Home / Attualità / Auto / Acquisto auto nuova e usata: tutti i documenti da presentare

Acquisto auto nuova e usata: tutti i documenti da presentare

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

acquisto auto documenti

L’Italia è il Paese della burocrazia e così quando si acquista un’auto ci si deve preparare a compilare un gran numero di documenti. Siamo ben lontani dalle scene dei film americani dove un automobilista si reca presso un venditore, dice “voglio quella”, paga e va via. Vediamo tutti i passaggi dell’acquisto auto e tutti i documenti da presentare.

I documenti per l’acquisto auto

I documenti di cui si deve essere in possesso prima dell’acquisto auto sono un documento d’identità (corredato da dichiarazione sostitutiva di dichiarazione di residenza se la residenza non è la stessa indicata nella carta d’identità), codice fiscale e, se l’auto è un regalo, copia del documento d’identità e codice fiscale della persona a cui sarà intestata l’auto. Con questi documenti bisogna recarsi all’Aci presso il quale bisogna compilare due moduli: NP2C e NP2D. È consigliabile scaricarli prima dal sito dell’Aci per portarli già compilati e prendere appuntamento telefonico con gli uffici per non avere sgradite sorprese quando ci si reca a consegnarli.

A volte questi documenti vengono compilati direttamente dal concessionario, ma non sempre si è così “fortunati”. Il concessionario si occuperà invece senza dubbio della dichiarazione di conformità ed omologazione italiana e fornirà il modulo TT2119 che invece sarà l’acquirente a compilare. A tutto ciò va aggiunto che se l’acquirente è una persona giuridica (per es. un’azienda) bisogna presentare la dichiarazione sostitutiva resa dal legale rappresentante nella quale si attesta la sede; se l’acquirente è extracomunitario va presentato il permesso di soggiorno o l’istanza di primo rilascio quando il permesso è stato chiesto ma non ancora ricevuto. I documenti vanno presentati tutti presso gli uffici della motorizzazione civile. Tutte le pratiche di iscrizione al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) devono essere effettuate entro 90 giorni dall’immatricolazione del veicolo.

Fatto tutto ciò, bisogna stipulare un contratto di assicurazione che si può fare online o presso una sede fisica.

Il costo della registrazione dell’auto

I costi che seguono riguardano l’acquisto auto “tradizionale”. Infatti le auto elettriche o determinate tipologie di acquirenti (per esempio i disabili) hanno delle agevolazioni che riducono leggermente l’esborso. Ad ogni modo le tasse da pagare quando si compra un’automobile sono l’Imposta Provinciale di Trascrizione, o IPT (la cifra varia in base all’aliquota regionale e alla cilindrata della vettura, e contiene al suo interno anche la marca da bollo da 16 euro), corrispettivo Aci: 27 euro, Bollo per l’iscrizione al PRA: 32 euro, Bollo per la carta di circolazione: 32 euro più le spese postali perché viene inviata a domicilio, tassa per l’emissione della targa variabile in base all’auto (si parte da circa 50 euro, tasse comprese, a salire in caso di emissioni speciali).

Procedura se si acquista un’auto usata

Con le auto usate la procedura è un po’ più snella, ma resta comunque farraginosa. I documenti che bisogna possedere sono il certificato di proprietà (che il venditore avrà ricevuto a suo tempo quando ha sbrigato tutte le pratiche descritte sopra), la carta di circolazione (libretto) sia in originale che in fotocopia, 2 fotocopie del documento d’identità dell’acquirente e del venditore e 2 fotocopie del codice fiscale di entrambi, il modulo TT2119. Bisogna fornire tutti i documenti presso lo Sportello Telematico dell’Automobilista dove si compila il certificato di vendita che entrambi i soggetti devono firmare. I costi da sostenere sono gli stessi del paragrafo precedente, ai quali si aggiungono i diritti MTCT di 9 euro più le spese dell’agenzia.

Per ulteriori dettagli visitare il sito dell’Aci.

Foto: Freeimages

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments