Home / Salute / Salute riproduttiva / Ansia da prestazione: rimedi farmacologici e naturali

Ansia da prestazione: rimedi farmacologici e naturali

ansia da prestazione

L’ansia da prestazione è probabilmente il maggiore cruccio per migliaia di uomini. Anche se all’esterno sembrano sicuri di sé, capita poi che, al momento topico della serata, vengano colti dall’ansia e rischino di “fare cilecca”. Anche per questo motivo molto spesso farmaci contro l’impotenza come il Viagra o il Cialis vengono assunti da uomini giovani che normalmente non avrebbero problemi di erezione. L’ansia da prestazione è un fastidio molto serio che per fortuna oggi viene affrontanto in maniera professionale.

I rimedi farmacologici contro l’ansia da prestazione

Per affrontare l’ansia da prestazione per prima cosa bisogna rendersi conto che non si tratta di una malattia, ma di un semplice disturbo. La differenza è netta in quanto una malattia, finché non viene curata, non passa. E per farlo ha bisogno di medicinali e costante controllo medico. Il disturbo invece può essere superato in vari modi, non si cronicizza, e i farmaci possono aiutare, ma non sono l’unica soluzione.

Le soluzioni più comuni sono i farmaci contro l’impotenza: Viagra e Cialis sono i più noti, ma non gli unici disponibili sul mercato. È importante sapere che entrambi si possono ottenere solo dietro prescrizione medica. I due medicinali possono provocare numerosi effetti collaterali, perciò non è sicuro che il medico ve li prescriva. Online si trovano anche siti che vendono sia il Viagra che il Cialis senza ricetta, ma è una pratica illegale alla quale andreste incontro consapevoli dei rischi.

Siccome l’ansia da prestazione ha una natura più mentale che fisica, cioè all’origine non c’è una disfunzione dell’apparato riproduttivo ma soltanto un disagio mentale, si può agire all’origine provando con qualche farmaco contro l’ansia. Anche questi, almeno per la maggior parte, sono prescrivibili solo dal proprio medico curante.

Curare l’ansia da prestazione con metodi naturali

Se non ve la sentite di rivolgervi al medico per questo problema così “intimo”, o non volete provare con i rimedi farmacologici, ci sono sempre i metodi naturali che possono venirvi incontro. In genere funzionano bene le erbe e le tisane che calmano l’ansia come il ginseng, il luppolo, estratti di papavero, la melissa; oppure si può provare con le vitamine e gli integratori che danno al corpo una carica che fa salire l’adrenalina e fa sentire maggiormente sicuri di sé. A volte anche un bicchiere di vino o due possono aiutare a rilassarsi e abbassare i freni inibitori. Non esagerate però con l’alcool perché può incidere proprio sull’erezione. Si può anche agire sull’alimentazione, riducendo cibi pesanti come fritture e carboidrati, e puntando più su frutta, verdura e carne.

Oltre a tutti questi rimedi naturali si può poi provare ad agire sulla propria mente. Per farlo bisogna muoversi in anticipo e non ridursi all’ultimo momento. Gli specialisti consigliano di ridurre la propria esposizione alla pornografia in quanto una delle cause dell’ansia da prestazione è proprio il voler “competere” con attori professionisti e la consapevolezza di non poter reggere il confronto può far perdere di fiducia. È molto utile anche migliorare la relazione con la partner, conoscerla meglio può ridurre l’ansia da prestazione (ovviamente ciò è difficile quando si hanno incontri occasionali). Non fatevi influenzare da storie e leggende di amici o altri conoscenti sul sesso, e ricordate che, se il problema è causato dalle dimensioni del proprio pene, le dimensioni non contano. In generale il consiglio è di ridurre la fonte dello stress, se riuscite a individuarla.

Se nessuna di queste opzioni funziona è possibile pensare di rivolgersi ad un professionista. Uno psicologo o un sessuologo possono aiutarvi a trovare la soluzione alla vostra ansia da prestazione.

Foto: Pixabay
Disclaimer

Potrebbe interessarti anche:

calo del desiderio femminile cause

Calo del desiderio femminile: cause e soluzioni

Come far fronte a un calo del desiderio sessuale e recuperare l’intesa con il partner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.