Home / Salute / Alimentazione / Bevande gassate e demenza senile: studio trova collegamento

Bevande gassate e demenza senile: studio trova collegamento

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

bevande gassate

Le bevande gassate, si sa, consumate in gran quantità fanno male alla salute. In precedenti articoli abbiamo dimostrato il collegamento con l’obesità, il diabete ed altre malattie metaboliche. Un nuovo studio americano ha però rilevato qualcosa di davvero sorprendente. Le bevande gassate sarebbero infatti collegate addirittura alla demenza senile. Una demenza che può arrivare anche prima della terza età nei casi di consumo eccessivo. Vediamo cosa hanno rilevato i ricercatori della Boston University nello studio pubblicato su Stroke.

Bevande gassate collegate a demenza e ictus

Lo studio dell’Università di Boston è durato circa 10 anni e preso in considerazione oltre 3000 americani sopra i 45 anni e altri 1500 sopra i 60. Dopo aver preso in considerazione i vari fattori che possono incidere sulla salute come attività fisica, età, sovrappeso, ecc., i ricercatori hanno rilevato il numero di bevande gassate consumate giornalmente. Il dato che ha sorpreso i ricercatori è che circa un americano su cinque, mediamente, consuma almeno una lattina di bevanda al giorno. Coloro che, nel novero del gruppo di studio, beveva una soda al giorno, mostravano il triplo delle possibilità di sviluppare ictus e demenza senile rispetto a chi non ne beveva affatto. Per la precisione i casi di demenza si sono sviluppati in 81 persone (il 5% del gruppo) e quelli di ictus nel 3%.

Il capo ricercatore Matthew Pase ha voluto precisare che non è in grado di stabilire se queste patologie si siano sviluppate a causa dell’eccessivo zucchero contenuto nelle bevande, o per altri ingredienti. In altre parole è difficile stabilire se si possono ottenere gli stessi risultati in un gruppo che, anziché le bibite gassate, consuma giornalmente la stessa quantità di zuccheri e calorie. Si stimano all’incirca tra le 90 e le 200 calorie in più al giorno.

Rapporto bevande gassate e problemi di salute salute nel mirino

La letteratura scientifica è piena di studi del genere. Uno studio britannico del 2014 aveva infatti dimostrato che bere ogni giorno bibite “diet” aumenta il rischio del 13% di sviluppare il diabete di tipo 2; nel 2015 un altro studio parlava dell’aumento del rischio di diabete dell’8%; uno studio del 2012 parlava di un incremento del rischio di attacco cardiaco del 43% sopra i 69 anni.

Gli autori dello studio di Boston possono giungere soltanto ad una conclusione chiara: bere bevande gassate tutti i giorni fa male. In particolare, ci tengono a precisare, aumentano i rischi, ma non significa che in generale queste bibite siano preoccupanti. Probabilmente l’intenzione dei ricercatori è non far “arrabbiare” la The American Beverage Association, l’associazione che riunisce tutti i produttori di bibite americane. La confederazione infatti ribadisce che, secondo la FDA (l’ente governativo che regola la commercializzazione di cibo e medicinali) i dolcificanti artificiali contenuti nelle bevande sono sicuri.

Foto: Pixabay

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments