Home / Sport / Calcio / Euro 2018: i preconvocati di Antonio Conte

Euro 2018: i preconvocati di Antonio Conte

preconvocati conte euro 2018

Il giorno dopo la fine del campionato di Serie A e subito dopo la sentenza sul calcioscommesse che assolve definitivamente Antonio Conte, il ct azzurro ha potuto diramare ufficialmente la lista dei preconvocati per Euro 2018. Una lista che, com’è nello stile del tecnico leccese, non mancherà di creare polemiche.

Chi sono i preconvocati di Conte per l’Italia

A dire il vero la polemica più che Conte la sta creando la Juventus. Com’è ovvio che sia, il difensore attualmente considerato più forte in Italia, Leonardo Bonucci, è stato convocato, ma la Juventus non lo lascia partire per il ritiro. I bianconeri infatti sono impegnati per la finale di Coppa Italia di sabato prossimo, ma Bonucci è squalificato e certamente non potrà prendere parte alla partita. Nonostante ciò, la società bianconera ha deciso di non lasciarlo partire per mantenere quello spirito di gruppo che ha caratterizzato tutta l’annata bianconera.

Juventini a parte, molte convocazioni sono scontate, altre un po’ meno. Per la prima volta viene convocato Leonardo Pavoletti, centravanti del Genoa che ci ha messo un bel po’ prima di raggiungere il calcio che conta, ma che quest’anno si è rivelato quel centravanti di peso che manca alla nazionale azzurra. Tra le novità anche alcuni giovanissimi come Zappacosta, Tonelli, Benassi, Izzo, Cataldi e Sportiello. Ritorna nel giro della nazionale Ogbonna dopo che proprio la gestione-Conte alla Juve lo allontanò dalla maglia azzurra, mentre tra le altre novità c’è il ritorno di Borini che quest’anno si è dimostrato ancora all’altezza nel campionato inglese. Restano fuori gli “americani” Giovinco e Pirlo, anche se non è chiaro se solo perché i loro campionati sono ancora in corso o se sono esclusi del tutto. Da valutare inoltre le condizioni di Thiago Motta e Sirigu, impegnati nella Coppa di Francia. Questi i preconvocati:

Portieri: Federico Marchetti (Lazio), Antonio Mirante (Bologna), Marco Sportiello (Atalanta);

Difensori: Francesco Acerbi (Sassuolo), Davide Astori (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Armando Izzo (Genoa), Angelo Obinze Ogbonna (West Ham), Lorenzo Tonelli (Empoli);

Centrocampisti: Marco Benassi (Torino), Federico Bernardeschi (Fiorentina), Antonio Candreva (Lazio), Danilo Cataldi (Lazio), Daniele De Rossi (Roma), Lorenzo De Silvestri (Sampdoria), Stephan El Shaarawy (Roma), Alessandro Florenzi (Roma), Emanuele Giaccherini (Bologna), Jorge Luiz Jorginho (Napoli), Marco Parolo (Lazio), Roberto Soriano (Sampdoria), Davide Zappacosta (Torino);

Attaccanti: Fabio Borini (Sunderland), Citadin Martins Eder (Inter), Ciro Immobile (Torino), Lorenzo Insigne (Napoli), Leonardo Pavoletti (Genoa), Graziano Pellè (Southampton).

I ballottaggi e i sicuri partenti per Euro 2018

Di questi 28 calciatori (a cui poi se ne aggiungeranno 11-12 tra Juve e Milan che non sono stati convocati a causa della finale di Coppa Italia e altri impegnati nelle coppe nazionali come Darmian) solo 23 partiranno per la spedizione francese che inizierà il prossimo 10 giugno. Ad Euro 2018 vedremo certamente in porta Buffon e il vice sarà Marchetti, resta da vedere se Conte vorrà far fare esperienza al portiere dell’Atalanta o se preferirà affidarsi ai senatori Mirante o Sirigu.

Sicuri di un posto in difesa sono gli juventini Barzagli, Bonucci, Chiellini e Rugani più i milanisti Romagnoli e De Sciglio, ai quali potrebbe aggiungersi anche Abate, e il terzino del Manchester United Darmian. Di conseguenza i convocabili dall’elenco sopra si riducono solo forse ad uno solo, quasi certamente Acerbi o Astori.

A centrocampo i sicuri di un posto sono Candreva, De Rossi, Florenzi, Giaccherini e Parolo. Alte probabilità di essere convocati le hanno Soriano, Jorginho e Bonaventura, a cui potrebbero anche aggiungersi uno tra Sturaro, Montolivo, El Shaarawy e De Silvestri. Infine gli attaccanti non saranno più di quattro o cinque. Gli unici certi della convocazione sono Pellè, Insigne e Eder. Il quarto attaccante potrebbe essere non essere uno di quelli dell’elenco, ma Simone Zaza impegnato in Coppa Italia, oppure Okaka che deve disputare la coppa del Belgio con l’Anderlecht.

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.