Home / Attualità / Economia e Risparmio / Aste immobiliari: come funzionano, tutto ciò che serve sapere

Aste immobiliari: come funzionano, tutto ciò che serve sapere

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

aste immobiliari

Le aste immobiliari sono sempre esistite, ma negli ultimi anni, in particolar modo in Italia, hanno cominciato a diffondersi sempre più anche tra la gente comune. Se infatti una volta vi partecipavano società immobiliari e addetti ai lavori, è sempre più frequente vedere partecipare normali cittadini in cerca di una casa. Grazie all’asta infatti, il costo di una casa è solitamente inferiore ai prezzi di mercato. Mediamente, secondo le ultime statistiche, un immobile può essere acquistato con un risparmio del 20%. Non è però raro trovare l’occasione con un risparmio anche del 30, 40 e persino 50%. Se non siete avvezzi a questo tipo di trattative immobiliari, ecco tutto ciò che dovete sapere.

Quando una casa finisce all’asta

Le aste immobiliari non sono mai una situazione piacevole. Un immobile infatti finisce all’asta in seguito ad una procedura giudiziaria nella quale c’è qualcuno con tanti debiti. Che sia per rate del mutuo non pagate, oppure per fallimento di un’azienda o altro tipo di debiti, la legge prevede che il creditore possa rivalersi sul debitore mettendo all’asta la casa. L’intero iter è previsto dalla legge e dunque, se volete acquistare un immobile in questo modo, siete garantiti dal codice civile.

Cose da sapere prima delle aste immobiliari

L’ultima legge, aggiornata al 2006, ha imposto che tutti gli immobili finiti all’asta vengano pubblicati sui siti internet autorizzati. Tali siti sono quelli del tribunale cittadino. Se siete per esempio cittadini romani, basta accedere al sito del tribunale di Roma per consultare l’elenco completo. Esistono inoltre altri siti specializzati che potrebbero fornire ulteriori informazioni. Per legge la pubblicazione online deve avvenire almeno 45 giorni prima dell’asta. Questo periodo serve per raggiungere quante più persone possibile. Nella pubblicazione dell’asta vengono elencati i dati catastali e tutte le altre informazioni utili all’acquisto (data dell’asta, prezzo base, numero del custode ecc.). Qualora foste interessati all’immobile è possibile contattare il custode per una visita guidata.

La casa vi ha convinto: come partecipare all’asta

Se l’immobile visto online, e magari anche dal vivo, vi ha convinto, potete partecipare all’asta giudiziaria. Esistono due tipologie differenti di aste immobiliari: asta con incanto e asta senza incanto. L’asta con incanto prevede la classica gara con i rialzi: si parte da un prezzo base e si aggiudica l’immobile chi ha offerto di più. L’asta senza incanto prevede invece la presentazione delle offerte in busta chiusa in Cancelleria. Al momento dell’apertura delle buste, un giudice sarà tenuto a valutarne l’offerta. Se l’offerta supera il valore dell’immobile di almeno un quinto viene dichiarata valida; se è inferiore invece il giudice deve confrontarsi con i creditori. Se l’importo offerto è sufficiente a coprire i debiti precedenti può essere accettato, altrimenti l’offerta viene rifiutata. Il creditore può anche ritenere sufficiente l’importo, ma chiedere di procedere ugualmente con la vendita all’incanto se ritiene che vi sia la possibilità di ottenere un’offerta migliore. In caso di più offerte superiori ad almeno il valore dell’immobile più un quinto, scatta la vendita all’incanto. Il valore di partenza è l’offerta maggiore presentata in busta chiusa.

Le aste si tengono solitamente presso i tribunali, ma c’è la possibilità di parteciparvi a distanza grazie al supporto di un notaio. Al momento della presentazione dell’offerta bisogna versare per legge una cauzione pari al 10% dell’importo in busta. In caso non si vinca l’asta, l’importo viene restituito. La cauzione non viene invece restituita se si vince l’asta ma poi si rinuncia all’acquisto. È possibile accendere un mutuo speciale, chiamato mutuo aste giudiziarie, previsto per l’acquisto di un immobile tramite asta.

Foto: Pixabay

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments