Advertisements

Reddito di maternità: Milano inaugura un nuovo incentivo per le gravidanze

di Onofrio Marco Mancini
0 commenti

reddito di maternità

Bonus bebè, voucher baby sitter, incentivi fiscali e chi più ne ha più ne metta. Non bastavano tutte queste forme di incentivazione a far nascere nuovi bambini in Italia, e così il Comune di Milano ne ha introdotto un altro: il Reddito di maternità. Va precisato che si tratta di un aiuto comunale che per l’anno 2017 verrà introdotto in forma sperimentale. Non è escluso che altri Comuni possano seguire l’esempio, anche se Comuni ricchi come quello di Milano non ce ne sono molti. E non è escluso che Renzi, preso dalla smania di incentivare le gravidanze, possa farlo suo. Ma di cosa si tratta? A quanto ammonta e come ottenerlo? Vediamo cosa prevede la nuova legge locale sul Reddito di maternità.

Reddito di maternità Milano: a quanto ammonta e come fare per averlo

Il Reddito di maternità di Milano verrà erogato a tutte le donne che hanno partorito dalla data del 1° gennaio 2017 fino al 31 dicembre 2017. L’unico requisito è non superare un reddito Isee di 17 mila euro. Il nuovo bonus ha un valore di 150 euro al mese, ma attenzione perché non si tratta di un assegno che arriva via posta o sul conto corrente, ma è un buono da spendere presso le farmacie e i supermercati convenzionati per l’acquisto di beni di prima necessità per il neonato come pannolini, cremine, tutine e prodotti per l’allattamento. È inoltre possibile spendere questa somma per il pagamento di una tata iscritta alle liste comunali.

Per poter fare richiesta di questo ulteriore bonus bebè bisogna presentarsi presso un Caf convenzionato e richiedere l’Isee, o consegnarlo se si è già ottenuto. Attualmente è già partita la sperimentazione su 300 famiglie milanesi, ma l’assessore alle politiche sociali Majorino calcola che, a pieno regime, ne beneficeranno circa 1800 neomamme nel 2017.

Ma i regali per incentivare le gravidanze non finiscono qui. A breve partiranno 10 mila pacchi regalo del Comune di Milano per tutte le famiglie che hanno avuto un figlio a partire dal 15 dicembre dello scorso anno. Ognuna di queste famiglie riceverà a casa un buono da riscattare presso le farmacie Lloyds che consegneranno un pacco con i beni di prima necessità. Per quanto riguarda quest’ultimo regalo, precisa l’assessore, il Comune di Milano non ha speso un euro perché tutti i prodotti contenuti all’interno sono stati donati dalle varie aziende produttrici per farsi pubblicità.

Foto: Pixabay

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento