Home / Animali / Gatti / Il gatto mangia l’erba, possono esserci dei rischi?

Il gatto mangia l’erba, possono esserci dei rischi?

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

erba

Se il vostro gatto è libero di uscire all’aperto, probabilmente vi sarà capitato di vederlo addentare qualche filo d’erba. Da bravi padroncini potrebbe venirvi qualche dubbio: gli farà bene? E perché bruca l’erba? I croccantini che gli do non gli piacciono? Cerchiamo di capire meglio il comportamento del nostro micio.

Perché i gatti mangiano l’erba

Esistono diverse teorie, da parte dei veterinari, sul motivo che spinge i gatti a mangiare l’erba. I gatti infatti sono prevalentemente carnivori come tutti i felini. Secondo alcuni esperti, i gatti la mangiano per “completare” la propria dieta. Ci sono infatti alcuni nutrienti che solo i vegetali possono dare. L’erba contiene acido folico, una sostanza nutritiva che fa bene sia agli esseri umani che ai gatti. L’acido folico contribuisce a mantenere ben ossigenato il sangue.

Inoltre conterrebbe alcune vitamine, niacina e fibre che non si possono ottenere in alcun altro modo. In caso di carenze di questi nutrimenti, i gatti possono soffrire di gengive infiammate, diarrea emorragica e perdita di peso. Inoltre le fibre possono riequilibrare uno stomaco un po’ scombussolato da una dieta non corretta. Infine altra proprietà consiste nell’aiutare la digestione dei peli che inevitabilmente i gatti ingeriscono durante la pulizia. Le fibre contenute nell’erba hanno infatti un effetto lassativo. Non vi preoccupate della quantità di erba mangiata, i gatti sanno quando ne hanno bisogno e quando si devono fermare.

Le controindicazioni del mangiare erba

Attenzione però perché bisogna accertarsi che l’erba non sia stata trattata con pesticidi o altri tipi di veleni. Le sostanze chimiche rilasciate dalle attività umane possono intossicare il gatto. Per questo motivo è consigliabile lasciare accesso libero al micio in giardino soltanto se l’erba non viene trattata. Se vengono usati prodotti chimici nei prati intorno all’abitazione è meglio non far uscire il gatto perché anche se non mangia l’erba, potrebbe sporcarsi le zampe con questi veleni e ingerirli leccandosele. I sintomi dell’avvelenamento da pesticidi sono:

  • convulsioni
  • secchezza delle fauci
  • anemia
  • instabilità
  • difficoltà respiratorie.

A volte i gatti sentono talmente la necessità di mangiare vegetali che, se non possono uscire, si “avventano” sulle piante d’appartamento. Purtroppo queste piante sono tossiche per i gatti. Per questo motivo è consigliabile utilizzare l’erba gatta, sicuramente più innocua rispetto ai tulipani. Se non sai come coltivarla, segui la nostra guida.

Foto: Freeimages

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments