Home / Attualità / Economia e Risparmio / Bonus mamma domani: come presentare domanda

Bonus mamma domani: come presentare domanda

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

bonus mamma domani

Il bonus mamma domani è ufficialmente entrato in vigore in Italia. Si tratta di un assegno da 800 euro destinato alle donne che, dopo il 1° gennaio 2017, hanno partorito, preso in affidamento/adozione un bambino, oppure sono entrate nel settimo mese di gravidanza. Anche se il provvedimento è diventato legge da gennaio, soltanto nella giornata del 4 maggio sono stati emessi i decreti attuativi. Dei requisiti di questo e altri bonus bebè ci siamo già occupati in passato, ora vediamo come presentare domanda.

Il bonus mamma domani si richiede all’Inps

I requisiti per richiedere il bonus mamma domani sono:

  • cittadinanza italiana o comunitaria della mamma, oppure permesso di soggiorno per le extracomunitarie
  • non possedere status di rifugiato o altro tipo di protezione politica
  • nascita del figlio o adozione devono avvenire nell’anno 2017
  • essere nel 7° mese di gravidanza nel 2017.

Le mamme hanno tempo un anno dall’avvenuto parto o dall’adozione/affidamento per presentare domanda. Dato che i decreti attuativi partono dal 4 maggio, per i parti e le adozioni precedenti (dall’1 gennaio al 3 maggio) l’anno di tempo scade il 4 maggio 2018.

Come fare domanda per il bonus mamma domani

Il bonus può essere richiesto telefonando al contact center dell’Inps al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile, tramite patronati, o via internet. Se si sceglie questa strada, bisogna visitare il sito dell’Inps e compilare il modello SR163 (qui il link diretto). Sul sito si trova anche il manuale per la compilazione guidata della domanda.

In caso di parto gemellare si può presentare domanda due volte se si era fatta richiesta per un solo figlio al settimo mese di gravidanza, oppure se già nati, indicare il numero di figli nati nella domanda e le generalità, in modo da ottenere il bonus doppio.

La documentazione che serve è:

  • per domanda dopo il 7° mese di gravidanza: certificato medico che attesti lo stato della gravidanza con numero del protocollo telematico del certificato
  • dopo il parto: autocertificazione della data del parto e generalità del bambino, compreso il codice fiscale
  • adozione/affidamento: certificato emesso dalle autorità competenti in sede di adozione, compresa la data di ingresso in famiglia ed eventuali altri documenti attestanti l’adozione se avvenuta all’estero.

Il bonus consiste in un versamento una tantum di 800 euro che può avvenire tramite bonifico bancario o postale, accredito diretto, libretto postale, su carta prepagata o con bonifico domiciliato presso ufficio postale. La modalità è a scelta di chi presenta la domanda. A parte l’ultima modalità (bonifico domiciliato), in tutto gli altri è necessario anche indicare nella domanda l’IBAN a cui inviare il denaro.

Foto: Freeimages

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments