Home / Sport / Calcio / Euro 2016: guida ai gironi E – F

Euro 2016: guida ai gironi E – F

euro 2016

La guida di Minformo ad Euro 2016 si conclude con i gironi E e F, dopo aver presentato i gironi A e B, C e D. Questa è la sezione che ci riguarda più da vicino dato che nel Girone E c’è anche l’Italia e inoltre la seconda classificata del nostro girone si scontrerà contro la vincitrice del gruppo F, dunque è bene conoscere da vicino anche i nostri possibili avversari.

Girone E di Euro 2016

Cominciamo dall’Italia, la squadra che ha meno bisogno di presentazioni. Certamente non favorita rispetto ad altre edizioni, forse è meglio così dato che quando partiamo favoriti siamo soliti fare figuracce. La nazionale azzurra può contare su una delle difese più forti del torneo (Buffon più Barzagli, Bonucci, Chiellini), molti dubbi ci sono invece a centrocampo e in attacco dove ci sono tanti buoni giocatori ma nessun fuoriclasse, anche perché abbiamo dovuto rinunciare a giocatori importanti come Marchisio e Verratti. L’obiettivo degli azzurri è ottenere la semplice qualificazione, e visti gli incroci successivi, forse è meglio il secondo posto del primo.

La nostra principale avversaria è il Belgio, una delle nazionali che sono cresciute di più negli ultimi dieci anni. La nazionale belga può contare su un attacco formidabile con Hazard, Carrasco e De Bruyne dietro Lukaku, un reparto che può far male a tutti. C’è molta scelta anche a centrocampo dove la cerniera verrà composta da due giocatori tra Nainggolan, Witsel, Fellaini e Dembele, ottimo anche il portiere, Courtois, abbastanza buona anche la difesa che però non ha nomi di primissimo piano. Il Belgio è senza dubbio favorito per il primo posto del girone e candidato a rientrare tra le prime 4 del torneo.

La Svezia è la variabile del girone. La nazionale gialloblu non è forte né talentuosa, ma vanta in rosa uno dei giocatori più forti del mondo, Zlatan Ibrahimovic, che da solo può vincere le partite. E l’Italia ne sa qualcosa visto che è già stata eliminata da un Europeo proprio da un suo colpo di tacco. Leggendo la rosa della Svezia non vengono di certo i brividi, i giocatori più importanti sono il veterano Granqvist, Ekdal che nella Juve non ha mai trovato spazio ed è stato costretto a giocare tra squadre di Serie B e club di bassa classifica di A, il palermitano Hiljemark e il talento mai esploso di Guidetti, passato dal Manchester City al Celta Vigo. Insomma, l’unico modo per fermare la Svezia è bloccare Ibra, ma ci riusciremo?

Infine c’è la Repubblica d’Irlanda, un’altra nazionale senza grossi talenti i cui migliori giocatori sono il quarantenne Given, il trentacinquenne O’Shea e il trentacinquenne Robbie Keane. Si capisce da queste indicazioni che l’Irlanda non può di certo incuterci timore, la speranza è che gli azzurri non la sottovalutino perché questo sarebbe l’unico modo di perdere la sfida con loro.

Girone F di Euro 2016

La grande favorita del gruppo F è senza dubbio il Portogallo, non tanto perché abbia una rosa formidabile ma perché, come per la Svezia, ha in squadra uno dei calciatori più forti del mondo: Cristiano Ronaldo. Anche i portoghesi, come nel caso precedente, dipendono tantissimo dalla loro stella e se per caso dovesse infortunarsi (ha concluso la stagione non nella migliore forma) o essere squalificato, per loro sarebbero dolori. La nazionale lusitana ha infatti in rosa tanti buoni giocatori ma tutti con parecchi anni sul groppone (vedi i difensori Pepe e Carvalho, gli attaccanti Nani e Quaresma e anche tanti altri), e resta da capire quanto reggeranno ritmi da una partita ogni 4 giorni. La vittoria del girone è comunque scontata.

La lotta per il secondo posto è invece molto aperta. Abbiamo l’Austria dell’ex interista Arnautovic che non ha giocatori importanti, fatta eccezione forse soltanto per l’esterno del Bayern Monaco Alaba; c’è l’Ungheria di Dzsudzak e Nemeth, e l’Islanda dell’ex pescarese Bjarnason, tutte nazionali che in altri gironi sarebbero arrivate all’ultimo posto ma che qui possono sperare di guadagnarsi l’accesso agli ottavi di finale. Chi sarà la sorpresa del torneo? Lo scopriremo tra pochi giorni.

Potrebbe interessarti anche:

serie a 2017-2018

Serie A 2017-2018: tutti i verdetti

Alla Juve il suo settimo scudetto di fila: ecco tutti gli altri risultati stagionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.