le loro promesse sono talmente illusorie e prive di riscontro scientifico che alcune aziende sono state multate dall’Antitrust per pubblicità ingannevole. Ad esempio l’azienda Perfoline che vendeva prodotti dimagranti a base di caffè verde, carciofo, cavolo. Ne parla qui Altroconsumo. Se vuoi dimagrire vai da un dietologo e segui solo i consigli per perdere peso di medici e nutrizionisti.

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments