Home / Salute / Alimentazione / Zucchero ai bambini vietato sotto i due anni, ridotto dopo

Zucchero ai bambini vietato sotto i due anni, ridotto dopo

zucchero ai bambini

L’Oms lancia l’allarme: se volete che vostro figlio cresca in salute non dategli zucchero prima dei due anni. E anche dopo, fino ai 18, l’apporto di zucchero dev’essere limitato. L’Organizzazione Mondiale della Sanità rilancia una ricerca pubblicata dall’American Hearth Association che è riuscita a dimostrare come far mangiare dei cibi zuccherati ai neonati possa comportare una serie di ripercussioni, anche gravi, sul lungo periodo.

Non c’è solo il rischio obesità a preoccupare i ricercatori americani. Ci sono infatti anche diabete, alta percentuale di grassi nel sangue e, sul lungo periodo, anche problemi ad arterie e cuore. Sono queste le principali conseguenze dell’apporto eccessivo di zucchero nell’infanzia secondo l’associazione dei cardiologi americani.

Quanto zucchero mangiare a ogni età

Per zucchero ai bambini, è bene specificarlo, i medici non intendono una bustina o un cucchiaino di zucchero, e nemmeno esclusivamente dolci. Lo zucchero si trova in tantissimi cibi che qualche genitore distratto o frettoloso può dare al proprio figlio senza saperlo: biscotti, bibite gasate, yogurt e perfino nei “sanissimi” cereali per la colazione. Non tutti i cereali sono veramente sani, dunque è bene fare attenzione all’elenco degli ingredienti stampato sulla scatola. Non rientrano nei cibi vietati invece la frutta e il latte. Questi prodotti infatti contengono fruttosio e altri zuccheri naturali che però non fanno male ai bambini e agli adolescenti. Anzi, per quanto riguarda la frutta, i ricercatori la consigliano caldamente.

La quantità di zucchero che gli esperti consigliano di consumare a seconda della fascia d’età è:

  • tra 0 e 2 anni: zero grammi
  • tra 2 e 18 anni: non più di 25 grammi al giorno (circa 6 cucchiaini da té)
  • dopo i 18 anni: non più di 50 grammi al giorno.

Purtroppo le cattive abitudini alimentari del mondo moderno portano, a volte senza volerlo, a sforare di gran lunga queste cifre. Secondo un recente studio effettuato nel nostro Paese dall’Istituto Superiore di Sanità, i bambini italiani tra i 2 e i 9 anni consumano mediamente 87 grammi di zuccheri al giorno, più una volta e mezza la quantità consigliata per gli adulti, mentre nella stessa fascia d’età a livello europeo si sfiorano i 100 grammi al giorno. Le abitudini errate più comuni, sulle quali i genitori dovrebbero riflettere, sono il consumo giornaliero di bibite gasate e lo scarso apporto di frutta nella dieta quotidiana.

Foto: Pixabay

Potrebbe interessarti anche:

carbone attivo

Il carbone attivo fa davvero dimagrire? Cosa dice la scienza

Secondo alcune diete detox di moda il carbone attivo fa dimagrire. Ecco cosa c'è di vero sulle proprietà dimagranti del carbone vegetale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.