Advertisements

Oscar Pistorius uccide la fidanzata: “Pensavo fosse un ladro”

di Onofrio Marco Mancini
0 commenti

pistorius uccide fidanzata

Oscar Pistorius è salito alla ribalta mondiale da diversi anni per essere stato il primo atleta che, nonostante la doppia amputazione delle gambe, sia riuscito a farsi ammettere ad un Olimpiade tra gli altri corridori non disabili. La sua vicenda ha commosso il mondo, ma ora se ne torna a parlare per un evento decisamente più grave. Questa notte ha ucciso la sua fidanzata. Stando alle prime ricostruzioni però non si tratterebbe di un omicidio premeditato, ma di un incidente.

Secondo quanto raccontano i giornali locali che hanno ricostruito la vicenda, tutto si è svolto durante la scorsa notte quando, intorno alle 4:00, il corridore si è svegliato per dei rumori in casa. Appena ha visto una sagoma entrare nella sua stanza da letto gli ha sparato contro quattro colpi di pistola, tutti andati a segno. Uno in testa e gli altri su braccia e corpo.

Appena accesa la luce però si è accorto della tragedia: non si trattava di un ladro ma della sua fidanzata, Reeva Steenkamp, modella di 30 anni, che voleva fargli una sorpresa per San Valentino. È stato lo stesso Pistorius a chiamare il pronto soccorso, mentre i vicini di casa, allarmati dagli spari, hanno contemporaneamente chiamato la polizia.

Al momento Pistorius è in stato di arresto e sarà interrogato dal magistrato di Pretoria in giornata. La vicenda però risulta abbastanza chiara, e purtroppo non è così sorprendente dato che il Sudafrica è uno dei Paesi con il più alto tasso di criminalità al mondo, in particolare proprio per quanto riguarda le rapine in casa.

Foto: Pistorius su Facebook

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento