Home / Attualità / Profughi: nuove barriere in Austria e Slovenia

Profughi: nuove barriere in Austria e Slovenia

barriere

Fa discutere la scelta dell’Austria di costruire una barriera al confine con la Slovenia per impedire l’ingresso dei migranti. Le autorità austriache difendono la scelta di erigere il blocco affermando che si tratta soltanto di uno strumento di controllo per gestire meglio il flusso dei profughi in ingresso nella nazione. Come ha sottolineato il ministro dell’interno Johanna Mikl-Leitner l’intento della recinzione non è di impedire l’accesso ai migranti:

Vogliamo solo assicurare un ingresso ordinato nel Paese, non chiudere la frontiera. Alcuni gruppi si sono mostrati più impazienti e aggressivi. Occorre adottare tutte le precauzioni.

La politica dell’Austria ha mandato su tutte le furie le autorità tedesche che denunciano un comportamento scorretto da parte degli austriaci. Il ministro dell’Interno tedesco Thomas de Maizier muove accuse pesanti al Paese confinante:

L’Austria manda i migranti verso il confine tedesco nelle ore notturne, per fare in modo che entrino in Germania senza essere notati. Il comportamento dell’Austria negli ultimi giorni è stato fuori dai limiti.

Profughi: Slovenia pronta a costruire barriere al confine con la Croazia

Il passaggio dei migranti potrebbe diventare meno agevole anche al confine tra la Slovenia e la Croazia. Il primo ministro sloveno Miro Cerar ha infatti annunciato che verrà eretto un muro per impedire l’accesso ai profughi. La decisione di Cerar sul muro dipenderà dal rispetto degli accordi sulle quote migranti siglati dai rappresentanti dell’UE. La Slovenia si mostra scettica sull’esito delle nuove politiche e si riserva di agire per tutelarsi dai flussi di profughi incontrollati se dovesse rivelarsi necessario. A dispetto della riduzione delle temperature l’ingresso dei migranti nel Paese è in continuo aumento. La pressione ai confini con la Croazia rischia di assumere dimensioni preoccupanti.

Sulla questione dei muri eretti contro i migranti è intervenuto dal Business Forum di Bogotà anche il Presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi. Il leader del Pd ha condannato gli stati membri che erigono barriere tradendo lo spirito di accoglienza che dovrebbe contraddistinguere l’Unione Europea.

Potrebbe interessarti anche:

buon natale 2017 cartolina

Buone feste dalla redazione di Minformo.it

Auguri di buon Natale e felice anno nuovo dalla redazione di Minformo.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.