Home / Sport / Calcio / Serie A 2015-2016: i verdetti definitivi

Serie A 2015-2016: i verdetti definitivi

serie a 2015-2016

È stato un finale al cardiopalmo quello vissuto nella Serie A 2015-2016, con un arrivo in volata degno del miglior Giro d’Italia. Ed è stato anche uno dei campionati più imprevedibili degli ultimi decenni. Alla fine lo scudetto se l’è aggiudicato la Juventus, per la quinta volta consecutiva, ma ad ottobre nessuno avrebbe potuto immaginare un finale del genere dato che la truppa di Allegri dopo 10 giornate era al limite della zona retrocessione. Poi 25 vittorie nelle successive 26 partite hanno ribaltato la classifica e messo a termine la più grande rimonta di sempre.

I verdetti della Serie A 2015-2016

Detto della Juventus che disputerà dunque la Champions League 2016/2017 da testa di serie, grazie allo scudetto conquistato, da segnalare che per la massima competizione europea si qualificano anche il Napoli, arrivato secondo grazie ad un sensazionale Gonzalo Higuain, capocannoniere e recordman della Serie A di tutti i tempi con 36 reti messe a segno; e la Roma che ha tentato fino all’ultimo momento di raggiungere la seconda posizione ma non c’è stato nulla da fare. La truppa giallorossa disputerà i play-offs la prossima estate per tentare di entrare nei gironi della Champions League.

Solo quarto posto per l’Inter che ha fallito, e non di poco, l’obiettivo stagionale del terzo posto (i punti di distacco dalla Roma alla fine saranno 13). Quinto posto per la Fiorentina e sesto per il sorprendente Sassuolo che ha lasciato il Milan solo al settimo posto. La situazione al momento vede l’Inter qualificata direttamente all’Europa League, la Fiorentina ai play-offs di Europa League e il Sassuolo che dovrà disputare due preliminari. Se però il Milan dovesse vincere la finale di Coppa Italia contro la Juventus, allora si qualificherebbe direttamente in Europa League, l’Inter disputerebbe i play-offs e la Fiorentina due preliminari, con il Sassuolo fuori.

Anche in coda c’è stata molta bagarre. Il Verona è stato il primo a retrocedere, ma a differenza degli altri anni l’ultima in classifica si è dovuta inchinare alla matematica solo ad un mese dalla fine del campionato. Buoni gli esordi delle matricole Frosinone e Carpi che non hanno mollato fino all’ultimo: i ciociari infatti sono retrocessi matematicamente solo nella penultima giornata, il Carpi ha sognato la salvezza quasi fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata, ma alla fine il Palermo ha portato a termine una rimonta insperata fino a marzo, quando sembrava dovesse retrocedere, grazie a 5 risultati utili consecutivi. Queste tre squadre faranno posto il prossimo anno al Crotone, al Cagliari e alla vincitrice dei Play-offs di Serie B.

Potrebbe interessarti anche:

serie a 2017-2018

Serie A 2017-2018: tutti i verdetti

Alla Juve il suo settimo scudetto di fila: ecco tutti gli altri risultati stagionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.