Home / Attualità / Auto / Guidare con il maltempo: consigli per risparmiare centinaia di euro all’anno

Guidare con il maltempo: consigli per risparmiare centinaia di euro all’anno

guidare con il maltempo

L’inverno di quest’anno si sta rivelando particolarmente insidioso. Neve, ghiaccio, scarsa visibilità limitano molto la guida su ogni tipo di strada, portando facilmente ad incidenti o ad altri tipi di costi aggiuntivi per i guidatori. Guidare con il maltempo è un disagio, è vero, ma si può controllare prendendo delle precauzioni non solo per la sicurezza, ma anche per il proprio portafoglio. Se non si esegue una corretta manutenzione, l’auto può danneggiarsi. Ma anche con tutte le revisioni e i tagliandi a posto, se si guida in maniera scorretta i costi possono lievitare. È bene dunque prepararsi e mettersi alla guida seguendo i seguenti consigli per risparmiare.

Guidare con il maltempo: abbassare la velocità comporta molti vantaggi

Il primo consiglio che possiamo darvi, che vale quasi in ogni occasione, è quello di ridurre la velocità. Sappiamo tutti, sin dalle lezioni della scuola guida, che la regola numero uno per guidare su neve, ghiaccio o in situazioni di maltempo è alzare il piede dall’acceleratore. Ma probabilmente quello che in pochi sanno è che questa pratica ci permette anche di risparmiare denaro. Secondo i calcoli effettuati dal U.S. Department of Energy’s Fuel Economy è possibile risparmiare molto denaro abbassando del 12% la propria velocità in condizioni ghiacciate sulle strade cittadine e del 22% sulle strade fuori città. Per esempio se in città il limite è 50 km/h e voi siete abituati a viaggiare a quella velocità, vi basta scendere a 40 km/h per risparmiare 60 centesimi per ogni litro di benzina. Può sembrare poco ma se per tutto l’inverno percorrete 1000 km a questa andatura vuol dire che avrete risparmiato 600 euro.

Il maltempo provoca questi effetti per varie ragioni. Prima di tutto il motore ci mette di più ad entrare in temperatura, quando raggiunge una maggiore efficienza. Lo stesso dicasi per l’olio e gli altri fluidi. Il riscaldamento e il sistema di spannamento dei cristalli consumano energia, gli pneumatici subiscono una maggiore resistenza nel rotolamento e quindi l’auto ha bisogno di maggiore spinta per muoversi. Ma ancora, l’aria fredda è più densa di quella calda, e quindi la resistenza del vento è più forte; le strade scivolose aumentano il chilometraggio perché le ruote scivolano di più senza però percorrere più strada. Infine tenere l’auto ferma accesa per riscaldarla fa consumare molta benzina (l’auto ferma consuma più carburante di un’auto in movimento) senza però che si vada da nessuna parte. Per tutti questi motivi è consigliabile ridurre la velocità di guida.

Altri consigli per guidare con il maltempo

Se siete costretti a guidare con il maltempo fareste bene ad esse equipaggiati a dovere. Ciò significa utilizzare l’olio invernale consigliato dal costruttore della propria auto (entra in temperatura più velocemente), utilizzare gli pneumatici invernali anche se non c’è la neve visto che, con le basse temperature, performano meglio di quelli normali (hanno una trazione migliore, si sgonfiano più lentamente in media del 4% aumentando la vita media di circa 10 mila chilometri rispetto agli pneumatici tradizionali); parcheggiare in posti caldi e al coperto; mantenere i tergicristalli in condizioni ottimali perché il clima umido e freddo può congelare il parabrezza e rompere i tergicristalli. Per risolvere questo problema è possibile o alzare i tergicristalli quando si parcheggia l’auto e asciugarli prima di ripartire, oppure coprirli utilizzando delle fodere apposite.

Occhio infine anche alla batteria che col freddo si scarica più in fretta. Se prendete l’auto tutti i giorni non ci sono problemi, ma cercate di ricaricarla spesso quando lasciate l’auto ferma per giorni.

Potrebbe interessarti anche:

assicurazione sospesa

Assicurazione sospesa, per la Corte Europea non sarà più possibile

Uno strumento utile per chi non usa il veicolo per mesi, in futuro non sarà più legale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.