Home / Animali / Viaggiare con cani e gatti: tutto ciò che bisogna sapere

Viaggiare con cani e gatti: tutto ciò che bisogna sapere

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

viaggiare con cani e gatti

Sapevate che gli animali di piccola taglia viaggiano gratis in treno? E che alcune compagnie fanno differenze tra animali grandi e piccoli? Ormai l’estate è entrata nel vivo e starete sicuramente partendo per le vacanze. Se lasciate la città per qualche giorno e non avete nessuno a cui affidare i vostri pet, portateli con voi. Viaggiare con cani e gatti oggi è molto più agevole di una volta, e le compagnie stanno diventando sempre più pet friendly.

La regolamentazione europea permette di viaggiare con cani e gatti come fossero passeggeri

Il blog Gopili ha realizzato un interessante infografica e uno studio basati sulle ultime novità in fatto di legislazione europea. Ha analizzato i dettami di legge e stilato una lista di consigli che ora andremo ad illustrare.

Se dovete partire con cani o gatti al seguito, il mezzo più comodo sembra essere il treno. Sia Trenitalia che Italo, i due principali vettori nazionali, permettono di trasportare animali agevolmente. Quelli di piccola taglia infatti non pagano nemmeno il biglietto, l’unica condizione è che debbano viaggiare all’interno del trasportino. I cani di taglia grande invece devono viaggiare con guinzaglio e museruola, e sono costretti a pagare il biglietto, ma soltanto al 50%. Inoltre nel mese di agosto Trenitalia prevede una promozione per il trasporto dei cani con un biglietto di soli 5 euro.

Viaggiare con cani e gatti su Italo non è molto differente. Valgono le stesse regole di Trenitalia tranne se Fido è un cane di taglia grande. In questo caso infatti si paga un supplemento standard di 50 euro per viaggiare nelle cabine Flex, Prima, Comfort e Smart.

Viaggiare con cani e gatti in autobus o in carpooling

Ogni vettore di autobus ha delle regole proprie, quindi vi consigliamo di consultare il regolamento sul sito prima di acquistare il biglietto. Analizzando le compagnie principali, scopriamo che Flixbus non permette il trasporto di animali, fatta eccezione per i cani guida. Questi ultimi infatti viaggiano gratuitamente, a patto di accordarsi con la compagnia almeno 36 ore prima della partenza. Baltour permette di trasportare solo animali di piccola taglia e in trasportino. Il costo del biglietto del pet è del 50%. Unica limitazione: non sono ammessi animali durante le tratte notturne. Eurolines invece non permette mai il trasporto di animali.

E se invece volete spostarvi in auto? Se scegliete i servizi di condivisione, detti anche carpooling, non c’è un regolamento univoco. Le compagnie di carpooling infatti lasciano libera scelta ai passeggeri sul trasporto degli animali. Visto che solitamente si viaggia con estranei, bisogna chiedere l’autorizzazione a tutti i viaggiatori. Non si sa mai che qualcuno sia allergico o non voglia che, sulla sua auto, salgano animali.

Foto: Pixabay

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments