Home / Sport / Calcio / Regolamento Mondiale 2026: le novità dalle qualificazioni alla finale

Regolamento Mondiale 2026: le novità dalle qualificazioni alla finale

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

regolamento mondiale 2026

Il Mondiale del 2026 sembra ancora molto lontano, ma in qualche modo è già passato alla storia. Per la prima volta in circa un secolo di esistenza del torneo, infatti, cambia radicalmente volto. Il nuovo regolamento Mondiale 2026 prevede due cambiamenti storici: il numero di squadre, che passa dalle tradizionali 32 a 48, e l’abolizione dei pareggi: come in altri sport come il basket o il volley, una partita può finire soltanto con una vittoria o una sconfitta. Andiamo a vedere come funzionerà.

Regolamento Mondiale 2026: come ci si qualifica

Fino ad oggi, con il regolamento valido per Russia 2018 e Qatar 2022, si qualificano 5 squadre africane, 4 asiatiche, 13 europee, 3 nordamericane e 4 sudamericane più altre due che escono dai play-offs tra Asia, Sudamerica, Oceania e Nordamerica. Col nuovo regolamento Mondiale 2026 si qualificano 16 europee, 9 africane, 8 asiatiche, 6 sudamericane, 6 nordamericane e una nazionale dell’Oceania, più altre due che vengono fuori dagli stessi play-offs di ora. Quindi l’Europa e il Nordamerica avranno 3 squadre in più, l’Africa e l’Asia addirittura 4, il Sudamerica due e l’Oceania non dovrà più passare dai play-offs per poter vedere una propria nazionale al torneo.

Il discorso qualificazione cambierà non solo nei numeri. Le tre squadre europee in più (molto probabilmente quattro in totale) si qualificheranno con un meccanismo differente. Saranno abolite le amichevoli, ma le nazionali europee si sfideranno in un torneo aggiuntivo che si affianca alla qualificazione “tradizionale”. Dunque quando si incontreranno le nazionali non sarà più o per le qualificazioni al Mondiale oppure per le amichevoli, ma per qualificazioni o il nuovo torneo. Questo torneo, con una formula ancora tutta da stabilire ma non molto diverso dall’attuale Champions League, manderà direttamente al Mondiale quattro squadre. Un meccanismo simile dovrebbe essere adottato anche dalle altre Confederazioni.

Regolamento Mondiale 2026: come cambiano le partite nella fase finale

Passando al torneo finale, ci saranno grosse differenze. Tradizionalmente vi si qualificano 32 squadre che vengono suddivise in 8 gironi da 4; dal Mondiale 2026 si qualificheranno in 48 che verranno suddivise in 16 gruppi da 3. Ogni gruppo avrà una testa di serie che sarà la nazione ospitante più le 15 squadre con il ranking più alto. Per evitare “biscotti” si è deciso che le prime due partite verranno disputate dalla testa di serie, e la terza partita vedrà le altre due squadre affrontarsi in una sorta di “dentro o fuori”. Solo una viene eliminata in questa fase. Non ci saranno partite di ritorno ma si passerà direttamente ai sedicesimi di finale con partita secca fino alla finale.

Per evitare ulteriormente il rischio “biscotto”, sono stati aboliti i pareggi. Già dalla fase a gironi le partite che, alla fine del 90 minuti risulteranno in pareggio, finiranno ai calci di rigore. Aboliti dunque anche i tempi supplementari, visto che le partite da disputare sono tante è meglio che durino di meno. Anche perché l’arco della competizione resterà sempre 32 giorni. Soltanto dai quarti di finale alla finale i tempi supplementari potrebbero essere ripristinati per aggiungere tensione.

La scelta di aumentare il numero di nazionali, e dunque di partite, è dettata non da ragioni sportive, ma di puro marketing. Un torneo con più squadre significa più tifosi, più nazioni coinvolte, più ore di dirette televisive e articoli di giornale, e di conseguenza più pubblicità. Secondo le stime effettuate dalla FIFA, grazie alle nuove regole, il Mondiale 2026 dovrebbe fatturare nel complesso circa 600 milioni di euro in più di quanto dovrebbe fare quello di Russia 2018. E di fronte al Dio Denaro, anche il Dio del Calcio deve abbassare la testa.

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments