Home / Sport / Calcio / Super Champions con 4 squadre italiane: il regolamento completo

Super Champions con 4 squadre italiane: il regolamento completo

super champions

Il board Uefa ha appena approvato una modifica al format della Champions League che entrerà in vigore dalla stagione 2018/2019 (fra due anni). Grazie al fatto che con questo formato i grandi club storici avranno quasi assicurata la partecipazione, la competizione è stata ribattezzata Super Champions. Quali differenze ci saranno rispetto all’attuale Champions League? E come cambia la situazione dell’Italia? Ecco spiegato nel dettaglio il regolamento.

Il nuovo regolamento della Super Champions dal 2018

La nazione che maggiormente ci guadagna dal passaggio dall’attuale Champions League alla Super Champions è proprio l’Italia. Il nostro Paese infatti avrà garantita la partecipazione alla fase a gironi di 4 squadre senza il rischio del passaggio ai play-offs. Il sistema di qualificazione si svilupperà in questo modo: qualificate di diritto sono la vincitrice dell’edizione precedente e le prime quattro squadre delle prime quattro nazioni del ranking Uefa. Dalla quinta posizione in poi si procederà come oggi, con i play-offs. Non è stato specificato se, come oggi, quinta, sesta e settima nazione del ranking Uefa avranno accesso di diritto alla Champions per la vincitrice del campionato (molto probabilmente sì) e per la seconda.

Cambia il sistema di coefficiente per club. Tre delle quattro squadre passano alla Super Champions in base al piazzamento dell’anno precedente, la quarta squadra verrà valutata in base ai successi storici per competizione. Verrà assegnato un punteggio per ogni precedente vittoria europea attraverso un sistema di calcolo che comprende tutte le competizioni Uefa della storia, ovvero non solo le attuali Champions League ed Europa League, ma anche le precedenti Coppe Campioni, Coppe Uefa, Coppe delle Coppe degli ultimi cinquant’anni. Avranno maggiore peso le competizioni degli ultimi 10 anni. Per fare un esempio, analizzando la classifica dello scorso campionato italiano, si sarebbero qualificate automaticamente alla fase a gironi della Super Champions Juventus, Napoli e Roma, mentre la quarta squadra sarebbe stato il Milan che ha vinto 7 coppe Campioni, e non l’Inter che era arrivata quarta.

Una volta disputati i play-offs (a cui l’Italia non parteciperebbe) e stabilite le 32 squadre che compongono la Super Champions, si procederebbe come oggi, ovvero con la formazione di 8 gironi da 4 squadre con il passaggio agli ottavi di finale delle prime due di ogni girone.

A questo punto l’unico aspetto del ranking Uefa di cui bisognerà tenere conto sarà la protezione del quarto posto. L’Italia attualmente ha diritto a solo 3 squadre in Champions League (di cui una deve passare dalla fase dei play-offs) perché è quarta. Per tanti anni abbiamo rincorso il terzo posto che dava l’accesso a quattro squadre, dal prossimo campionato invece sarà importante difendere il quarto posto. Attualmente la situazione è comunque tranquilla per i colori azzurri: quest’anno infatti l’Italia è molto vicina a riguadagnare il terzo posto, attualmente occupato dall’Inghilterra distante appena 3 punti, mentre la Francia che è quinta ha ben 15 punti e mezzo meno di noi e una squadra in meno nelle competizioni europee.

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.