Home / Animali / Assicurazione per animali domestici: come funziona

Assicurazione per animali domestici: come funziona

assicurazione per animali

Anche gli animali domestici, e in particolare i cani, possono essere soggetti ad assicurazione. Proprio come si possono stipulare delle polizze sulla vita, sugli infortuni, sull’auto o sulla casa, esiste l’assicurazione per animali che consente ad un padrone di dormire sonni tranquilli senza il rischio di affrontare spese impreviste riguardanti il proprio cane, gatto o altri animali domestici.

Perché esiste l’assicurazione per animali e come funziona

L’assicurazione per animali è stata istituita per permettere ai padroni di affrontare spese, veterinarie e non solo, in modo da evitare il fenomeno crudele, più diffuso in passato, dell’abbandono degli animali quando ci sono momenti di difficoltà economica. Per evitare che un cane o un gatto con qualche patologia venga fatto sopprimere o addirittura abbandonato, oggi esistono queste polizze che permettono di affrontare operazioni chiurgiche anche molto costose, completamente coperte dall’assicurazione.

L’assicurazione per animali si può suddividere sostanzialmente in due categorie: quella che riguarda più direttamente il pet che copre le spese veterinarie, e quella che copre le spese civili e legali per i danni che l’animale può arrecare a cose o persone. Alcune compagnie possono persino accollarsi le spese di ricerca dell’animale in caso di smarrimento. Non è escluso che alcune assicurazioni coprano entrambe le tipologie.

La prima è molto diffusa e, a seconda della compagnia selezionata per la stipula del contratto, copre spese per quanto riguarda le visite dal veterinario, anche 24 ore su 24 e con la possibilità di ottenere assistenza presso un ambulatorio indicato dalla compagnia stessa; copertura delle spese per le operazioni chirurgiche e quelle per i farmaci in caso di malattia, compresi i prodotti ausiliari, i ricoveri ospedalieri, le spese di trasporto e l’eventuale soppressione. Molte polizze valgono anche per l’estero. Inoltre alcune compagnie permettono di assicurare anche il cane o il gatto durante i viaggi in aereo.

La seconda tipologia si può avere o con un’assicurazione apposita riguardante il cane (di solito in questo caso riguarda solo i cani perché sono gli unici animali domestici che possono arrecare danni), oppure all’interno dell’assicurazione sulla casa e i suoi componenti. Essa riguarda la copertura delle spese legali e la responsabilità civile (i danni) arrecati da un cane all’interno della casa stessa, nei confronti di terze persone o al patrimonio di terzi.

Quanto costa l’assicurazione per animali domestici

I prezzi possono essere influenzati da diversi fattori, il più importante dei quali è senza dubbio la razza di cane. Un dobermann chiaramente avrà un costo assicurativo superiore di un barboncino, ma può influire anche l’età dell’animale e la presenza di malattie pregresse. Non tutte le assicurazioni inoltre accettano di coprire animali che hanno qualche patologia precedente, e possono rifiutarsi di assicurare i pet troppo anziani. Per quanto riguarda i prezzi, sono piuttosto economici. Essi vanno da un minimo di circa 50 euro all’anno ad un massimo di 130, ma coprono spese veterinarie anche basse, dai 50 euro in poi, fino a circa mille euro di spese per interventi chirurgici e spese legali anche di centinaia di migliaia di euro.

Foto: Freeimages

Potrebbe interessarti anche:

come scegliere un acquario

Pesci: come scegliere il primo acquario e risparmiare

Se state per prendere dei pesci ecco una breve guida alla scelta dell'acquario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.