Home / Attualità / Auto / Contestazioni noleggio auto: le nuove regole europee

Contestazioni noleggio auto: le nuove regole europee

contestazioni noleggio auto

L’Unione Europea viene spesso vituperata per regole e cavilli che ostacolano la libertà di cittadini e imprese, ma un merito le va riconosciuto: quello di tutelare i consumatori. L’ultimo regolamento appena emanato salva gli automobilisti troppo distratti dalle cosiddette “fregature da noleggio”. In fatto di contestazioni noleggio auto, l’UE ci dà una grande mano per evitare rimborsi danni troppo onerosi. Vediamo in cosa consistono le nuove regole.

Contestazioni noleggio auto: dalla benzina ai danni

Quante volte vi sarà capitato di restituire l’auto a noleggio senza il pieno di benzina, e poi vedervi addebitare sulla carta di credito un importo molto più elevato di quanto avreste pagato se foste andati voi al distributore? E quante volte vi è capitato di pagare danni da nulla come graffi e ammaccature che magari non avete nemmeno causato voi? O magari avete causato voi un danno da niente, ma vi siete visti addebitare una cifra spropositata? Ora non capiterà più.

Grazie alle nuove regole sulle contestazioni noleggio auto, se ci sarà una contestazione da fare, andrà fatta immediatamente alla presenza del cliente. In caso di addebiti senza valutazione da parte dell’automobilista la richiesta potrà essere considerata nulla. Inoltre nel depliant e nel contratto che si firma prima di noleggiare l’auto, il noleggiatore deve indicare in modo chiaro la cifra che intende sottrarre dalla carta di credito in caso di inadempienze comuni (mancanza di carburante, danni vari, ecc.). Devono essere rese più chiare anche le clausole dell’assicurazione e cosa copre, con la possibilità anche di sceglierne un’altra, mentre se l’automobilista è straniero ha diritto a ricevere depliant e contratto nella sua lingua madre.

Per adesso hanno aderito a questo nuovo patto cinque dei principali marchi di noleggio auto d’Europa (Hertz, Avis Budget, Sixt, Enterprise, EuropeCa), si spera lo facciano tutti anche in previsione di un probabile incremento dei noleggi per turismo. Grazie ad una maggiore fiducia nei confronti del servizio, secondo le stime europee si dovrebbe registrare un incremento del fatturato di almeno il 3%.

Foto: Pixabay

Potrebbe interessarti anche:

assicurazione sospesa

Assicurazione sospesa, per la Corte Europea non sarà più possibile

Uno strumento utile per chi non usa il veicolo per mesi, in futuro non sarà più legale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.