Home / Attualità / Economia e Risparmio / Stipendi 2015: le Province dove si guadagna di più in Italia

Stipendi 2015: le Province dove si guadagna di più in Italia

stipendi 2015

L’Osservatorio Jobpricing di Repubblica ha ultimato il suo studio sugli stipendi italiani, e com’era facilmente prevedibile, ha trovato un Paese a due velocità. Che al Nord si guadagni più che al Sud non è una sorpresa, esistono però delle eccezioni. Al Sud infatti ci sono alcune province, come quelle di Palermo, Bari e Brindisi, in cui si guadagna quanto le province di Ferrara, La Spezia o della maggior parte delle province friuliane. Al contempo ci sono anche alcune province del Centro, come quelle dell’Umbria, che hanno stipendi allo stesso livello delle aree depresse del Sud.

Le Regioni con gli stipendi più alti d’Italia nel 2015

Le rilevazioni riguardano i contratti a tempo indeterminato, determinato o contratti di somministrazione, dunque sono esclusi i professionisti, gli stage e gli altri contratti atipici. Considerando soltanto le Regioni, non ci sono grosse sorprese. La più “ricca” è, come facilmente prevedibile, la Lombardia che mantiene stipendi medi da 31.179 euro annui. Al secondo posto il Trentino Alto Adige, seguito dall’Emilia Romagna che scende di poco sotto i trentamila euro. Questa la classifica completa:

  1. Lombardia 31.179
  2. Trentino Alto Adige 30.803
  3. Emilia Romagna 29.894
  4. Lazio 29.615
  5. Val d’Aosta 29.483
  6. Friuli Venezia Giulia 29.473
  7. Liguria 29.259
  8. Veneto 28.803
  9. Piemonte 28.428
  10. Marche 27.829
  11. Toscana 27.043
  12. Campania 26.310
  13. Umbria 25.548
  14. Abruzzo 25.411
  15. Puglia 25.230
  16. Sicilia 25.021
  17. Molise 24.660
  18. Sardegna 24.110
  19. Basilicata 23.876
  20. Calabria 23.465

Le Province in cui si guadagna di più nel 2015

Se per le Regioni non ci sono sorprese, diverso è il discorso delle province. La prima è che la Capitale Roma resta fuori dalla top 10. La più ricca è ovviamente Milano con i suoi stipendi da 34.508 euro l’anno, seguita da Bolzano e Genova. A chiudere le migliori 10 troviamo, tutte sopra i 30 mila euro, Parma, Reggio Emilia, Trieste, Ravenna, Monza Brianza, Bologna e Verona. La seconda sorpresa è che, nonostante sia fuori dalla top 10, a Palermo, dove la media degli stipendi raggiunge quasi i 28 mila euro, si guadagna quanto nella maggior parte delle province del Nord Italia.

Nessuna sorpresa invece nella “flop 10”, ovvero le 10 Province dove gli stipendi sono più bassi in Italia. La città peggiore è Medio Campidano, in Sardegna, dove si guadagna appena 22.438 euro di media. Tanta Sardegna e Calabria tra le province più povere d’Italia. A seguire infatti troviamo Crotone, Messina, Oristano, Lecce, Reggio Calabria, Ragusa, Olbia-Tempio, Agrigento e Vibo Valentia.

Foto: Freeimages

Potrebbe interessarti anche:

conguaglio bollette

Conguaglio bollette: è possibile non pagarlo, guida alla contestazione

Nonostante sia illegale, alcuni gestori continuano a mandare conguagli di oltre 2 anni: ecco come fare ricorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.