Home / Attualità / Cronaca / Panama Papers: cos’è e i vip coinvolti

Panama Papers: cos’è e i vip coinvolti

panama papers

Panama Papers è forse il più grande scandalo fiscale di tutti i tempi. Dell’esistenza delle società offshore nate per non pagare le tasse nei Paesi Occidentali si sa da decenni, ma che l’entità della fuga di capitali evasi fosse tanto elevata proprio non se l’aspettava nessuno. Un gruppo di giornalisti d’inchiesta, oltre un centinaio facenti parte dell’Icij, un consorzio investigativo giornalistico mondiale, ha scoperchiato un pentolone fatto di nomi, molti dei quali vip, e soprattutto tanti, tantissimi soldi che non sono finiti nelle casse statali.

Come funziona il Panama Papers

Il Panama Papers è il nome giornalistico dato all’intera vicenda dell’esportazione di capitali all’estero. Il giro d’affari funziona così: un personaggio (che sia imprenditore, politico o sportivo poco importa, l’importante è che abbia a disposizione tanti soldi), apre una società in un paradiso fiscale attraverso una società di consulenza compiacente. Tra le carte dell’inchiesta è finita la Mossack Fonseca, uno studio legale con sede a Panama City, da qui il nome di Panama Papers, ma è difficile credere che sia l’unica, e che solo Panama fosse lo Stato “amico” nel quale i soldi Occidentali sparivano.

Le società create in questi Stati con tasse praticamente inesistenti servono per far convergere i guadagni leciti, e dunque tassabili, del personaggio in questione. In questo modo i guadagni non risultano come percepiti all’interno del Paese in cui effettivamente sono stati incassati (molti Stati europei, ma non solo), e così non possono essere tassati. Per fare un esempio alla portata di tutti: l’imprenditore che guadagna un milione di euro in Italia ci paga sopra Iva, Irpef e tutta una serie di altre tasse. Se però l’imprenditore quel milione di euro anziché farlo risultare nelle casse dell’azienda italiana lo incassa nell’azienda fittizia aperta a Panama, non paga le tasse in Italia ma dovrebbe pagarle a Panama. Usiamo il condizionale perché in realtà le tasse nei Paradisi fiscali sono quasi nulle.

L’inchiesta parte sin dal lontano 1977 e arriva ai giorni nostri, documentando oltre 200 mila società fittizie aperte da migliaia di miliardari mondiali, per una quantità di denaro eluso alle casse dei vari Stati Occidentali incalcolabile, stimata in diverse centinaia di miliardi di dollari.

I personaggi famosi coinvolti nel Panama Papers

Sono tantissimi i vip che hanno portato i capitali all’estero con il sistema delle società offshore. È importante ribadire che la dinamica della fuoriuscita dei capitali è legale, anche se non proprio corretta, almeno fino a prova contraria. Secondo i nomi che pubblica questa mattina L’Espresso, quelli che hanno fatto più clamore sono quelli dei Capi di Stato Vladimir Putin (le società sarebbero state aperte da uomini molto vicini al presidente russo), Petro Poroshenko (presidente dell’Ucraina) e il padre di David Cameron, primo ministro inglese. Tra gli altri politici mondiali di spicco ci sono il cognato del presidente cinese Xi Jinping, il re dell’Arabia Saudita Salman bin Abdulaziz Al Saud, il re del Marocco Mohammed VI, il presidente dell’Argentina Mauricio Macri, il presidente dell’Azerbaijan Ilham Aliyev e i figli del Primo Ministro del Pakistan Nawaz Sharif.

Uscendo dal campo della politica invece spicca il nome di Lionel Messi, pluri pallone d’oro, il campione del Barcellona avrebbe aperto una società offshore per la gestione dei ricchi diritti d’immagine. Anche il simpatico attore Jackie Chan sarebbe coinvolto nel progetto. Per quanto riguarda i nomi italiani, sempre secondo L’Espresso sarebbero 800 le persone coinvolte del nostro Paese, con il nome più altisonante che sarebbe quello di Luca Cordero di Montezemolo. Tra gli altri nomi anche quello dell’ex pilota di Formula Uno Jarno Trulli.

Potrebbe interessarti anche:

libertà di stampa 2016

Libertà di stampa 2016: l’Italia perde altre quattro posizioni

La libertà di stampa in Italia sta diventando sempre più un optional, perse altre 4 posizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.