Home / Attualità / Economia e Risparmio / Bonus bebè 2017: tutte le novità e come richiederlo

Bonus bebè 2017: tutte le novità e come richiederlo

bonus bebè 2017

Anche per l’anno 2017 è stato confermato il bonus per le donne in gravidanza e i loro figli neonati. Rispetto al provvedimento di due anni fa però, il bonus bebè 2017 prevede alcune differenze sostanziali. Il bonus istituito nel 2014 non ha permesso all’Italia di aumentare le nascite, per questo il Governo Renzi ha previsto un ulteriore aiuto ancora più consistente nel tentativo di convincere più coppie a fare figli. Vediamo tutte le novità del prossimo anno.

Bonus bebè 2017: un “premio” anche per le mamme

Mentre il bonus bebè fino a quest’anno prevedeva l’erogazione di 80 euro al mese dopo la nascita del bambino, dal prossimo anno il premio “raddoppia”. È previsto infatti un bonus mamma di 800 euro una tantum che si può richiedere già al settimo mese di gravidanza. L’assegno servirebbe per affrontare le prime spese per il bambino e per eventuali esami diagnostici costosi.

Dopo la nascita del neonato il bonus mensile resta di 80 euro,  ma se si ha un Isee inferiore ai 7 mila euro il bonus raddoppia e diventa di 160 euro al mese. Per ottenere il bonus da 80 euro al mese bisogna avere un Isee compreso tra i 7 mila e i 25 mila euro. Il bonus bebè 2017 è erogato fino al compimento del terzo anno d’età.

Infine è previsto anche un bonus nido, sempre tra 0 e 3 anni, per un totale annuo di 1000 euro. Questo bonus non viene erogato in assegno o contanti alla famiglia, ma viene versato direttamente al nido nel quale si iscrive il bambino. L’istituto può essere sia pubblico che privato e non c’è limite di Isee.

Come fare richiesta per tutti i bonus bebè 2017

Prima di tutto bisogna aspettare che la legge di stabilità 2017 venga approvata definitivamente. Il testo con le norme sopra esposte è stato licenziato dalla Commissione e deve passare la votazione in Parlamento, ma in ogni caso queste norme non rischiano di subire modifiche e pertanto dovrebbero entrare in vigore a partire dal 1° gennaio 2017.

Una volta entrata in vigore la legge, bisogna assicurarsi di avere i requisiti sopra esposti per tutte le forme di bonus. Qualora i requisiti fossero rispettati, bisogna fare richiesta presso il sito dell’Inps. Collegarsi al sito Inps.it, ottenere il pin (se non si è ottenuto in precedenza) dalla sezione “come fare per” e poi sempre nella stessa sezione selezionare “ottenere i benefici di paternità/maternità”. In questa sezione è possibile presentare richiesta per tutti i tipi di bonus bebè 2017. Ovviamente assicurarsi di possedere l’Isee in corso di validità prima di iniziare l’iter della richiesta.

Foto: Pixabay

Potrebbe interessarti anche:

Usare PayPal come carta di credito

Pagare con PayPal con carta di credito si può: istruzioni e costi

Come collegare la propria carta di credito a PayPal, i costi e i vantaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.