Italobus: prezzi e tratte del nuovo pullman di Italo

di Onofrio Marco Mancini
6 commenti

prezzi e tratte italobus

Dal 13 dicembre 2015 l’azienda NTV (Nuovo Trasporto Viaggiatori), quella che gestisce la rete ferroviaria di Italo, si allarga al trasporto tramite autobus. Da quella data infatti cominceranno a circolare i pullman chiamati Italobus. Come accaduto per i treni ad alta velocità, all’inizio l’Italobus coprirà solo un numero limitato di destinazioni, poi man mano che il servizio diventerà remunerativo, si allargherà a nuove tratte. Scopriamolo insieme.

Come funziona l’Italobus: le tratte previste

Italobus essenzialmente servirà per collegare le stazioni ferroviarie che oggi non sono servite da Italo treno con quelle che invece lo sono. In questo modo i potenziali passeggeri del treno ad alta velocità avranno un “passaggio” diretto fino alla stazione più vicina, il tutto con un biglietto integrato bus-treno.

In via sperimentale il servizio Italobus prenderà il via nella tratta Mediopadana, vale a dire la regione che copre l’Emilia Romagna centrale con parte della Lombardia meridionale. La stazione di riferimento sarà Reggio Emilia che grazie alla sua posizione geografica farà da snodo per tutte le altre destinazioni. Da Reggio Emilia partiranno autobus di andata e ritorno per le stazioni di Carpi, Modena, Parma, Mantova, Piacenza, Cremona e Sassuolo. I bus permetteranno così di collegare queste stazioni “minori” alle fermate dei treni ad alta velocità di Milano, Torino, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Salerno.

Per la precisione i collegamenti giornalieri saranno 9 con la stazione di Parma, 8 con quella di Modena, 6 con Piacenza, Mantova e Sassuolo (alcuni con fermate intermedie) e 4 con Cremona e Carpi.

Quanto costa l’Italobus

I prezzi di Italobus variano a seconda della tratta e saranno integrati nel biglietto. La cifra base è di 20 euro, prezzo del treno incluso, ma il costo varierà sia in base ai chilometri che in base alla classe scelta su Italo.  Un collegamento tra Mantova e Roma, passando per Reggio Emilia infatti può costare fino a 49 euro, uno da Carpi a Firenze costa 35 euro, uno invece tra le vicine Modena e Bologna costa 29 euro, un Cremona-Roma invece costa 57 euro.

A tutto ciò si aggiunge anche che, sempre a partire dal 13 dicembre, nelle stazioni servite dall’Italobus, saranno disponibili anche parcheggi sotterranei riservati agli utenti Italo, con tariffa da 1,40 euro all’ora e con la possibilità di abbonamenti. Anche se il servizio partirà il 13 dicembre, è possibile prenotare un biglietto integrato dell’autobus già da oggi dal sito ufficiale di Italo.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

6 commenti

Onofrio Marco Mancini 26 Settembre 2018 - 16:04

sì, la fermata Peschiera è prevista da Italobus.

Rispondi
Stefano tulimiero 17 Settembre 2018 - 13:48

C’e Speranza di vedere collegata Napoli o Salerno con Crotone tramite Italobus?
Grazie

Rispondi
Onofrio Marco Mancini 17 Settembre 2018 - 14:20

ciao Stefano, al momento Italobus non arriva a Crotone ma fino a Cosenza, poi in futuro chissà, prova a mandare una mail all’assistenza clienti di Italo, magari se gliene arrivano tante potrebbero prendere in considerazione la tratta.
Buona giornata 😉

Rispondi
tina melli 13 Settembre 2018 - 15:10

buongiorno,vi scrivo non essendo molto pratica con il computer,vorrei chiedere se il servizio di italobus,ferma a parma e se c’è la possibilità di poter andare in Versilia,dove desidererei andare”lido di camaiore o forte dei marmi.

Rispondi
Onofrio Marco Mancini 13 Settembre 2018 - 15:23

ciao Tina, sì, Italobus ferma a Parma. In Versilia invece non sono previste al momento fermate nelle vicinanze della costa, ti converrebbe prendere il treno fino a Firenze e poi prendere un regionale da lì.
Spero di averti aiutato.

Rispondi
tina 26 Settembre 2018 - 13:10

ti ringrazio,volevo chiedere se c’è la possibilità di andare a Peschiera lago di garda sempre da parma.

Rispondi

Lascia un commento